• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Sidoti Laura

Nuovo Iscritto
Conduttore
#1
Mia nipote sta per fittare un locale per uso commerciale, ma si è accorta che vi sono un bagnetto ed un soppalco in muratura che non risultano nella planimetria originale che consta di 35 mq di nudo locale. Cosa deve fare? Cosa rischia? Firmando il contratto di locazione quali responsabilità si assume? Grazie per l'attenzione.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#2
E' sufficiente che presenti una variazione in catasto. Ovviamente i locali devono essere regolarmente realizzati, altrimenti devono prima ottenere la regolarità urbanistica. E soprattutto la destinazione catastale deve corrispondere quella per la quale dovrà essere affittato.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#3
I problemi sono connessi, ma li vedrei in modo separato.
Uno è quello della regolarità urbanistica e catastale che è essenzialmente solo tuo.
Poi la destinazione catastale deve corrispondere a quella per la quale il locale viene affittato.
Ora se per la apertura di questa attività il comune non richiedesse la presenza di un servizio igienico, teoricamente non avresti problemi con l'affittuario. Se invece è necessario, questo non lo può dimostrare ufficialmente, quindi attento a cosa dichiari sul contratto di locazione. Potresti incappare in una richiesta di danni
 

Sidoti Laura

Nuovo Iscritto
Conduttore
#5
Grazie per le risposte ma preciso che mia nipote è quella che vuole aprire l'attività e che chiede in affitto il locale in questione. Il proprietario ha una planimetria che non corrisponde a quello che è lo stato attuale, ovvero c'è un bagnetto ricavato successivamente (e non a norma) ed un soppalco in muratura anche questo inesistente nella planimetria. Se firma il contratto di locazione potrebbe avere problemi visto che deve anche presentare la planimetria nella documentazione richiesta per l'attività? Preciso che il bagno è cmq richiesto per l'attività.
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
#6
Al fine di conseguenti autorizzazioni all'esercizio dell'attività, se sei il conduttore e gli organi autorizzativi ti fanno rilievo, chiedi sin d'ora al locatore di aggiornare la planimetria. Questa tua prioritaria esplorazione presso gli enti autorizzativi della tua attività, ti permette di capire se servono anti cucine, (faccio un esempio) anti bagno, locali spogliatoi e via dicendo in modo di far emergere tutte le eventuali criticità dei locali.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#7
Ovviamente se deve presentare la planimetria per indicare il locale dove intende operare, lo stesso deve rispettare le regole ed i parametri previsti per quel tipo di attività. Il soppalco con tutta probabilità, assieme all'ambiente sottostante, non dovrebbe rispettare le altezze minime, per cui sarà necessario eliminarlo.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#8
Preciso che il bagno è cmq richiesto per l'attività.
Se il bagno è richiesto per l’attività e vanno presentate le planimetrie in Comune, non sarà possibile farlo con l’attuale planimetria priva di bagno regolare.
Quindi, o il proprietario rende regolare il bagno ( se possibile) , sia dal punto di vista urbanistico che catastale, o tua nipote deve cercare un altro immobile.
 

moralista

Membro Senior
Professionista
#10
Tua nipote dovrebbe con la planimetria andare all'U.T: del Comune e chiedere il da farsi, prima di firmare il contratto con visto e piaciuto, evita di essere coinvolta in un vespaio di norme e notti insonne
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#11
In genere in un contratto di locazione c'è la frase di rito "Visto e piaciuto ed idoneo all'attività" per cui nei confronti del Conduttore sei a posto.
Se è per quello, nei contratti ad uso diverso dall'abitativo si scrive anche che ogni eventuale adempimento e adeguamento alle norme specifiche della attività saranno a carico del conduttore.
Ma qui manca la regolarità intrinseca e base
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto