1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    (ASCA) - Roma, 5 gen - Buone notizie per i proprietari di immobili: con l'introduzione della ''cedolare secca'', la tassazione sugli affitti delle unita' abitative subira' una netta riduzione . Entro la fine di questo mese, infatti, il legislatore dovrebbe approvare un provvedimento che introdurra', sui redditi da locazione, un'imposta unica con aliquota del 20%. Questa disposizione di legge riguardera' solo gli immobili ad uso abitativo di proprieta' di persone fisiche. Alla luce di questa importantissima novita' che riguarda circa 2.730.000 abitazioni in affitto presenti in Italia, la CGIA di Mestre ha cercato di quantificare l'alleggerimento fiscale per i proprietari di questi immobili che opteranno per l'applicazione dell'aliquota al 20%. ''Da una nostra prima stima - esordisce Giuseppe Bortolussi, segretario della CGIA di Mestre - se tutti i locatori decideranno di applicare la cedolare secca, il risparmio complessivo per le loro tasche sara' di quasi un miliardo di euro l'anno''. Ma chi saranno coloro che guadagneranno di piu' dall'applicazione di questo provvedimento?. ''Dalla nostra simulazione - prosegue Bortolussi - i risparmi di imposta piu' robusti riguarderanno, in particolar modo, le persone fisiche con un livello di reddito superiore ai 29.000 euro l'anno. Da questa soglia di reddito in su, lo sgravio fiscale medio oscillera' tra i 740 euro, sino a toccare i 2.172 euro per un locatore con un reddito complessivo superiore ai 75.000 euro. Inoltre, se per i locatori che applicano il canone libero i vantaggi economici saranno sempre assicurati, per coloro che applicheranno il canone concordato, invece, l'applicazione della cedolare secca non sempre garantira' una riduzione di imposta''. Dalla CGIA di Mestre evidenziano che attualmente esistono 2 tipologie di contratti di locazione: uno detto a ''canone libero'', in cui le parti possono fissare liberamente l'ammontare del canone: l'altro, chiamato ''canone concordato'', in cui il prezzo dell'affitto viene stabilito in base ad accordi raggiunti tra le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative della proprieta' e degli inquilini. Quest'ultima tipologia contrattuale, pero', e' pressoche' inutilizzata visto che rappresenta solo lo 0,6% circa di tutti i contratti di locazione presenti in Italia.
    FISCO CGIA CON CEDOLARE SECCA MENO TASSE PER 1 MLD EURO - Agenzia di stampa Asca
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'aveva detto Trilussa quasi cent'anni fa:

    «
    Sai ched'è la statistica? È na' cosa
    che serve pe fà un conto in generale
    de la gente che nasce, che sta male,
    che more, che va in carcere e che spósa.
    Ma pè me la statistica curiosa
    è dove c'entra la percentuale,
    pè via che, lì, la media è sempre eguale
    puro co' la persona bisognosa.
    Me spiego: da li conti che se fanno
    seconno le statistiche d'adesso
    risurta che te tocca un pollo all'anno:
    e, se nun entra nelle spese tue,
    t'entra ne la statistica lo stesso
    perch'è c'è un antro che ne magna due
    »

    Vale anche per l'imposizione fiscale!

    Per tutti c'è in ogni caso l'alleggerimento (prelievo) fiscale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina