1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. franco Dallesi

    franco Dallesi Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Stamattina ho subito un colpo!
    Ho acquistato un anno fa un appartamento , seconda casa, in località Parzanica (BG), dove un'impresa, ora fallita, aveva realizzato 6 compound con un centinaio di locazioni in totale.
    Ovviamente ci sono stati acquisti e compravendite a centinaia in questi dieci anni, e buona parte di questi appartamenti vengono locati spesso per la stagione estiva, si che alla fine ci sono piu turisti che abitanti stanziali.
    Ho acquistato da una persona che a sua volta aveva acquistato in buona fede il tutto; ora si è scoperto che la SCIA che avevo aperto per affittare è stata revocata , in quanto il comune ha rilevato l'inagibilità, per mendace autocertificazione, che pare riguardi l'impianto di illuminazione di uno solo dei compound ( non il mio).
    Dal comune mi è arrivata racc. AR per segnalarmi il fatto , in termini generici, ed avvisarmi , oltre al divieto di affittare, anche quello di pubblicizzare sui forum la disponibilità per l'affitto.
    Pare che la mendace autocertificazione riguardi tutti perchè la richiesta di abitabilità, concessa per silenzio assenso, riguardava l'intero complesso,
    Avevo già affittato per luglio e agosto, ed ora vorrei, se possibile, risolvere la cosa con urgenza, mentre gli attuali amministratori dei compound stanno avvisando i proprietari, alcuni di difficile reperimento della situazione, per vedere se possibile un'azione comune.
    Pare che alla base di tutto ci sia la diversa forza politica che ha assunto da poco la guida comunale...
    Pare anche che ci sia un certo scontento a livello locale, perchè se non ci fossero turisti nei mesi estivi, il paese ci rimetterebbe parecchio, a livello di negozi e ristoranti.

    grazie per un parere, magari iniziale.

    Franco
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Presentare un nuovo certificato di agibilità non è un grosso problema, se gli impianti sono in regola. Occorre che per ogni impianto esista un disegno schematico e la dichiarazione della ditta competente. le certificazioni vanno consegnate al tecnico redattore del certificato di agibilità e dopo un sopralluogo lo sottoscrive, lo consegna all'ufficio tecnico comunale ed il gioco è fatto.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  3. romettor

    romettor Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ...fosse un gioco!
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non sarà un gioco, ma è comunque una "passeggiata", se esistono le condizioni citate.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  5. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    se è un problema che riguarda tutti, va risolto globalmente, si tratta di trovare un ellettricista che verifichi e certifichi gli impianti
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  6. moralista

    moralista Membro Senior

    Professionista
    E far intervenire anche il venditore che si deve assumere le sue responsabilità:)
     
  7. franco Dallesi

    franco Dallesi Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie mille per i cortesi riscontri.
    Lunedi prossimo ho appuntamento in comune per capire meglio il problema, anche perchè sembra che il comune sia collaborativo, visto che se mancassero i tedeschi che affittano durante la stagione estiva, il paese intero ne risentirebbe economicamente.
    Riguardo alla nuova certificazione di agibilità, trovare il professionista è facile, ma gli schemi degli impianti non saprei proprio dove reperirli, visto che l'azienda costruttrice è fallita anni fa, e chi me l'ha venduta era nelle mie stesse condizioni, cioè, con agibilità dichiarata sul rogito, ma basata su autocertificazione mendace.
    Vi farò sapere come va a finire l'appuntamento
    Ancora grazie per ulteriori osservazioni, sempre gradite.
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    un elettricista esperto potrà capire facilmente visionando gli impianti e certificarli se risulteranno a norma
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  9. franco Dallesi

    franco Dallesi Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    grazie ancora, ma è sufficiente per l'agibilità la certificazione del solo impianto elettrico?
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    No, servono le certificazioni di tutti gli impianti presenti: luce, acqua, gas, riscaldamento.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  11. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    secondo me dipende dall'interpretazione del UT comunale, potrebbe anche bastare quella dell'impianto elettrico in sostituzione a quella che hanno ritenuto falsa
     
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    conformità degli scarichi idrici.
    La richiesta di abitabilità può essere ripresentata dai singoli compound che non presentano il problema di illuminazione.
     
  13. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    L'agibilità deve certificare la regolarità di tutti gli impianti presenti nell'unità immobiliare. I singoli artigiani o le imprese fanno la loro certificazione specifica, poi il tecnico, avvalendosi delle stesse e verificato la parte edile, strutture, murature, pavimenti, intonaci, certifica l'agibilità dell'immobile.
     
  14. moralista

    moralista Membro Senior

    Professionista
    AGIBILITA' &. COMPRAVENDITA
    Obblighi informativi del mediatore e responsabilità, è utile l'agibilità ai fini della compravendita?
    costituisce una garanzia nelle compravendite immobiliari,
    è il certificato di una buona e corretta costruzione e stabilisce la conformità degli immobili, che ne sono dotati, alle norme che regolano le costruzioni e la ottimale installazione degli impianti necessari alla funzionalità,
    ora che deve rilasciare e assumersi queste responsabilità con le norme attuative è un rebus, e tutti scaricano le loro responsabilità sempre su altri e precedenti boh
     
  15. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    il caso è abbastanza singolare: l'agibilità è stata revocata in quento il comune che l'ha rilasciata a suo tempo ha scoperto che una dichiarazione di conformità allegata è falsa (questo ho capito), a parte le implicazioni penali di chi ha dichiarato il falso e le normative intervenute in merito, potrebbe essere che allegando oggi una dichiarazione di conformità che sostituisca quella falsa si possa riesumare e rirenere valido il certificato emesso senza dover procedere all'istruzione di una nuova richiesta di agibiità
     
  16. franco Dallesi

    franco Dallesi Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    grazie ancora, ne saprò comunque di piu dopo l'incontro con l'ufficio tecnico comunale, che al telefono mi è sembrato bendisposto per una ricerca di una soluzione.
    Anche gli amministratori dei compound si stanno muovendo per organizzare qualcosa di comune.
    Vi farò sapere, e grazie
     
  17. moralista

    moralista Membro Senior

    Professionista
    sono curioso di sapere che fine a fatto la denuncia di falso?
     
  18. franco Dallesi

    franco Dallesi Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    ciao, e scusa il ritardo, ma sono riuscito a parlare con l'ufficio tecnico del comune solo lunedi 22.
    In sostanza, la ditta ( fallita) che ha costruito il tutto, sono un complesso di oltre 200 abitazioni sparse in otto raggruppamenti sul fianco della montagna, tutte nel comune di Parzanica, ha presentato richiesta di agibilità, con la relativa documentazione di lavori eseguiti, ottenendola per silenzio assenso dopo 60 giorni, come prevede la legge.
    Però, e non si sa bene quando e come, ma comunque non oltre qualche mese fa, è risultato che le opere di urbanizzazione ( strada, illuminazione e altro) non erano state completate, cioè falsamente dichiarate complete, per cui all'intera opera, considerata lotto unico, è stata tolta l'agibilità per mendace documentazione.
    Il comune conferma che su richiesta potrebbe avviare l'iter per il completamento delle opere, ma la cosa potrebbe richiedere anni.
    Nel frattempo, potrei abitarci, ma non affittarlo, e per venderlo dovrei renderlo noto all'acquirente, con conseguente svalutazione.
    Nei prossimi giorni ci sarà una riunione di tutti gli interessati ( almeno 200) per capire che azione comune intraprendere, anche perchè non è chiaro se l'azione comunale dopo otto anni non abbia ulteriori risvolti di illegalità ( per dire omissione di atti d'ufficio) ed eventualmente fare ricorso al TAR o affidare ad un avvocato l'azione comune.
    Inoltre vorrei sapere se posso rivalermi su chi mi ha venduto la casa, anche se ovviamente era in buona fede.
    Grazie per l'interessamento, e grazie anche per Vostri ulteriori pareri
     
  19. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Se il problema era solo l’impianto d’illuminazione si. Dalle tue parole il problema riguarda una non conformità dell’impianto elettrico e una dichiarazione mendace (che è più responsabilità del tecnico professionista che non del venditore) questo per rispondere anche a @moralista.
    Perché chi firma o attesta l’Agibilità è sempre un professionista, anche se per conto dell’impresa.
    Il Professionista può e deve negare di preparare la richiesta se gli allegati mancano o non sono a posto.
    Anche il Comune però che si accorge dopo 10 anni di una non conformità in un allegato la dice molto lunga sulla qualità dei controlli!
    Tra l’altro con la nuova autotutela il Comune può revocare atti propri ma entro 18 mesi e non 10 anni per cui sarebbe contestabile la richiesta del Comune.

    Vi ricordò che 10 anni fa il professionista per conto del proprietario faceva la DOMANDA al Comune per Agibilità ma ero lo stesso Comune che viste le condizioni la rilasciava o respingeva o chiedeva integrazioni. Questi hanno rilasciato un documento ed ora dopo 10 anni contestano? Ciccia Pubblica amministrazione: il silenzio assenso in 30 giorni

    Oggi come oggi il Professionista attesta edassevera lui la responsabilità per cui ad oggi un Agibilità rimane un atto asseverato da un Prof in tutto e per tutto, ovviamente scaricando le responsabilità del Comune sulle spalle del prof. In Italia nella P.A. ogni giorno ne studiano una per scaricarsi di responsabilità e caricarle sui privati. La SCA è solo un esempio!
     
    A Gianco piace questo elemento.
  20. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    da quanto scrivi il comune è palesemente inadempiente: non si è mai accorto in 10 anni che opere di urbanizzazione non sono state completate? una follia
    Che siano considerate inagibili unità immobiliari per questa ragione non ha alcun senso, se gli impianti delle abitazioni sono conformi, sono agibili.
    Il Comune fa la voce grossa sperando che voi provvediate a completare ma è un discreto abuso di potere, fatevi assistere da un legale competente.
    La vendita dell'immobile con la situazione attuale non è possibile ma l'affitto si, sempre che sia certa la conformità degli impianti
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina