1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. paopet

    paopet Nuovo Iscritto

    ho comprato un appartamento derivato dal frazionamento di un immobile. Il condominio pretende che io paghi il geometra per rifare le tabelle millesimali perchè dicono che ho alterato i valori dei millesimi. vorrei un vostro parere. e soprattutto se ci sono sentenze della Cassazione. Grazie
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non hai alterato nulla, ha solo diviso i tuoi millesimi iniziali in due, p.es. se erano 100, ne avrai due da 50, oppure uno da 40 e l'altro da 60, agli alti condomini non è variato nulla, ossia il volume dello stabile è sempre quello e loro non possono pretendere nessuna variazione della tabella millesimale per le loro proprietà
    Quello che tu devi fare è regolarizzare la tua posizione catastale, con l'ausilio di un tecnico il quale provvederà in merito (se non sbaglio con DOCFA), ma solo per ila tua proprietà.
     
  3. Luigi Sanna

    Luigi Sanna Membro Ordinario

    Professionista
    Il problema mi pare diverso: Paopet ha comprato una parte dell'immobile frazionato. Chi ha fatto il frazionamento avrebbe dovuto provvedere a sue spese all'aggiornamento delle tabelle millesimali suddividendole per ogni unità risultante. Ovviamente se nelle tabelle ci sono ripartizioni per unità immobiliari (esempio discese TV, citofoni ecc.) queste debbono essere aggiornate per tutti.
     
    A borriello e GianfrancoElly piace questo messaggio.
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Se la porzione di immobile era gia compresa nel condominio con i relativi mm. di pp. basta dividere per quote questi mm. ed avrete due quote di mm. in proporzione a quanto si possiede, e la spesa è ininfluente, sarà aggiunto alla lista dei condomini un condomino in più.:daccordo:
     
  5. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si è vero, avevo letto male, lui ha acquistato solo una parte del frazionamento, quindi non spetta a lui nulla, ma neppure spettava al precedente unico proprietario, in quanto era sufficiente dividere i millesimi totali dell'U.I. originale in due, come avevo detto in precedenza (con docfa), agli altri condomini non varia assolutamente nulla, ne in più ne in meno.
     
    A aldobasso piace questo elemento.
  6. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Con la docfa non si variano le quote millesimali ma la conformazione di una unità immobiliare ai fini fiscali.
    Secondo me il punto è un'altro
    Il venditore di paopet doveva procedere a richiesta dia per divisione diversa distribuzione interna e ccreazione di due unità immobiliari urbane, (cosa che penso abbia fatto in quanto il notaio non avrebbe rogitato) poi presentazione docfa per lo stesso motivo, il tecnico redattore di quanto in riferimento alla superficie netta doveva poi comunicare al condominio la variazione della quota millesimale unica in due relative alle superfici dei nuovi appartamenti.
    Ciao salves
     
  7. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, avevo detto che con la docfa si regolarizza la posizione catastale, non i millesimi, i quali saranno divisi a decisione dell'unico proprietario a discrezione e magari con suggerimento del tecnico il quale sicuramente è più esperto.
     
  8. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non credo che la divisione in millesimi sia a discrezione del primo proprietario ma debba essere eseguita da un professionista: infatti i millesimi di proprietà non servono solo a suddividere le spese di gestione ma anche per suddividere eventuali rimborsi dell'assicurazione su danni all'intero edificio (per es. per crollo o incendio). Pertanto hanno un'importanza civilistica che non si può risolvere alla buona come indicato negli altri post.
     
    A Fiorefeifellafa piace questo elemento.
  9. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non so se tu hai letto bene quanto ho scritto;
    - i quali saranno divisi a decisione dell'unico proprietario a discrezione e magari con suggerimento del tecnico il quale sicuramente è più esperto.
     
  10. Luigi Sanna

    Luigi Sanna Membro Ordinario

    Professionista
    Vorrei tentare di fare chiarezza, anche correndo il rischio di ottenere l'effetto contrario:
    - la rettifica delle tabelle millesimali è indispensabile per la corretta imputazione delle spese condominiali quando il frazionamento è funzionale alla successiva vendita separata delle unità immobiliari risultanti;
    - Docfa serve ai fini fiscali - catastali;
    -può servire come strumento per la rettifica delle tabelle millesimali poichè stabilisce una proporzione fra i valori catastali delle unità immobiliari risultanti, utile per l'attribuzione dei millesimi;
    - la somma dei millesimi, salvo casi molto particolari, dovrebbe essere uguale a quella dell'unità originale;
    - a rigor di logica sarebbe stato opportuno fare la rettifica, con approvazione in Assemblea, prima della vendita;
    - se non è stata fatta dovrebbe essere proposta d'intesa fra i due (o più) proprietari dell'unità frazionata, dovendo costituire un impegno verso il Condominio al relativo accollo delle spese;
    - se qualche spesa viene ripartita per unità immobiliare è opportuno tenerne conto.
    Per interesse di categoria sostengo che il tutto debba essere predisposto da un tecnico qualificato.
     
    A GianfrancoElly e Fiorefeifellafa piace questo messaggio.
  11. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho letto bene il tuo post: tu hai detto che "saranno divisi" (futuro e non condizionale) e in subordine "magari con suggerimento del tecnico". Hai capito la differenza?:occhi_al_cielo:
     
  12. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quale differenza, scusa, io proprietario, posso dividere la mia proprietà come meglio credo, e non esiste nessun OBBLIGO di far valutare da un tecnico la divisione, se c'è questo "obbligo" dammi i riferimenti giuridici.
    Caso mai chi acquisisce la proprietà potrà eccepire la non corretta divisione dei millesimi, provando la mia malafede, e/o non acquistando la parte da me divisa, ovvero nessuno lo obbliga a comperare nello stato in cui io (od il mio tecnico) abbiamo diviso il mio appartamento assegnando dei mlm (originali) ad ogni sub (p.es. 100 originali in 50 e 50 oppure in 40 e 60).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina