1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    A partire dal 1 maggio 2011, ogni volta che una persona acquisterà in negozio un bene di importo superiore a 3.600 euro, dovrà fornire il proprio codice fiscale al commerciante, in modo che quest'ultimo possa trasmetterlo al Fisco, per consentirgli di alimentare lo "spesometro", o accertamento sintetico. In pratica, un profilo del tenore di vita del contribuente, che serve all'Agenzia delle entrate per individuare scostamenti significativi rispetto ai redditi dichiarati. Per i rapporti tra soggetti economici (imprese, professionisti, partite IVA in generale), invece, nei quali gli scambi di denaro avvengo sempre obbligatoriamente tramite fattura, la soglia oltre la quale scatta l'obbligo di comunicazione è 3 mila euro e la data di entrata in vigore il 1 gennaio 2011. Sono le regole per le nuove comunicazioni delle operazioni IVA, i cui dettagli sono stati resi noti tramite un comunicato del Direttore dell'Agenzia delle entrate, appena pubblicato.
    Scopo di tutto ciò è la lotta all'evasione, in buona parte fondata, secondo gli attuali orientamenti del Ministero, sull'accertamento del tenore di vita, lo "spesometro". Vogliamo sapere cosa compri e come spendi i tuoi soldi - è il ragionamento sottinteso - e se appuriamo che ti puoi permettere certe cose, i redditi che dichiari devono essere all'altezza, altrimenti veniamo da te e devi trovare il modo di giustificarti, se ci riesci. Se non ci riesci, sono guai.
    Il provvedimento riguarda tutti i titolari di partita IVA, perciò anche i collaboratori a progetto, a meno che non guadagnino meno di 3 mila euro in un anno. Il documento dell'Agenzia delle entrate specifica infatti che la regola vale anche per tutti i contratti di appalto, di fornitura, di somministrazione e gli altri contratti da cui derivano "corrispettivi periodici". In questo caso, la soglia dei 3 mila euro si applica a tutto l'anno solare.
    Intrage - Notizie: Fisco arriva lo spesometro, ci controllerà mentre acquistiamo
     
    A , marcella e bianca luce piace questo elemento.
  2. Franca68

    Franca68 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mah ! io credo che gli italiani cerchino di ovviare alla legge come fanno quasi sempre.
    E' possibile che lo Stato controlli tutte le spese superiori a 3.600 euro? il Grande Fratello ci controllerà.
    Dovrebbero fare uno sforzo per cercare di capire quali persone veramente spendano soldi guadagnati alle nostre spalle.
    Hanno scoperto una Commissione in Sicilia che ha lavorato in due anni solo 14 ore e il presidente percepisce 3.000 euro al mese per non fare niente.
    al TG hanno detto che l'avrebbero sciolta.
    L'Agenzia delle Entrate dovrebbe controllare anche le Entrate superiori a 3.000 di questi personaggi che veramente fanno danni molto più consistenti :rabbia:
    Comunque ora dovremo difenderci dal Grande Occhio?
    chissà :triste:
     
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    una magnifica perdita di tempo. viene segnalato allo stesso modo l'acquisto di un'utilitaria e quella di un cabinato a vela in puro tek. e scommetto che indagheranno sul primo...
     
  4. martino954

    martino954 Nuovo Iscritto

    Mi viene un dubbio: io sono pensionato e titolare di partita IVA (regime dei minimi-legge Bersani), se durante l'anno ad un mio cliente faccio una fattura (non devo applicare l'IVA, visto il mio regime) di importo superiore a 3.000 euro o più fatture, nel momento in cui la somma delle fatture fatte supera i 3.000 euro, allora il mio cliente oppure io (non ho capito bene) si deve comunicare all'Ade e poi in che modo (esiste un programma di trasmissione telematica di tale informazione?) che tale fatto è avvenuto? c'è qualche link ad un sito dell'ade cui fare riferimento?
    Grazie
    Martino
     
  5. manganelli4

    manganelli4 Nuovo Iscritto

    e' UNO STATO CANAGLIA ED ILLIBERALE ,ALTRO CHE STATO LIBERALE CHE NOMINA bERLUSCA.
     
    A Allen piace questo elemento.
  6. angeloB

    angeloB Nuovo Iscritto


    sono dello stesso parere: ai comuni mortali le rogne, agli altri niente; il tutto con perdita di tempo e soldi pubblici
     
  7. keyer

    keyer Membro Attivo

    Ma! secondo me, non faranno altro che peggiorare l'evasione, visto che l'alternativa alla comunicazione dei dati dell'acquisto superiore alla cifra predetta, sarà il nero! In questo modo si avrà l'effetto opposto del provvedimento = aumento dell'evasione.
     
  8. rubiiy

    rubiiy Nuovo Iscritto

    scusate, ma non ho capito bene: chi è titolare di P.IVA e durante l'arco dell'anno spende con fattura più di 3000 euro viene "segnalato"? O è solo una fattura di importo di 3000 euro o superiore a far scattare la segnalazione?
     
  9. Franca68

    Franca68 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    credo di aver capito che la fattura debba essere superiore a 3.000 euro, da questa cifra il venditore dovrà segnalare il nominativo all'Agenzia delle entrate. però non so bene in che termini.
    ciao ciao
     
  10. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

    A forza di chiudere un occhio qui o la, a forza di credere che evadendo 5 centisimi che per noi sono molto, perdiamo di vista il fatto che cosi' facendo legittimiamo anche i grandi evasori (per loro sono migliaia gli euro) a fare altrettanto e ad invocare delle riduzioni su tasse che, del resto, loro non pagano.E per la colpa di pochi (che continuiamo a non voler sanzionare perché, se lo si volesse veramente, si potrebbe) tutti noi siamo coinvolti.
    Io dico semplicemente : ben vengano questi controlli, a condizione che essi siano veramente efficaci... il che resta tutto da dimostrare.

    Girovagando sulla rete, ho trovato su Contribuenti.it, alcuni dati sull'evasione in Italia (del 2009,è vero, ma pur sempre significativi e vicini) e estraggo questi passaggi (cito) :

    "Cresce l'evasione fiscale in Italia che si conferma primatista europeo con il 51,2% del reddito imponibile non dichiarato. Nei primi dieci mesi del 2009, l'imponibile evaso in Italia è cresciuto del 11,7% ed ha raggiunto l'ammontare di 369 miliardi di euro l'anno. In termini di imposte sottratte all'erario siamo nell'ordine dei 144 miliardi di euro l'anno.

    È quanto emerge da un'indagine, diffusa oggi a Capri, effettuata da KRLS Network of Business Ethics per conto di Contribuenti.it, l'Associazione Contribuenti Italiani condotta su dati divulgati dalle Polizie tributarie degli Stati europei.

    Nella speciale classifica degli evasori, l'Italia è seguita da Romania (42,4% del reddito imponibile non dichiarato), da Bulgaria (39,3%), Estonia (37,2%), Slovacchia (34,5%).

    In Italia i principali evasori sono gli industriali (32,8%) seguiti da bancari e assicurativi (28,3%), commercianti (11,7%), artigiani (10,9%), professionisti (8,9%) e lavoratori dipendenti (7,4%). A livello territoriale l'evasione è diffusa soprattutto al Sud (29,4% del totale nazionale), seguito dal Nord Ovest (28,6%), dal Centro (21,2%) e dal Nord Est (20,8%).

    Cinque sono le aree di evasione fiscale analizzate da KRLS Network of Business Ethics: l'economia sommersa, l'economia criminale, l'evasione delle società di capitali, l'evasione delle big company e quella dei lavoratori autonomi e piccole imprese."

    E chiaro quindi che il problema deve essere affrontato ma si continua a farlo con misuruccie invece di grandi riforme che facciano in modo che tutti paghino per poter tutti pagare meno
     
  11. rubiiy

    rubiiy Nuovo Iscritto

    ti ringrazio Ada per la splendida lezione :) ...ma alla domanda non hai risposto...
     
  12. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

    Se in un anno si producono, ad esempio, in Italia un totale di X macchine (o di un altro prodotto) e se ne importa un totale di Y e se la somma X+Y delle macchine vendute meno il totale delle macchine fabbricate in Italia e esportate è inferiore a quelle constatate con lo spesometro, qualcuno deve pur dare spiegazioni al fisco, non credi ?

    Aggiunto dopo 5 minuti :

    E' solo la fattura di +3000 euro, come si puo' dedurre da questo passaggio del link qui sopra :
    "Per i rapporti tra soggetti economici (imprese, professionisti, partite IVA in generale), invece, nei quali gli scambi di denaro avvengono sempre obbligatoriamente tramite fattura, la soglia oltre la quale scatta l'obbligo di comunicazione è 3 mila euro e la data di entrata in vigore il 1 gennaio 2011."

    Penso anche, tuttavia - ma è tutto da provare-, che valori simili fatturati/spesi ripetutamente nell'arco di un anno a nome dallo stesso cliente possono far scattare se non il controllo almeno lo stato di veglia
     
  13. rubiiy

    rubiiy Nuovo Iscritto

    Grazie, molto più chiaro!;)
     
  14. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

    "Ammonta a 26.300 euro l’anno la busta paga lorda media del popolo degli studi di settore, vale a dire oltre 3,7 milioni di contribuenti sparsi tra piccoli imprenditori, professionisti, commercianti, ambulanti e artigiani. La fotografia è stata scattata dal Dipartimento delle Finanze, in collaborazione dell’Agenzia delle Entrate e del So.se. (la società per gli studi di settore), analizzando i dati statistici relativi al 2007......"

    Fisco news - Povero il popolo degli studi di settore

    Aggiunto dopo 4 minuti :

    "D'altro canto il presidente dell'Associazione Contribuenti Italiani, Vittorio Carlomagno, sottolinea che gli accertamenti fiscali da soli non servono per combattere l’evasione fiscale, visto che negli ultimi 5 anni è crollata la fedeltà fiscale di oltre 16 punti. La speranza è che comunque questi misure, unite a maggiori ad una più stretta collaborazione tra Agenzia delle Entrate, Inps, Agenzia del Territorio e Guardia di Finanza, con una condivisione delle rispettive banche dati possa portare a qualche risultato più concreto nella lotta all'evasione fiscale.
    In chiusura ricordiamo che da un'indagine di Contribuenti.it, condotta la scorsa estate, emerse che il 64% degli yachts che circolano in Italia sono intestati a nullatenenti, o a prestanome ultraottantenni o ancora a società di comodo (trust, società di charter nautico)."

    il 44% Degli Affitti delle Case di Lusso è Intestato a Nullatenenti o Pensionati con la Social Card | Contribuenti |
     
  15. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    secondo me una norma come tante.... lascia solo perplessità
    1) la % di persone che possono permettersi di spendere 3600 euro in colpo solo è minina (diciamo 1 su 100?)... faranno più attenzione o i negozianti troveranno il sistema (anche battendo 2 scontrini) di aggirarlo pur di non farsi scappare il cliente;
    2) faranno affari d'oro oltre frontiera... forse livigno e san marino (non so se rientrano), francia, cantoni svizzeri, croazia...
    3) i nullatenenti hanno comprato barche fino a oggi.... non sarà questo a spaventarli;
    4) di sicuro non serve a far emergere attività illegali legate alla malavita... che non lo dimentichiamo è un affare da 90 miliari di euro
    5) come impresa ... non vedo il problema di trasmettere all'agenzia il pagamento di una fattura oltre i 3000 ... così sia

    sono le contraddizioni del nostro paese... io viaggio a bordo di un suv 3000 di cilindrata che vale forse 10000 euro E LA MIA POSIZIONE TRIBUTARIA VIENE CONTROLLATA A OGNI CONTROLLO DELLA STRADALE... mentre in strada sfreccia un monovolume 2000 di cilindrata che vale 80000 euro e non viene controllato :shock:

    risultato... sotto la lente solo chi lo è sempre stato gli altri continuino a dormire sonni tranquilli che qui ci siamo noi "popolino" a lavorare anche per loro
     
  16. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina