1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. proprietariocasa

    proprietariocasa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Sono in procinto di affittare un mio appartamento e vorrei utilizzare come garanzia dell'affitto la "fideiussione". Ho notato alcune pubblicità (anche su questo forum) e mi chiedo fino a che punto ci si possa fidare e se qualcuno di voi abbia avuto esperienze in tal senso. Grazie a tutti coloro che sono in grado di aiutarmi.[DOUBLEPOST=1368916801,1368916664][/DOUBLEPOST]Ho risolto il mio problema con l'aiuto in linea. Avevo inserito un link e ciò è proibito farlo.
     
  2. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    egregio proprietario da un imprecisata città.... prenda con le molle le offerte sul web perchè ciò che va verificato è il contenuto delle clausole della fideiussione prima di proporle al conduttore e ciò vale anche per quest'ultimo.
     
  3. proprietariocasa

    proprietariocasa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Sono della provincia di Milano, ciò premesso certamente porrò molta attenzione alle clausole della fideiussione che mi verranno proposte. Quello che mi farebbe piacere è avere un parere da chi ha avuto una esperienza del genere. Ti ringrazio StLegaleDe ValeriRoma.
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se la fidejussione è bancaria, è l'unica sul mercato che dia più garanzie, a confronto di altro, che habbiamo a disposizione ciao
     
  5. SClaudio

    SClaudio Membro Ordinario

    Ciao,

    hai valutato la possibilità di utilizzare il "Servizio Garanzia Affitto" di Banca Intesa? E' una convenzione tra la banca e Confedilizia (dovresti iscriverti, al costo di circa 80 euro annui).

    Non sembra male, anche se finora non ho trovato nessuno che l'abbia utilizzato e sappia dirmi come è andata (quali garanzie chiedano ai conduttori e quant'altro)...
     
  6. proprietariocasa

    proprietariocasa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Vi ringrazio dei suggerimenti che gentilmente mi avete dato, Ho parlato con la mia banca che è Intesa Sanpaolo ma non è essa a esigermi una fideiussione bensi' è la banca del mio inquilino alla quale lui (il mio inquilino) dovrebbe rivolgersi per avere la fideiussione. Saluti.
     
  7. SClaudio

    SClaudio Membro Ordinario

    Per quanto ho letto, il tuo inquilino può anche non essere loro cliente: lui dovrebbe andare in una filiale di Banca Intesa (secondo me se è la tua filiale è meglio), portando un documento che attesti la tua iscrizione alla Confedilizia e la bozza di contratto (più i suoi documenti) e chiede la fideiussione in base alla convenzione.

    Ma non so con esattezza la banca cos'altro possa chiedere al tuo conduttore.
     
  8. proprietariocasa

    proprietariocasa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Da quello che ho potuto sapere, richiedono un conto corrente attivo nella banca medesima, nonchè deposito titoli BTP e cose di questo genere per avere una garanzia reale.
     
  9. Il Custode Guardiano

    Il Custode Guardiano Custode del Forum Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    A possessore e proprietariocasa piace questo messaggio.
  10. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se chiedono tutte queste cose anche le altre banche, fanno lo stesso, e dovè la convenzione con Confedilizia?
     
  11. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per quanto alla mia esperienza :
    - il mio inquilino la ha ottenuta un anno fa presso la Banca Popolare di Vicenza di cui e' correntista acquistando obbligazioni della banca dell'importo della fidejussione e ricevendo dalla banca un interesse dell'1% invece del 4% offerto dalle obbligazioni
    - un altro inquilino interessato non la ha attivata presso la sua banca di cui non so il nome perche' la banca richiedeva un 3% sul canone di affitto che avrebbe prelevato direttamente dallo stipendio accreditato sulla stessa
    - da quello che ho letto le banche valutano l'entita' del conto corrente, i versamenti mensili e la capacita' di risparmio storica del correntista e se ritenuto affidabile concedono la fidejussione ad un costo del 2% o 3% del canone di affitto se non riscontrano tali caratteristiche chiedono la sottoscrizione di titoli a scadenza piu' lunga della durata della fidejussione.
    Naturalmente le suddette fidejussioni sono per durata pari alla durata del contratto piu' un anno, a prima richiesta e senza obbligo di costituzione in mora ne' di previa escussione da parte del conduttore (art. 1944 comma 2 C.C.) e garantiscono quindi il proprietario almeno fino all'importo della fidejussione.
    Normalmente chi presenta fidejussione non versa i due o tre canoni a garanzia per i quali e' dovuta la restituzione da parte del proprietario a fine locazione e con l'interesse al tasso legale.
    Relativamente l'accordo Banca Intesa - Confedilizia non ho mai avuto modo di trovare chi ne abbia usufruito neppure chiedendo su questo ed altri forum.
    Tuttavia se l'inquilino non ha garanzie da produrre alla Banca l'accordo a nulla vale e sembra piu' una formula per far aderire a Confedilizia i proprietari.
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Qualcuno che l' ha capita, nessuno da qualcosa per niente e se non ha un torna conto, non fa niente ciao
     
  13. SClaudio

    SClaudio Membro Ordinario

    Quella di Banca Intesa-Confindustria dovrebbe costare l'1,4% del canone di affitto, che confrontato con il costo di fideiussioni "assicurative" penso sia competitivo e non conveniente.

    Ad ogni modo, ritengo anche che il fatto che la banca chieda determinati requisiti di "solvibilità" all'eventuale conduttore, sia un'ulteriore garanzia per il locatore (io non affitterei ad un lavoratore dipendente che come reddito "dimostrabile" abbia un valore di poco superiore, se non inferiore, al canone di affitto che gli sto chiedendo...).

    Per contro, ovviamente, c'è che non tutti hanno tali requisiti, pertanto la fetta di mercato a cui ci si rivolge si restringe; ma credo che buona parte dei locatori, di questi tempi, preferirebbe avere più garanzie (anche al costo di impiegare più tempo a trovare un conduttore coi "fiocchi".:)
     
  14. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per garantirsi al meglio la regola e' che il canone di affitto non sia inferiore al 30% del reddito dimostrabile dal probabile inquilino. Meglio se nel nucleo familiare ci siano piu' redditi ed almeno uno da lavoro dipendente continuativo.
    Relativamente le fidejussioni quelle bancarie sono piu' difficili da ottenere ma piu' sicure di quelle assicurative.
    Sono tempi duri (anche Telecom Italia mette in mobilita' i dipendenti!) e la ricerca di un inquilino affidabile e comunque serio (perdere il lavoro capita sempre piu' spesso) comporta sicuramente tempi piu' lunghi.
    Per quanto possibile bisogna cercare di evitare i morosi di professione sui quali e sulle precauzioni per evitarli si e' gia' scritto abbastanza sul forum
     
    A ingros76 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina