• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
buongiorno chiedo aiai p esperti un parere .devo vendere una casa che di fatto e unità ma al catasto figurano due appartamenti intestati uno a me uno a mio fratello ..il compratore deve fare un mutuo e per farlo mi ha detto che i due appartamenti devono essere fusi in un unica struttura si può fare ? Se si come grazie infinite
 

Gianco

Membro Storico
#2
Il mutuo lo puoi stipulare acquistando i due immobili. L'alternativa è che precedentemente i due fratelli facciano un atto di permuta del 50% della proprietà del loro appartamento con quello dell'altro fratello, diventando comproprietari di entrambi gli immobili. Ovviamente questa operazione avrà un costo ulteriore che potrebbe essere evitato se la banca concedesse o due mutui o uno ai due proprietari che si spartiranno la cifra.
 

basty

Membro Storico
#3
o uno ai due proprietari che si spartiranno la cifra.
Presumo che il mutuo lo stia chiedendo l'acquirente (uno..).

Ma al di la di questo forse c'è una altra possibilità: se i due appartamenti sono contigui e di fatto uniti in una unica abitazione, esiste una pratica catastale che permette la unione di fatto di due u.i. distinte appartenenti a soggetti diversi.

Ai fini fiscali ciò comporterebbe ad esempio di essere trattata come unica residenza (anche principale): verificherei se la banca intendeva questa operazione, per poter considerare l'acquisto complessivo come unica "prima casa".
 

Gianco

Membro Storico
#4
La pratica catastale può essere attivata nel momento in cui le due porzioni di differente intestazione, costituiscono un unico immobile. Non so come si possa comportare la banca che deve trattare un immobile composto da due porzioni. Ovviamente la banca dovrà fare due differenti verifiche, che poi confluiscono nella concessione di un unico mutuo.
 

Gianco

Membro Storico
#6
E' semplice: si stipulano due atti, uno per ciascun proprietario, venditore e la banca attiverà un mutuo a favore del richiedente che salderà il debito.
 

basty

Membro Storico
#9
La banca se ne farà una ragione, se vuole investire i soldi. La fusione si ha solo con la comproprietà: non c'è alternativa.
Temo non ci siamo capiti: è del tutto evidente che se l'acquirente compra i due appartamenti, realizza la piena proprietà dei due. Quindi su quel fronte non sussiste il problema della singola proprietà.
Ecco perchè ritengo che la domanda vertesse sulle due distinte coordinate catastali: certo potrebbe l'acquirente fonderli a tutti gli effetti una volta acquisiti: credo che se specificato in atto, potrà pure godere per entrambi dellla agevolazione prima casa (a condizione che poi regolarizzi la fusione, mi pare entro un anno): ora se (e stando alla dichiarazione del postante) la banca desidera la fusione prima del rogito, l'unica via è la "fusione di fatto ai fini catastali"
 

Gianco

Membro Storico
#10
Temo non ci siamo capiti: è del tutto evidente che se l'acquirente compra i due appartamenti, realizza la piena proprietà dei due. Quindi su quel fronte non sussiste il problema della singola proprietà.
Ci siamo capiti, ci siamo capiti!
La fusione può essere effettuata con la dichiarazione di porzione di fabbricato di fatto unita che comunque resteranno intestati ai rispettivi proprietari e saranno necessari due distinti atti. Quindi la banca si dovrà adeguare, se vuole rifilare il mutuo.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto