1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. kkyy

    kkyy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti, dovrei farmi rimborsare un ticket di oltre 50 euro in quanto il medico curante, il quale
    ha redatto l'impegnativa, ha "mancato" di mettere l'esenzione.Errore del medico di famiglia, quindi.
    Lo stesso medico mi ha detto di non essere al corrente della procedura di rimborso, e di chiedere alla ASL locale, la quale mi ha confermato di aver diritto al rimborso (in quanto ultra65enne già da diversi anni...e da altrettanti anni avevo l'esenzione ticket) e di chiederlo pure all'Ospedale della mia zona; chiamo l'ufficio relazioni col pubblico dell'ospedale e mi dicono che per legge le impegnative redatte dal medico curante non possono essere rimborsate (avrebbero potuto essere rimborsate solo le impegnative redatte da uno dei loro specialisti).Poi non mi dato nessuna indicazione, lacsiando intendere che non c'è nulla da fare...soldi persi, secondo loro.
    E chiederli direttamente al medico curante? Avrà un'assicurazione a tutela dei suoi sbagli?
    O a chi dovrei chiederli? C'è un termine per chiedere il rimborso?
    Grazie per le delucidazioni
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ti ha confermato di avere diritto all'esenzione. Di avere diritto al rimborso di quanto pagato è altra storia.
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Dovresti sapere che per recuperare i soldi dati alla pubblica amministrazione è più costoso del recupero. A meno che non si parli di importi consistenti. E tieni conto dei tempi da destinare all'operazione ed alle incaz...ure che devi sopportare.
    Quello che riesci a recuperare in moneta, lo perdi in salute.
     
  4. SuperRomu

    SuperRomu Membro Junior

    Professionista
    Gent.le Kkyy,
    Certo che può chiedere all'ASL Locale il rimborso del ticket versato per mancanza del medico che all'interno del rilascio della prescrizione medica non ha dichiarato che lei era esente, ma già risultante ai registri del Distretto Sanitario.
    Deve recarsi presso la Direzione Amministrativa della struttura oppure dell'ufficio cassa/CUP al qui è stato effettuato il pagamento, presentando un'istanza di Rimborso Ticket al quale vengono rilasciati i dati identificativi del sottoscritto con un recapito telefonico ed eventuale indirizzo pec, la motivazione del rimborso e l'importo e la modalità in cui vuole che gli venga restituito tale importo, allegando un documento di riconoscimento e codice fiscale e l'originale del pagamento del ticket facendosi lei una fotocopia per sé, in più la fotocopia del certificato dell'esenzione che attesta proprio di essere esente.
    Saluti.
     
    A kkyy piace questo elemento.
  5. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La stranezza è proprio l'emissione della prescrizione senza l'indicazione del codice esenzione. Ormai avvengono in automatico nello studio del medico tramite i moduli bianchi emessi dal PC del medico. Moduli che già da tempo sostituiscono quelli rosa. che il più delle volte venivano compilati a mano. È compito del medico farsi aggiornare i dati dalla ASL.
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    La ricevuta è tale perché è l'unico documento che possa dimostrare l'avvenuta operazione. Del pagamento con conto corrente postale, a prova dell'avvenuto pagamento si consegna l'attestato e si trattiene la ricevuta. Chi deve controllare la regolarità con gli estremi dell'attestato può controllare la veridicità dell'operazione. Se uno non è in possesso della ricevuta non può dimostrare di averla effettuata se l'ufficio ricevente dovesse averla smarrita. Logica vuole che, se un ufficio pretende la ricevuta, si fa la copia fotostatica della stessa ed al momento della consegna si porta anche l'originale ed il funzionario addetto autentica, per presa visione, la rispondenza della copia consegnata con l'originale.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    C'è qualcuno che paga i ticket sanitari con tale mezzo?
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Forse non si era capito, cercherò di essere più esplicito. Prendendo ad esempio il conto corrente postale di qualche tempo fa ti rilasciavano attestato e la ricevuta: la prima la consegnavi per dimostrare l'avvenuto pagamento, l'altra la tenevi per dimostrare in qualsiasi momento che avevi ottemperato e non ti potevano dimostrare il contrario.
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Forse non hai letto la mia domanda: C'è qualcuno che paga i ticket sanitari con un versamento su c/c postale?
     
  10. SuperRomu

    SuperRomu Membro Junior

    Professionista
    Egregio Collega,
    In effetti in merito alla ricevuta che è tale perché è l'unico documento che possa dimostrare l'avvenuta operazione, nessuno lo mette in discussione e sembra che non ci sia stato alcun contraddittorio in merito.
    Molte volte noto che ci sono commenti al quale si ripetono sempre le stesse cose semplicemente perché ci si vuole rendere partecipi alla discussione, mentre la soluzione è stata già data precedentemente, ma forse ci si resta del fatto che non si presta attenzione a quanto scrivono gli altri o forse non ci si importa proprio del fatto.
    Saluti
     
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il mio intervento,
    era finalizzato a contestare le pretese dell'ufficio e per avvalorare l'assurdità della pretesa ho portato l'esempio del pagamento mediante conto corrente postale.
    Mi sembra così chiaro!
     
  12. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Francamente non vedo responsabilità da parte ASL.
    Chi ha sbagliato è in primis il medico curante: in seconda battuta il paziente che non ha verificato la mancanza del codice esenzione.

    Anche a me è capitato: per la verità con prescrizione di specialista ASL che ha richiesto un successivo esame: quando mi sono presentato all'accettazione, la risposta è stata:
    - O torna dal medico a farsi sostituire l'impegnativa, o devo applicarle il ticket.
    La prossima volta starò più attento anch'io.

    Il vero problema sta nel fatto che al di là delle dichiarazioni propagandistiche, ben raramente i vari sportelli sono in grado di leggere la scheda sanitaria ed il possesso delle esenzioni.
     
  13. SuperRomu

    SuperRomu Membro Junior

    Professionista
    Rimborsa serenamente senza alcun problema proprio perché il medico prescrive la ricetta per una prestazione specialistica che comunque rientra nella competenza nella cassa sanitaria regionale, quindi non vedo il problema dove può sorgere... C'è stato un errore di distrazione nell'emissione, non facciamolo un problemone.
     
  14. kkyy

    kkyy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Riapro questa discussione perchè ho contattato il C.U.P. dell'ASL in cui ho pagato il ticket dicendo che avrei presentato istanza di rimborso ticket, dettagliandone i motivi, ma continuano a dirmi che non ho diritto a un rimborso in quanto l'impegnativa è stata redatta dal medico di base (se fosse stata redatta da un loro specialista avrei invece avuto diritto al rimborso).Insomma, mi fanno ampiamente capire che presenterei l'istanza di rimborso inutilmente.Che faccio?, gliela consegno ugualmente? Ma qual'è questa legge che continuano a nominarmi (senza darmene i riferimenti) secondo la quale se l'impegnativa è redatta dal medico di base non ho diritto al rimborso del ticket? Ok, come dicono al CUP, che sarebbe stato nel mio interesse controllare che l'impegnativa fosse stata emessa CON il codice esenzione...ma comunque l'ASL non ha il diritto di trattenere degli importi versati erroneamente dal contribuente.
    ...la presento ugualmente?, e se me la rimbalzano che gli dico?
    Grazie del supporto
     
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Puoi sempre fare ricorso e se hai ragione ti deve essere riconosciuta.
    Prova a sentire il parere di un CAF, credo che siano in grado di seguire la pratica o indicarti al meglio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi