1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. anca

    anca Nuovo Iscritto

    Mio fratello ed io siamo comproprietari di un terreno su cui costruiremo due case separate.
    Vorremmo fare il frazionamento dopo l'inizio dei lavori perché il confine sarà inferiore ai 5 metri per una casa (la distanza tra le due case è superiore ai 10 metri).
    è necessario aspettare la fine dei lavori? In questo caso quanto costa l'atto di frazionamento di terreno e case?
    O è possibile fare il frazionamento dopo aver gettato le fondamenta? Sarebbe più conveniente?
    Grazie e complimenti per il sito.
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Non si coglie la preoccupazione dei due fratelli. Se il confine con proprietà terze viene rispettato, è ininfluente il frazionamento. Se tra le due case, non arrivate a rispettare le distanze di Legge, esse possono essere da voi disattese in caso di accordo reciproco. Però tu scrivi che ci sono oltre 10 metri tra le due case e quindi non riesco a cogliere.
    Il frazionamento è una classica attività da Geometra e che in base alla complessità ha un costo di uno/ due migliaio di €.
     
  3. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    potrebbe accadere che in caso di frazionamento il comune potrebbe non rilasciarlo (il deposito) poichè la dividente ricadrebbe a meno di cinque metri dal fabbricato. Consiglierei di trasformare il terreno in area urbana e frazionarlo al catasto fabbricati evitando il deposito.
     
  4. anca

    anca Nuovo Iscritto

    grazie delle risposte a entrambi.
    leontino, per favore mi spiegheresti cosa è il deposito? dici che è possibile fare il frazionamento solo al catasto, senza atto notarile? io sono ignorante in merito, e ho avuto informazioni discordanti in proposito...
     
  5. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    chiedo scusa per la troppa sintesi. Prima dell'approvazione di un frazionamento in catasto terreni bisogna depositare in comune copia dello stesso e a volte (vedi il mio comune) potrebbero non accettare un frazionamento con dividente a meno di 5 metri da un fabbricato. Pertanto a superamento di questo ostacolo burocratico si fraziona al catasto urbano anzichè al terreno poichè non si è costretti al deposito. L'atto notarile è sempre necessario per dividere la proprietà.
     
    A anca piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina