1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    sono nuova e saluto tutti nel forum.

    Il mio problema è il seguente:
    Mio fratello celibe e con problemi di lavoro, viveva con la mamma, in casa di proprietà della mamma.
    Alla sua morte avvenuta nel 2010, mio fratello mi ha impedito di fargli visita in casa e di avere alcunché dicendo che è tutto suo (ci sono anche cose mie da ragazza).
    Mi ha portata da un notaio (il mio non andava bene), del quale non ha voluto dirmi il nome dicendo che non dovevo informarmi (ero preoccupata delle spese). Lì, in presenza di mio figlio, sono venuta a sapere che esisteva un testamento redatto a mano in cui si lasciava mio fratello erede universale (scritto di quattro righe in cui io non ero nemmeno menzionata).
    Il notaio mi ha detto che era suo dovere pubblicare il testamento così com'era.
    Mio fratello ha dichiarato verbalmente che mi avrebbe dato la mia quota (legittima spiegata dal notaio) alla vendita di altre proprietà (oltre la casa abitata: villetta al mare e negozio al 50% con mio fratello).
    -----Sottolineo che mia mamma mi ha più volte chiesto denaro per pagare le spese condominiali. Uno di questi prestiti è stato chiesto anche a mio marito, che ha versato l'importo davanti a un avvocato che voleva mandare l'appartamento all'asta per morosità nelle spese condominiali (monolocale poi venduto). Sono sempre stata presente nei ricoveri ospedalieri sia di mio fratello che di mia mamma, li ho sempre invitati a Natale, ho anche sempre pagato l'affitto alla mamma per i giorni passati nella sua casa al mare con mio figlio (suo unico nipote, ma dovevo contribuire). Ho cominciato a lavorare a 16 anni e ho sempre versato lo stipendio in casa. Io credo che questo testamento sia falso------
    Sono passati due anni, mi sono interessata attivamente per la vendita della villetta e del negozio che presentano vari problemi, ma quando devo essere presente vengo subito estromessa: o perchè è già partito o perché c'è l'agenzia contattata solo da lui. Ha provveduto a vendere oggetti vari, a chiudere i conti correnti.
    Mi sono rivolta in questi giorni ad un avvocato. Il preventivo extragiudiziale è più di 8.000 euro.
    L'unico documento dichiarativo di questi prestiti è quello dato a mio marito in cui si certifica che mio marito e mio fratello pagano le spese condominiali (è del febbraio 2002) del monolocale intestato a mia mamma e poi venduto nel 2003. L'avvocato dice che il credito è scaduto.
    L'avvocato dice che possiamo fare un contratto con mio fratello. Sono sicura che mio fratello non lo onorerà mai. Nel contempo mio fratello mi fa sapere che ha bisogno di assistenza e che se io non lo invito spesso a casa mia donerà tutto alla chiesa, che le proprietà sono tutte sue e che se gli telefono ancora mi denuncerà per stalking.
    Avete un consiglio?
     
  2. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    buongiorno al forum
    questa notte ho letto moltissimi messaggi del forum, ma le risposte + o - adatte a me erano di rivolgersi ad un avvocato e fare l'azione di riduzione. Ho sbagliato a postare? Ringrazio chi mi dedicherà un po' del suo tempo.
     
  3. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il fatto è che il tempo ti si può dedicare, ma purtroppo non credo ci siano risposte alternative a quelle già da te individuate.
    Potresti lasciar perdere il passato, incassare, anche per via giudiziale, la tua quota di legittima, e dimenticarti di avere un fratello ...
    Ecco, forse a tuo fratello potresti fare presente che invece di pretendere assistenza la otterrebbe senza neanche doverla chiedere se lasciasse stare la prepotenza e la cattiveria nei tuoi confronti. Fagli presente che il tuo obbligo nei suoi confronti si limita alla prestazione, in casi di vera necessità, degli alimenti, non certo all'accoglienza in casa tua.
    E poi, visto il suo comportamento, capace che pur ottenendo da te assistenza lasci tutto alla Chiesa.

    Prima di arrivare alle denunce meglio che parlino tra loro i vostri avvocati. Non credo che tu riesca ad ottenere qualcosa altrimenti e mi dispiace sinceramente per te, non tanto per la questione economica, quanto per il legame familiare e di reciproco sostegno che sarebbe giusto avere tra fratelli.
    In bocca al lupo.
     
  4. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Guardavo continuamente la posta, grazie mari56 anche per l’umanità e la saggezza che traspare dalle tue parole.
    Penso che i miei genitori si staranno rivoltando nella tomba per i sacrifici che hanno fatto per avere qualche proprietà e poi noi li buttiamo via così, litigando.
    Vorrei porre qualche domanda:
    1. l’avvocato mi prosciugherà quasi tutto il conto, a me sembra un po’ troppo il preventivo al quale vanno aggiunte le spese vive, o almeno non mi aspettavo una cifra così alta.
    Se gli dico che mi occuperò personalmente di reperire dei documenti tipo visure, copie di rogiti, denuncia di successione, estratti conto in posta per il conto della mamma/mio fratello: è un discorso che si può fare per contenere le spese dell’avvocato? Questo per il mio conto, l’avvocato mi pare bravo, ha le idee molto chiare.
    Ho letto nei post che la banca o le poste devono dare gli estratti conto fino a 10 anni fa, se porto certificato di morte e pubblicazione del testamento. (la pubblicazione l’avevo già ritirata, ma il notaio mi aveva detto che non mi serviva la dichiarazione di successione. Lunedì vado a ritirare le fotocopie, se non dovesse essere quello il documento, vado direttamente all’Ag Entrate).

    2. Seconda domanda: il prestito di mio marito era consistente, ho la copia della dichiarazione dell’avvocato del condominio che attesta il versamento per le spese condominiali, parte di mio marito e parte di mio fratello per il monolocale intestato alla mamma, porta la data 15/5/2002. E poi venduto credo nel 2003 o 2005. La restituzione gli è stata chiesta verbalmente diverse volte, anche in presenza del notaio che ha redatto la pubblicazione del testamento il 20/10/2010.
    Per questo monolocale ho rintracciato il notaio, che mi invierà per mail l’atto. (questo perché mia mamma ha avuto un ictus nel 2003, che ha offeso la parte destra. L’avvocato ha esaminato il testamento tutto tremolante e vuole vedere una firma successiva all’ictus. Se posso spendere ancora una parola, il testamento redatto di pugno ha una città illeggibile, una data enorme, poi dice “nomino mio erede universale mio figlio S.” e firma. ….Sono rimasta senza parole…). Io riconosco che mio fratello ha seguito mia mamma più di me, ma noi abbiamo avuto disoccupazioni improvvise, assunzioni a tempo determinato, investimenti gravi, operazioni al cuore e per ultimo il coma di mio marito e un altro intervento al cuore. Non eravamo proprio al top.
    Se gentilmente mi darete qualche consiglio, ve ne sarei grata. Serena domenica a tutti.
     
  5. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Mi sono dimenticata: che genere di contratto si deve fare se si giunge ad un accordo? Si deve andare dal notaio? e che garanzie ci sono che venga rispettato?
     
  6. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    c'è qualcosa che non quadra: come ha potuto il fratello far registrare al catasto tutti i beni immobili? La parte legittima doveva comparire nelle volture
     
  7. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ciao GianfrancoElly, stò andando oggi dal notaio di mio fratello per farmi dare la denuncia di successione e vedere cosa c'è scritto. Ho saputo di questa denuncia leggendo il forum, il notaio mi aveva dato solo la pubblicazione del testamento. Spero che sia proprio la denuncia di successione e non altro. Ho saputo dal forum che posso andare all'Ade a farmi dare copia. Ti saprò dire. Grazie per essere intervenuto.
     
  8. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ciao Mery56 ho già risposto al tuo gentile intervento, ma pare che sia alla verifica dello staff e non è stata ancora qui inserita
     
  9. erwan

    erwan Membro Attivo

    finché l'erede legittimo non agisce in riduzione c'è solo un erede testamentario che presenta la sua dichiarazione di successione...
     
  10. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    buongiorno Erwan. Stessa cosa dice l'AGE, alla quale mi sono rivolta per avere copia della denuncia di successione, che è a pagamento a circa € 70. Mi sono rivolta all'AGE perché la copia consegnatami dal notaio non aveva protocollo né i soliti timbri che applica un ente pubblico. E' necessario che io abbia questa copia o va bene anche quella del notaio, così senza timbri vari? grazie.
     
  11. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Avete qualche suggerimento, tengo in grande considerazione le vostre opinioni. Grazie
     
  12. erwan

    erwan Membro Attivo

    il notaio è indispensabile quando sono trasferiti diritti su immobili, altrimenti una transazione si può concludere anche solo con una scrittura privata: non ci sono ovviamente garanzie che venga rispettata, ma c'è la possibilità di farla valere con un procedimento giudiziario.

    ma se come ho capito lei è seguita da un avvocato lei è già nelle mani di un professionista che può darle tutte le necessarie delucidazionie consigliarla per il meglio.

    quanto alla copia della successione a cosa le serve esattamente?
    se è solo a scopo informativo credo sia sufficiente la copia informale che già le è stata rilasciata...
     
  13. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    si Erwan, ho dato mandato ad un legale, ma l'esperienza mi ha insegnato che gli avvocati vanno seguiti "strettamente" per evitare sorprese. Tengo in grande considerazione gli esperti del forum e ascolto, e perlomeno ripenso, a quanto detto da chi interviene.
    Al momento cerco di non spendere eccessivamente, perciò mi occupo di reperire tutti gli atti e i documenti presso gli uffici pubblici, tutti quelli che posso, e consegnarli all'avvocato. Lo so che può farlo lui direttamente ma il costo che ne consegue diventa per me eccessivo. La copia di successione così com'è risulta informativa, ma chiedevo, se poteva andare bene anche così senza dover richiedere una copia "vera" all'AGE.
    Forse mi stò preoccupando anzi tempo, ma ogni volta che “tiro a campare” mi ritrovo ad essere ancora più in ansia.
    Ora sono profondamente amareggiata e offesa, anche se cerco di nasconderlo dandomi da fare.
    Quello che cerco di fare questa volta e farmi trovare preparata.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina