1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Andrea1961

    Andrea1961 Nuovo Iscritto

    Un saluto a tutti, è il mio primo post.
    Dunque mia madre vive da sola nella casa di proprietà, siamo due fratelli tra i quali non scorre buon sangue per nulla, si prospetta la possibilità che mio fratello col figlioletto riesca a tornare in casa di nostra madre adducendo motivi di problemi economici. Nulla in contrario ci mancherebbe, se mia madre acconsente (liberandosi quindi della badante). La domanda è ovvia: in futuro rimasta la casa in eredità, se mio fratello rifiutasse di venderla e non intendesse lasciarla libera, non potendo comunque vendergli la mia quota in quanto impossibilitato a pagarla... per evitare i tempi lunghi di una vendita giudiziale, esiste qualche atto o procedura legale da stipulare prima in modo da farlo valere un domani?
    Spero di essermi spiegato al meglio.
    Ringrazio anticipatamente.
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    no, non avrebbe nessun valore.
     
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    un atto dove tuo fratello s'impegna oggi a far qualcosa domani su un bene che non è detto diverrà suo è totalmente nulla per il divieto di patti successori, ovvero di quei patti che impescono a me oggi di disporre della casa di mio padre che alla sua morte potrebbe non essere più sua e dunque impedirebbe di realizzare il risultato voluto.

    potresti però, se tua madre è d'accordo fare altro:

    A) tua madre forse potrebbe affittare con regolare contratto la casa a tuo fratello e figurare come convivente dello stesso versando in casa il fantomatico affitto come contributo per l'assistenza ricevuta, le spese etc. in questo modo, dopo la sua morte, tu e tuo fratello subentrate come proprietari nel contratto di affitto e lui ti deve la metà dello stesso. non rivolve il problema ma almeno qualcosa rischia di finire nelle tua tasche.

    B) se puoi acquisti tu la casa di tua madre sottraendo al suo valore di mercato il valore dell'usufrutto da garantire alla stessa. alla sua morte avrai un titolo per sloggiare tuo fratello.
     
    A geomarchini piace questo elemento.
  4. oliveri tomaso

    oliveri tomaso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Attenzione, tuo fratello potrebbe acquistare la proprieta da tua madre con contratto alimentare , con questo sono riuscito ad aggiudicarmi la casa paterna , ad ogni modo cio non succede se tu stai allerta , puoi sempre tu acquistare da tua madre la nuda proprieta , sempre se lei è d'accordo e se tu hai disponibilita dato che deve esserci un reale passaggio di denaro con il reale valore .
     
  5. Andrea1961

    Andrea1961 Nuovo Iscritto

    Grazie, interessante ipotesi....
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    perdona l'ignoranza. è la prima volta che ne sento parlare, mi spiegheresti cos'è e come funziona?
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Presumo che si riferisca all'obbligo alimentare ex art. 433 c.c. Che può essere adempiuto, a scelta del soggetto tenuto, con assegno periodico oppure accogliendo e mantenendo nella propria casa colui che ne ha diritto (art. 443 c.c.). Ma l'autorità giudiziaria può determinare il modo di somministrazione, e quindi, secondo le circostanze, eventualmente disporre perché il soggetto obbligato, anche contro la sua volontà, accolga in casa il congiunto che ne ha diritto.
    Però l'espressione che ha usato: "fratello potrebbe acquistare la proprietà" resta incomprensibile. La "proprietà" di un bene non si acquista certamente solo perché si è beneficiari della prestazione alimentare (cui eventualmente si ha diritto).
     
  8. oliveri tomaso

    oliveri tomaso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Fidati è fattibile , informati da un notaio , esperienza visuta , non sei obligato a prenderla in casa se la casa rimarra sua perche a lei resta l'usufrutto ma si deve dimostrare che si adempie al suo mantenimento su tutti i campi anche in prestazioni sanitarie .
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Forse sarebbe il caso di leggere attentamente i messaggi ai quali si risponde. E ancora aspettiamo di conoscere come si possa acquistare un immobile in seguito alla (sola) obbligazione alimentare.
     
  10. oliveri tomaso

    oliveri tomaso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se la madre e consensiente si va dal notaio il quale fa il contratto di vitalizio alimentare con l'obligo del beneficiario di prestare nei confronti del cedente per tutta la durata della vita qualsiasi forma di assistenza materiale e morale di qui avesse avere necessita o bisogno anche aloggio , vestiario , alimenti , cure mediche e quanto altro necessita .
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Allora è un contratto di mantenimento, con il quale una parte si obbliga, come corrispettivo del trasferimento di un bene o della cessione di un capitale, a fornire all’altra prestazioni alimentari o assistenziali vita natural durante. E in cui l’esecuzione di tali prestazioni prescinde dal bisogno del vitaliziato. Risulta pertanto una doppia aleatorietà: incerta è non solo la vita del beneficiario, ma anche l’entità delle prestazioni a suo favore, che non sono predeterminate nel loro ammontare.
     
    A acquirente e arianna26 piace questo messaggio.
  12. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    il contratto alimentare, come figura tipica, non esiste.
    Altro non è che una controprestazione consistente in un obbligo al mantenimento ed assitenza che l'acquirente assume nei confronti del venditore: una sorta di donazione condizionata dal rispetto dell'obbligo di assistenza e mantenimento, vita natural durante.
    Ove ci siano più eredi ciò potrebbe essere un domani soggetto ad impugnazione, specialmente quando sia riscontrabile un certo divario tra presazione e contrprestazione.
    Detto questo, ad Andrea il consiglio che si può dare, dovendo escludere i patti successori, è, come già suggerito, l'acquisto della nuda proprietà dell'immobile, o in alternativa, visto che tuo fratello farà ingresso a breve nell'abitazione di tua madre, di stipulare una scrittura privata, tutti d'accordo s'intende, che preveda che fino a che è in vita vostra madre lui dovrà assisterla oltreche contribuire al pagamento delle utenza e quant'altro, e una volta che essa venga meno, si obblighi fin da ora a lasciare libero l'immobile ponedolo nella piena disponibilità dell'asse ereditario. e conseguentemente di coloro che succederanno mortis causa, ponendo a suo carico una penale a favore del coerede ove non vi adempia.
     
    A arianna26 e piccu piace questo messaggio.
  13. Andrea1961

    Andrea1961 Nuovo Iscritto

    Ringrazio.... mi sono fatto un'idea abbastanza chiara (ahimè).
     
  14. alphaville

    alphaville Nuovo Iscritto

    mi chiedo se nel caso mio che ho perso da poco mio padre e non ha lasciato testamento e la casa di sua proprieta' va per un terzo tra gli eredi ( 4 figli + mia madre) . Stavamo pensando di assegnarci le quote lasciando l'usufrutto a mia mamma pero' mi chiedo se io volessi acquistare una casa come verrebbe considerata prima o seconda casa?
    Scusami se scrivo su questa discussione ma non so perche' non ero in grado di aprirne una nuova anzi se qualcuno lo fa per me glieno sono grato. Grazie
     
  15. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    se tu ereditassi una quota della casa di tuo padre e volessi in seguito comprare una casa tua il nuovo acquisto sarebbe considerato prima casa e quindi potresti usufruire delle agevolazioni fiscali..
    :D
     
  16. giudichan

    giudichan Nuovo Iscritto

    Salve a tutti, questo è il mio primo post. Sono una cercatrice di storie e sono interessata a dispute tra fratelli/parenti, per questioni di eredità o altro. Se avete delle storie interessanti potete contattarmi.
    Grazie:fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina