1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ogniriccio1capriccio

    ogniriccio1capriccio Nuovo Iscritto

    il mio problema è questo dopo 6 anni di convivenza penso che siamo giunti al capolinea. Il mio ragazzo ed io abbiamo comprato casa lo scorso anno, è cointestata al 50%.
    Mi vorrei tenere la casa.. Come funzionano le cose? Devo ridargli la metà dei mesi pagati o devo comprare la sua quota? Io non ho 70000 euro come devo fare? Li anticipa la banca? L'altro problema è che da sola non ce la farei a pagare il mutuo!
    Cosa mi consigliate? Per orgoglio non voglio vendere casa anche se è la soluzione migliore visto che potrei trovarmi un monolocale in affitto, ma ci ho buttato tanto sudore e sacrifici che per me è come una sconfitta personale!! Senza contare il problema dell'IVA che dovrei ridare visto che abbiamo usufruito delle agevolazioni sulla prima casa.
    Grazie a tutti quelli che mi chiariranno le idee in questo momento di confusione!!
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    se e' cointestata al 50% il tuo ragazzo e' proprietario al 50% nel caso la vendiate.
    se da sola non ce la fai a pagare il mutuo il discorso si esaurisce subito. vendetela e cercate di rifarvi una vita.
     
  3. abaietti

    abaietti Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Falla valutare e compra il suo 50%.chiedi un nuovo mutuo alla stessa banca con cui ti impegni ad estinguere quello precedente.allunga la durata in modo da abbassare la rata. Fatti pero' bene i conti x non impiccarti con il mutuo.considera anche i costi notarili sull'acquisto del 50%.puoi usufruire nuovamente dei vantaggi prima casa.in bocca al lupo.
     
  4. ogniriccio1capriccio

    ogniriccio1capriccio Nuovo Iscritto

    grazie del consiglio!! speriamo sia fattibile!! il mutuo attuale è già di 30 anni..
     
  5. tamara

    tamara Membro Attivo

    aggiungerei a quanto già è stato giustamente detto che nel momento in cui liquidi il tuo compagno non è certo il 50% del valore di mercato che devi restituire (visto che la casa deduco che al momento pur essendo formalmente intestata a voi è di fatto della banca visto che avete un mutuo trentennale ed è trascorso solo un anno da quando l'avete acquistata). Quindi io gli farei una proposta di restituzione del denaro che lui ha investito per l'acquisto di tale immobile (capitale iniziale e eventuali rate del mutuo da lui pagate). Ovviamente poi il mutuo rimane intestato a te.
    Non hai specificato se avete figli, in tal caso cambierebbero le cose.
     
  6. ogniriccio1capriccio

    ogniriccio1capriccio Nuovo Iscritto

    no non ci sono figli, i soldi investiti per i mobili o allacci per esempio erano di entrambi non siamo stati a guardare chi pagava anche se è tutto a mio nome.
    Quindi tu dici di proporgli solo la metà delle rate versate?
    Se la banca mi da l'ok e riuscissi ad accollarmi la sua quota, potrei fare il tutto con la vecchia pratica? mi spiego, cioè senza ristipulare un nuovo mutuo? Tutto questo perchè i miei non vogliono più mettermi la firma come garanti e nella pratica attuale invece hanno firmato
     
  7. tamara

    tamara Membro Attivo

    E' ovvio che devi proporgli solo quanto lui ha versato per l'acquisto della casa, diversamente si troverebbe ad avere il valore di metà dell'immobile con un investimento minimo (un bel guadagno no??) e tu finisci per pagare la metà dell'immobile due volte. Facciamo il caso invece di rilevare la sua quota decidiate di porre in vendita l'immobile ad esempio ricavandoci 140.000,00 euro e che l'importo del mutuo residuo sia di 120.000,00 (che andrebbero pertanto detratti dai 140 mila e restituiti alla banca) lui ricaverebbe 10.000,00 (e tu anche) ... perchè dovrebbe ricavarci di più nel caso comprassi tu la sua metà? Quanto al fatto di dover accendere un altro mutuo o di liberare lui e tenere il contratto di mutuo in corso dovresti rivolgerti alla tua banca.
     
  8. ogniriccio1capriccio

    ogniriccio1capriccio Nuovo Iscritto

    pensavo che col fatto che entrambi siamo proprietari gli avrei dovuto pagare il 50% del valore della casa per comprare la sua parte
     
  9. tamara

    tamara Membro Attivo

    si se fosse totalmente pagata...la casa è per modo di dire vostra visto il mutuo
     
  10. ogniriccio1capriccio

    ogniriccio1capriccio Nuovo Iscritto

    grazie! quindi dovrei dargli metà della quota capitale pagata? tanto la banca non mi accetterà mai di dare solo a me il mutuo
     
  11. tamara

    tamara Membro Attivo

    Praticamente sì, salvo aumenti di valore dell'immobile...in ogni caso a lui conviene in quanto metterla in vendita significa aspettare di trovare un acquirente (e di questi tempi ... è veramente dura vendere bene un immobile) prima di rientrare del capitale investito,oltre al fatto che se non volete ricorrere al fai da te (fortemente sconsigliato) dovrete pagare entrambi anche le provvigioni dell'agente immobiliare.
    Non conosco la tua situazione ma non partire già sconfitta: se hai uno stipendio e i tuoi genitori fanno da garanti non è detto che la banca non ritenga di accogliere la tua richiesta.
     
  12. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Per ogniriccio 1 capriccio
    La cosa migliore da fare sarebbe quella di comprare l'altra metà dal tuo compagno ed accollarsi tutto il mutuo.
    Poichè,se non ho inteso male, tu non puoi sopportare la rata per l'intero mutuo,il quale è già ben strutturato perché a 30anni, non vi resta altro che vendere l'immobile. Salvo valutare un eventuale supporto con l'intervento di una terza persona come ulteriore garante.
    ciao
     
  13. ogniriccio1capriccio

    ogniriccio1capriccio Nuovo Iscritto

    nell'attuale mutuo ho già la firma di un garante, secondo te si potrebbe allungare a 35 o 40 anni in modo da abbassare la rata?
     
  14. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Devi interpellare la banca per conoscere ,sulla base delle tue attuali possibilità economiche , cosa e come potrebbe fare per addossare tutto il mutuo residuo a te. Allo stato attuale ciò che conta è solo la tua capacità reddituale,che deve risultare da un lavoro a tempo indeterminato e possibilmente sicuro. Tieni presente che, bancariamente, la rata massima che puoi sopportare dovrebbe corrispondere a circa il 35/40 % dello stipendio.

    Auguri
     
  15. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    dunque è evidente che tu gli devi solo quanto versato nell'immobile e non la metà del valore dello stesso in quanto lui non lo ha pagato. il problema è accollarsi la sua parte di mutuo previo acquisto della sua quota. secondo me la banca ti chiederà un nuovo contratto perchè nel frattempo credo che i tassi si siano alzati e perchè ricalcola gli interessi ma non credo che accetterà di non avere più i tuoi genitori come garanti. dunque se come credo di capire loro per primi non ti ritengono in gardo di far fronte al mutuo e pertanto non vogliono rispondere per te, non credo tu possa far altro che vendere.. se la casa lo permette potresti però cercarti un coinquilino che ti aiuti con il mutuo. magari tuoi genitori ci ripensano. in ogni caso non vederla come una sconfitta, il rapporto non ha funzionato, capita ma questo non fa di te una persona peggiore ma una persona capace di riconoscere i propri errori che viva in una casa o in un monolocale. io quando ho fatto il mutuo ho fatto in modo di avere una rata che avrei potuto pagare anche da sola, (scegliendo un appartamento più piccolo e decentrato) perchè non si sa mai cosa può succedere, ma se tu hai acquistato un appartamento e non la Reggia di Caserta cosa dovrebbero rimproverarti gli altri per considerarti una fallita? se poi hai acquistato una reggia rivendi e con il ricavato acquista un appartamento più piccolo, costerà meno e potrai permetterti un mutuo tutto tuo!
     
    A Antennaria piace questo elemento.
  16. ogniriccio1capriccio

    ogniriccio1capriccio Nuovo Iscritto

    grazie dei consigli!!
    sono andata in banca e mi hanno detto che la loro banca non fa mutui per oltre 30 anni e che non accettanno la mia richiesta di mutuo accollo. a meno non tiri fuori 30.000 euro (non so da dove!!). al che ho pensato che potrei chiedere ai miei genitori di comprare la quota del mio ex convivente. ma dubito che accetteranno. mi dispiacerebbe proprio dover vendere la casa!! ma è possibile che nemmeno se vado a fare 2 lavori accettino l'accollo?? ma sono degli strozzini!! scusate lo sfogo ma sono un pò abbattuta oggi!
     
  17. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non so quanti anni hai dunque quanti anni di lavoro ti aspettano ma le banche non sono famose per far beneficenza. tu puoi fare due lavori ma di che tipo? a tempo indeterminato entrambi? o almeno uno dei due è di quelli che oggi cìè e domani chissà? la banca vuole solo esser sicura che i soldi vengano restituiti senza esser costretta a far vendere la tua casa all'asta per rivederli. del resto se la banca dove hai i tuoi soldi prestandoli a coloro che non possono renderli fallisse e tu perdessi buona parte di quello che hai ti andrebbe bene? guardala da un'altra ottica, se ti dà i soldi e tu pur lavorando come una matta nn riuscissi a far fronte alle rate e perdessi la casa sarebbe meglio? adesso o i tuoi genitori/fratelli/parenti/amici ti aiutano subito o lasci perdere subito e ricominci da capo. in ogni caso in bocca al lupo!
     
  18. abaietti

    abaietti Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Sono d'accordo con Arianna. La casa che vuoi tenere non deve diventare un cappio se no finirai x odiarla. La vita ti può riservare delle piacevoli necessita di denaro: un matrimonio., un figlio o anche solo una vacanza. Poi ci sono le necessita meno piacevoli che x scaramanzia meglio non elencare. Sicura di volerci rinunciare? Secondo me vita nuova casa nuova e morta li. Personalizzatela e rendila tutta tua, vedrai che alla fine sarai soddisfatta! In bocca al lupo!!
     
  19. ogniriccio1capriccio

    ogniriccio1capriccio Nuovo Iscritto

    io ho 26 anni e ho un lavoro a tempo indeterminato. ma per necessità me ne cercherei un altro chiedendo di mettermi in nero o con un contratto a chiamata se no con il 730 poi è un macello
     
  20. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    sorvolando su altri aspetti mi permetto di farti notare che alla banca il "nero" non risulta. dunque come non averlo. tu non hai garanzie loro neanche.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina