1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Rosalia Sette

    Rosalia Sette Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a chiunque vorrà aiutarmi

    ho scritto in questa sezione perchè ho bisogno di risposte a più quesiti; vi illustro la situazione.
    Mia mamma vedova ormai da 15 anni e pensionata al minimo, vive in casa di cui è proprietaria al 91%. Nella stessa casa risiede anche mio fratello il quale è disoccupato e celibe (detiene un 3% della proprietà).
    Due anni e mezzo fa mio fratello ha concesso alla sua ragazza ospitalità in casa di mia madre, adducendo che si trattava di un breve periodo e che presto sarebbero andati via per costruirsi un futuro per conto loro.
    Orbene i due vivono ancora da mia madre, non partecipano a nessun tipo di spesa familiare, e fino a qualche mese fa mangiavano e bevevano tranquillamente alle spalle di mamma.
    Dopo diverse discussioni e stanca di essere vessata dalla ragazza di mio fratello (la quale ha atteggiamenti spesso verbalmente violenti, le aggressioni verbali ormai non si contano più), mia madre ha smesso di dargli da mangiare gratis, quindi i due provvedono a farsi la spesa da soli, ma continuano a non pagare un centesimo di spese pur usufruendo di acqua luce e gas a gogo (da quando la ragazza di mio fratello è in casa i consumi sono praticamente raddoppiati).
    Mia madre è restia a chiamare le autorità perchè ha paura di perdere il figlio, quindi la mia domanda è, io e mia sorella possiamo fare qualcosa per fare in modo che la ragazza di mio fratello vada via di casa? Anche legalmente? (deteniamo sia io che mia sorella un 3% della proprietà)
    La stessa ha tra l'altro iniziato ad addurre pretese circa "l'assistenza che presterebbe" a mia madre, la quale non è ne inferma ne incapace. La ragazza di mio fratello passa intere giornate a pulire, riteniamo dal comportamento, in maniera quasi patologica, una casa che è già pulita.
    Nostra madre pare anch'essa parzialmente plagiata da questa situazione, infatti continua a lamentarsi per l'indigenza in cui vive e per i maltrattamenti ma di fatto non vuole intraprendere nessuna azione legale.
    Se io e mia sorella ignorassimo la situazione, c'è una qualche possibilità che mio fratello alla morte di mamma non lasci l'immobile, impedendoci di venderlo e quindi dividere l'eredità?
    A tutto questo aggiungo che vivono da due mesi senza riscaldamento che è stato staccato da condominio per messa in disuso della caldaia centralizzata a favore di impianti autonomi.
    E' una situazione davvero delicata che a me preoccupa molto ma che soprattutto mi da un grande senso di impotenza, con mio fratello e la sua ragazza abbiamo discusso violentemente più volte venedno anche alle mani. Io voglio aiutare mia madre ma non so come fare.
    Grazie di cuore quanti vorranno darmi una mano... sono davvero preoccupata per la salute di mamma.
    Rosalia
     
  2. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se è tua madre che non vuole agire la vedo molto complicata arrivare alla soluzione che voi volete. Per far cambiare la soluzione, ma è un assurdo quello che sto dicendo, è che anche voi sorelle vi trasferiate a casa di vostra madre e dividiate lo spazio tra voi tre fratelli senza considerare la presenza della ragazza. Forse solo rendendo la convivenza impossibile ai due (così come loro la stanno rendendo impossibile a tua madre) potrebbe spingere nel tempo la ragazza ad uscire. La convivenza potrebbe generare aggressioni che voi potrete denunciare e che un giudice (se ci si arrivasse), vista la situazione, non potrà non tenerne conto.
    Tutti sono liberi di agire anche oltre i loro diritti, certo che tuo fratello potrebbe non lasciare l'immobile, ma oltre la ricerca di un accordo che viste le premesse non si troverà facilmente c'è sempre la divisione giudiziale (vendita e divisione del ricavato tra gli eredi) che potrebbe far valere i diritti di ciascuno.
    Luigi
     
  3. Rosalia Sette

    Rosalia Sette Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie Sig. Luigi
    per la sua risposta, siamo abbastanza coscienti che mamma, in nome di non so quale quieto vivere, non vorrà procedere giudizialmente, effettivamente credo non ci resti che stare a guardare ed attendere una eventuale divisione giudiziaria ai cent anni di mamma.
    Mi creda quando le dico che proprio per l'amore che porto verso mamma non riesco a vederla così, ma mi pare di capire che siamo abbastanza impotenti io e mia sorella di fronte alla legge.
    Io conservo un testamento autografo di mamma quindi credo che far vale la suddivisione giudiziale non sarà un problema.
    Un avvocato mi disse che il testamento redatto di pugno seppure conservato in casa ha piena validità legale.
    Chiedo a lei o eventualmente ad un professionista di confermarmelo se possibile (sempre cortesemente).....
    Che dire, solo che sono umanamente amareggiata, per una situazione a cui non so come trovare soluzione.
    Grazie mille ancora a chi vorrà rispondermi partecipando a questa discussione.
    Rosalia
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Alla dipartita di tua madre, tuo fratello avrà diritto di restare in casa. Ma se voi due sorelle vorrete dividere, ovvero vendere, lui non potrà opporsi. Per sfrattarlo occorre la volontà di tua madre che, probabilmente, dovrà adire le vie legali.
     
  5. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Certo la legge con i suoi tempi qualche volta arriva quando è ormai tardi, per questo la soluzione "assurda" di andare anche voi poteva smuovere le acque. Certo è che anche questa soluzione non è semplice se si ha famiglia, se si lavora o si vive altrove.
    Il testamento olografo per essere valido deve essere redatto con determinate specifiche (scritto di proprio pugno, datato, firmato, non ledere diritti).
    Se sua madre ne redigesse uno in data successiva a quello da lei posseduto, questo prevarrebbe su quello in suo possesso.

    Non conosco i termini del testamento in suo possesso, né si sa se sua madre ne abbia redatto uno successivamente, mi permetto di rammentare che sua madre (tra 100 anni s'intende) ha la possibilità di destinare la quota disponibile dei beni lasciati in eredità a chi vuole (nel suo caso pari al 30,33 dell'appartamento o in altre parole al 33,33 della proprietà di sua madre).
    Sua madre per ripagare tuo fratello potrebbe far beneficiare solo voi sorelle che non gli date dispiaceri di tale quota.
    Luigi
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Potreste innanzitutto creare l'occasione per cui riusciate a trovarvi solo voi fratelli ed affrontare il discorso con tuo fratello. E' vero che i figli se si trovano in difficoltà vanno sempre aiutati; tuttavia molto dipende dalle caratteristiche (età, personalità, stato patrimoniale ecc....) di chi prende carico dell'aiuto. I figli sono sempre tali sopratutto per una madre. Ma quanti anni ha questo tuo fratello? DA quanto tempo non lavora? Lo avete spronato a cercare anche il lavoro più umile ma di cercare di guadagnare qualcosa? La sua compagna lavoro? Avete appurato se la sua compagna ha spostato la residenza nella casa divostra madre? La cosa potrebbe complicarsi.
     
  7. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Solo per fare chiarezza a tutti, per me tuo fratello non occupa casa abusivamente, è figlio e la sua compagna c'è dopo l'ok di tua madre.

    Poi come fa tua madre ad avere il 91%?
     
  8. Rosalia Sette

    Rosalia Sette Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Abbiamo più volte cercato di discutere tra noi fratelli ma lui sembra plagiato dalla compagna. Nell'ultima discussione c'è stato un risvolto anche piuttosto violento....
    Mia madre è pensionata al minimo prende circa 500 euro netti al mese, mio fratello non lavora ormai da un anno e mezzo e la compagna non ha mai lavorato da quando sta in casa di mamma.
    Più volte abbiamo creato occasioni di lavoro a mio fratello e puntualmente le ha rifiutate, lui ha ormai 35 anni, quindi la vedo dura.
    Non sappiamo se la compagna ha spostato la residenza da noi, crediamo di no, perchè da quanto ne sappiamo "accamperebbe" diritti sulla casa del padre che è una casa popolare, quindi crediamo abbia ancora la residenza la da suo padre.
    Ci premureremo di verificare.
    Posso convincere mia madre a vendere adesso l'immobile? Del resto vista la minima parte da noi detenuta potrebbe liquidarci e tenersi il ricavato giusto?
    Grazie ancora
    Rosalia
     
  9. Rosalia Sette

    Rosalia Sette Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Mia madre detiene il 91% perchè la casa deriva da donazioni e lasciti ereditari.
    E' vero che mio fratello è figlio e risiede li e che la compagna è stata "benevolmenete" accolta per un breve periodo, ma i due non accennano nè a voler andar via nè a partecipare alle spese domestiche.[DOUBLEPOST=1386150824,1386150773][/DOUBLEPOST]
    Infatti credo sia l'unica soluzione.
    La ringrazio molto
    Rosalia
     
  10. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La puoi convincere, ma chi comprerebbe una parte di immobile (91%) con dentro un comproprietario anche se con una quota minima? la vedo dura.
    Tuo fratello accetterebbe di vendere senza sapere dove andare a vivere? la vedo anche qui ardua.
     
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma che cosa delicatissima! Ora però una ramanzina a voi tutte ci vuole. Dovete innanzitutto metterci il cuore in pace e rimandare il tutto alla dipartita di mamma. Il cuore in pace perché la mamma non ha solo il dovere morale di stare dalla parte anche del figlio, ha un dovere di legge. Fino a che, e non c'è' limite di tempo, il figlio o la figlia non ha un suo posto indipendente nella vita, e' dovere dei genitori assisterli. Basta con queste tragedie, chinate il capo e fate un sorriso quando entrate a trovare vostra madre e vostro fratello. Voi per legge avrete il 33% della casa. Cosa vuoi? Li vuoi subito i soldi della mamma? Lo so, la risposta e' no! Vuoi che vi lascia più a voi perché va punito? Si, tua madre ha a disposizione una percentuale libera da vincoli di legittima. Vuoi questo? Spero di no! È figlio e fratello come voi due. Qualsiasi cosa sia successa. Vuoi che lasci la ragazza? A 35 anni? Ma lo lasciate vivere bene? Fatele prendere il domicilio anzi alla ragazza. Date compagnia al vostro disgraziato fratello. Un bacio a lui è a voi.
     
  12. Rosalia Sette

    Rosalia Sette Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Possiamo farlo obbligare da un giudice a vendere? liquidandogli l'importo detenuto? Del resto mia madre è in grave stato di indigenza..... a mala pena mangiano..... facendo leva su questo si potrebbe?
    Grazie 1000
     
  13. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Aiutarlo facendovene carico voi, no? Comunque sia un giudice deve mettere in vendita la casa anche se chi vuole vendere possiede l'un per cento. Vendi malissimo però. È una vendita giudiziale al ribasso. Li dinamo gli speculatori.[DOUBLEPOST=1386154189,1386154075][/DOUBLEPOST]La legge comunque vi impone di assistere i parenti prossimi in disgrazia.
     
  14. Rosalia Sette

    Rosalia Sette Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Vogliamo che smettano di vessare mia madre, perchè dare ospitalità ed essere maltrattata anche NO!
    Mia madre mi chiama piangendo un giorno si ed uno si ancora..... Vivono aggratis la maltrattano verbalmente, le impediscono alle volte anche di usare i servizi (mia madre è un pò incontinente), io e mia sorella stiamo solo pensando al benessere di mamma, a me personalmente dell'eredità importa poco, ma se devono farla vivere in questa disperazione non meritano nulla.
    Mio fratello è stato più volte preso con le buone, si è cercato di aiutarlo, ma mai e poi mai ha accettato il nostro aiuto, anzi ha sempre rifiutato.
    La sua ragazza è una persona di una cattiveria inaudita, invece di rispettare mamma, l'anzianità ed esserle grata per averla aiutata la maltratta continuamente, le altera i cibi con sale e peperoncino per dirne una...... Mi creda Arciera, siamo davvero disperate e temiamo per la salute di mamma.
    La ringrazio in ogni caso per il suo parere.
    Rosalia
     
  15. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se quel 3% di ciascuno di voi è frutto di una eredità, potrete chiedere voi la divisione giudiziale, cioè potrete usare questa arma per far arrivare vostro fratello a pensare un poco più a vostra madre che alla compagna e a se stesso.

    Io agirei così:
    • tentativo nel chiarire con tuo fratello che la mamma vive male per i comportamenti suoi e della compagna;
    • Esprimere la volontà ferma di porre fine a tale situazione in ogni maniera;
    • metterlo nella condizione di scegliere se continuare a vivere con la madre senza la compagna in casa o in caso contrario chiedere voi la divisione giudiziale (basterà una lettera di un legale per far capire che non si sta scherzando);
    • Se è senza risorse (cioè non si può permettere neanche un legale) ed è di buon senso non potrà che far uscire di casa la compagna e continuare a vivere in una casa.
    Luigi
     
  16. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    personalmente non vedo bene la cosa.un domani potrebbere dire di aver accudito alla madre con eventuali spese.(contributi,rimborsi di soldi,ecc)inoltre se porta la residenza buttarla fuori sara dura.se un giudice dovesse accogliere la loro richiesta,la vedo dura,anche se non la accogliesse intanto blocca tutto fino alla sentenza.io prenderei provvedimenti,parlando con la mamma.va bene il figlio ma la ragazza fuori e subito.altrimenti tutti in casa figli,generi, nipoti finche se ne va.auguri
     
  17. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Rosalia sette non spiega di quanti vani è composta l'abitazione, cioè se idonea per tre persone. Il fatto che da due mesi l'appartamento non è riscaldato penso che l'alloggio possa essere considerato non a norma di regolamento di igiene, salvo che non sia previsto per la zona climatica dell'immobile. Non credo che una donna anziana possa vivere senza riscaldamento, io farei leva su questo rivolgendomi all'ASL e costringendo gli ospiti a concorrere alle spese per il ripristino del riscaldamento e relativa gestione. Se gli ospiti non accettano farei dichiarare l'alloggio antigienico con lo sfollamento di tutti quelli che vi abitano, mamma compresa che provvisoriamente verrà ospitata altrove, se possibile in casa di Rosalia sette. Non è facile dare consigli in situazioni di questo tipo, occorre comunque determinazione.
     
  18. Rosario1955

    Rosario1955 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    X Rosalia: conosci la storia del coniglio e del riccio?Trasferitevi tutti dalla mamma,lei sicuramente non butterà fuori nessuno,chi si sentirà pungere uscirà fuori.Se puoi fatti fare la delega della pensione di tua madre e la gestisci tu.Parti con il presupposto che quelli non sono un fratello e una cognata ma due str..zi parassiti che approfittano di una vecchietta, quindi non meritano nessuna pietà.
     
    A arciera piace questo elemento.
  19. Rosalia Sette

    Rosalia Sette Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti rifletterò sulle molteplici soluzioni proposte.
    Interessante quella di far intervenire la ASL ad ospitare mamma da me non ci sono assolutamente problemi. Io e mia sorella siamo più favorevoli a cercare di convincerla a vendere cedendo anche le ns. quote se necessario senza nessuna pretesa.
    Io la vorrei vedere seppure in una casetta in fitto serena e con un pò di soldini in banca in modo che non le manchi nulla.
    Spesso io la aiuto economicamente ma indirettamente do da vivere ai due parassiti.
    Grazie a tutti ancora una volta
     
  20. syraka

    syraka Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Penso che hai avuto fin troppa pazienza, la vita facile piace a tutti, vivere senza lavorare..tutto a sbafo! Figurati se rinunciassero a questo! La compassione e la comprensione fino ad un certo punto..devi tutelare tua mamma che i suoi anni anziché sereni sono un inferno! Che se ne vadino a lavorare, tutti e due!
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina