1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. prisco79

    prisco79 Membro Junior

    Buongiorno a tutti,
    la situazione è questa:

    da qualche mese è venuto ad abitare in affitto un tunisino al p.terra di una mini del condominio.
    Questo condominio in cui vivo ha p.terra, 1° piano e 2° piano, totale 5 appartamenti di cui solo 3 abitati.
    Due proprietari fra cui io e questo tunisino al p.terra :rabbia:.

    Dunque, appena si è insediato ce ne siamo accorti, perchè più volte c'erano lattine di birra e cartacce varie in alcune zone del giardino condominiale, soprattutto nella parte posteriore dove ha l'affaccio il suo mini con terrazzino.

    Dopo averlo fatto presente più volte all'amministratore e al proprietario dell'appartamento in assemblea, l'amministratore ha inviato una prioritaria a tutti con intimazione a tenere pulito e decoro le zone comuni.

    Passa un po' di tempo e tutti fila liscio. 2 mesi fa circa, scorgo nel suo terrazzino (che è appena dietro il portoncino d'entrata) qualcosa muoversi all'interno, mi avvicino e vedo una gallina :-o, giuro non ci credevo.

    Nei gg seguenti lo faccio presente all'amministratore chiedendogli se è permesso tenere animali da cortile in appartamento, tra l'altro esternamente con conseguenza di cattivi odori che si avvertono bene.

    L'altro ieri si è oltrepassato il limite :rabbia:. La mattina affacciandoci dal nostro balcone vediamo giù in giardino, non 1 ma 2 galline belle grosse che pascolano tranquillamente:shock:. Il primo pensiero che ho avuto, è stato che gli fossero saltate fuori dal terrazzino senza che se ne accorgesse e invece mi sbagliavo! :basito: Questi, hanno messo una ciotola di acqua e una mangiatoia in giardino nella parte dove hanno il loro affaccio, tant'è che queste galline sono tutt'ora pacifiche che circolano.

    Dopo 2 e mail una mia con foto e una di una condòmina all'admin, l'ho chiamato ieri sera piuttosto seccata, spiegando la situazione. Lui mi ha detto che avrebbe chiamato immediatamente il proprietario. Ieri sera abbiamo visto che la morosa di sto tunisino ha pulito col secchio non so bene dove, ma anche dove avevano schittato davanti al portone d'entrata, ma stamattina le galline erano ancora che giravano!!! E avevano la mangiatoia ancora li!!! Insomma questi se ne fot**** proprio.

    Ora vorrei chiedervi, cosa possiamo fare??? Chiamare i vigili? Chiamare l'asl? Inviare una raccomandata all'amministratore? Non so più cosa fare!
     
  2. Angelosky

    Angelosky Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Credo che inizierà un'odissea interminabile, "Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire" ... perchè non ti prendi un gatto? :). Preparati alla battaglia però, bye bye.
     
  3. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    dal New York Times:
    Tra un mese banche italiane bloccheranno prelievi dai conti correnti


    Il prossimo mese la Grecia esce dall'Euro e in Spagna ed Italia, le banche bloccheranno il prelievo dai conti correnti. E' l'ipotesi che scrive sul New York Times del 13 maggio 2012 Paul Krugman: non un giornalista qualsiasi, ma il premio nobel per l'economia nel 2008.

    se questo notizia avesse fondamento (tratta da internet ieri) sara' meglio tenersi le galline....
     
    A Sabryna piace questo elemento.
  4. Il medico della casa

    Il medico della casa Membro Attivo

    Direi che non c'è nulla da ridere, ma per sdrammatizzare propongo che le uova siano ripartite secondo i millesimi! :risata:
    In via del tutto informale, vai a parlare con la Polizia Locale. Sapranno dirti più di noi come comportarti!
    In bocca al lupo!
    Saluti
     
    A e piace questo messaggio.
  5. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    Citigroup: Grecia fuori dall'euro a gennaio - I bond dei paesi Ue tornano ai valori pre-moneta unica - Grafico - Bundesbank: tedeschi mai così ricchi come oggi

    questa e' di 5 minuti fa ore 9,40 : dopo il terremoto ...anche questa ! intanto scommetto che i ns governanti hanno gia' arraffato il piu' possibile e se li sono inviati nei tanto deprecati paradisi....squaglieranno al mom giusto....tieniti le galline...almeno 2 uova fritte te le potrai sempre fare
     
  6. avettor

    avettor Nuovo Iscritto

    Che ci vuoi fare, siamo in Italia dove tutto è permesso...

    Il mio consiglio è questo: mettila giù pesante, spostando la questione sul piano sanitario.
    A mio parere se punti sul rispetto del regolamento di condominio hai poche chances di ottenere qualcosa.

    Scrivi (sempre per raccomandata A/R) prima all'Amministratore, poi se non ottieni nulla alla ASL competente. Scrivi che il pollame è causa potenziale di malattie e altro e rappresenta grave minaccia per la salute, oltre che di cattivi odori etc. Chiedi formalmente l'intervento delle autorità competenti per un sopralluogo.
    Secondo me, accertato che i tuoi vicini non sono disposti a "ragionare", è solo ponendo la questione sul piano sanitario e della relativa normativa in materia che loro rischiano qualche conseguenza.

    Spero ti sia utile.
     
    A prisco79 piace questo elemento.
  7. Sabryna

    Sabryna Nuovo Iscritto

    sempre vedere il lato buono della cosa! piuttosto, fategli usare il giardino e distribuite le uova.
    ps bene...erano anke le mie previsioni...e nn sono un'economista :)
     
  8. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Purtroppo è cosa comune pensare che l'amministratore di un condominio sia colui il quale è tenuto a dirimere le controversie tra gli occupanti del condominio stesso in tema di convivenza civile e di comportamento.
    Così non è. L'amministratore (lo dice la parola) è semplicemente un "tecnico" il quale fornisce ai partecipanti alla comunione gli strumenti per risolvere i problemi di manutenzione e per ripartire correttamente le spese per il mantenimento della cosa comune, ma non è né un giudice, né un poliziotto, né un vigilante, né un "papà" o un "nonno" al quale rivolgersi se il fratellino accanto ti ha fatto i dispetti.
    Le regole della convivenza sono espresse dai Codici (civile, penale, regolamento di polizia municipale ecc..) e quindi è ai tutori dell'ordine che bisogna rivolgersi in questi casi.
    Polizia locale, Carabinieri, autorità sanitarie, ognuno di questi può intervenire in caso di rumori molesti, comportamenti molesti, infrazioni alle norme igienico-sanitarie, immissioni di fumi ecc... basta chiamarli quando si verificano i fatti sopra descritti.
    Anche perché l'amministratore, aldilà di comminare una sanzione di "100 Lire" a chi non rispetta il regolamento di condominio, null'altro può fare in termini di comportamento dei condomini.
    Può solo agire civilmente nei confronti dei condòmini per il recupero di somme dovute al condominio oppure agire, sia penalmente che civilmente, in caso di azioni moleste arrecate da terzi in rappresentanza del condominio stesso.
     
    A prisco79 piace questo elemento.
  9. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non ricordo bene ma se vai presso un consorzio agrario ti potra consigliare come rendere nauseabonde le uova e la carne delle galline senza che risultino velenose o pericolose per la vita loro e dell'uomo lo si fa per allontanare le volpi e altri predatori simili che una volta capita l'antifona non attaccano più il pollaio, cosi crederanno a una maledizione del loro Dio e non metteranno più le galline nel giardino.
    Se rintraccio la ricette la posto Ciao
     
  10. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    viva la campagna......e poi io sono animalista....domanda : notato che per le strade dei luoghi terremotati non si vedono ne' volatili o gatti o cani od altro ?....e NOI saremmo la razza intelligante ?
     
  11. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    a parte le soluzioni utopiche io suggerirei il dipartimento sanità del comune o la stessa ASL l allevamento galine et smilia è regolato strettamente e non si può lasciar ruspare per il pericolo di infezioni derivanti dai loro escrementi. ci sono bambini el condominio?

    scommettiamo che tutto rientrerà perchè hanno raggiunto lo scopo di spavntarciE DI OBBEDIRE A CIò CHE CI DICONO E FANNO SENZA DISCUTERE? ( V. MONTI)
     
    A prisco79 piace questo elemento.
  12. prisco79

    prisco79 Membro Junior

    Rieccomi qui, grazie a chi mi ha risposto utilmente...,

    ieri ho ricevuto una lettera dell'amministratore, indirizzata con raccomandata AR al proprietario dell'appartamento e per conoscenza ai condòmini:

    Oggetto: rispetto norme di condominio.

    Con riferimento all'oggetto, informo del divieto, per motivi di decoro e igienico-sanitari, di detenere animali non da compagnia, nella fattispecie galline, in Condominio.
    Invito, nel termine di 5 giorni dal ricevimento della presente, a voler ripristinare lo stato di civile utilizzo parti comuni condominiali, preavvisando che, qualoratale termine decorresse senza un felice esito, dovrò tutelare gli interessi del Condominio con segnalazione agli enti preposti in materia di vigilanza.
     
  13. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    x hanton 21. tutto rientreràperchè l obietivo è stato agiujnto. stanno decidendo queloche gli pare aparte delle proteste vuote
     
  14. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    sergio : non posso che associarmi
     
  15. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Beh, forse se avessi chiamato direttamente tu la ASL o i Vigili Sanitari forse la questione sarebbe stata già risolta senza attendere la lettera dell'amministratore (cha magari nemmeno ritireranno) e i 5 giorni.
     
  16. prisco79

    prisco79 Membro Junior

    Non sono d'accordo. È molto meglio che questa azione la intraprende l'amministratore in nome del condominio credimi.
    Sono una donna e lì sono da sola, non vado di certo a mettermi contro i baluba, rischiando magari qualche ritorsione, ma per l'amor diddio.
    Questa è gente incivile e maleducata da da quando è arrivata in affitto lì, perciò è giusto che se ne occupi l'amministratore.
    Il tempo non mi importa, il proprietario della casa riceverà la raccomandata, se l'ignorerà o l'inquilino non eseguirà gli ordini meglio ancora guarda.
    Ci saranno più motivi per rompergli il c***.
    :)
     
  17. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Secondo te tra i compiti dell'amministratore c'è quello di occuparsi della gente incivile e maleducata ?
    Nemmeno io sono d'accordo.
     
  18. prisco79

    prisco79 Membro Junior

    Assolutamente si, se si tratta del condominio, se è di gente che passa per la strada in effetti no.
    Mi stupisce tu ponga questa domanda.

    L'amministratore, ai sensi dell'art. 1130 c.c., ha l'obbligo di:

    Al fine di attivarsi per far cessare gli abusi, l'amministratore non necessita di alcuna previa delibera assembleare, posto che egli è già tenuto ex legge (articolo 1130 comma 1 c.c.) a curare l'osservanza del regolamento del condominio al fine di tutelare l'interesse generale al decoro, alla tranquillità ed all'abitabilità dell'edificio; ed è altresì nelle sue facoltà, ai sensi dell'articolo 70 disp. att. c.c, anche quella di irrogare sanzioni pecuniarie ai condomini responsabili di siffatte violazioni del regolamento ove lo stesso preveda tale possibilità.
    (Cassazione, sez. II civile, sentenza 26/06/2006 n. 14735)
     
  19. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Art.1130 - Attribuzioni dell'amministratore - L'amministratore deve:
    1) eseguire le deliberazioni dell'assemblea dei condomini e curare l'osservanza del regolamento di condominio;
    2) disciplinare l'uso delle cose comuni e la prestazione dei servizi nell'interesse comune, in modo che ne sia assicurato il miglior godimento a tutti i condomini;
    3) riscuotere i contributi ed erogare le spese occorrenti per la manutenzione ordinaria delle parti comuni dell'edificio e per l'esercizio dei servizi comuni;
    4) compie gli atti conservativi dei diritti inerenti alle parti comuni dell'edificio.
    Egli, alla fine di ciascun anno, deve rendere il conto della sua gestione.

    Come vedi si parla di regolamento di condominio e di disciplina di uso delle parti e delle cose "comuni".
    Tenere le galline non nelle parti comuni, ma nella propria casa, può solo costituire una violazione del regolamento di condominio nel caso in cui ciò sia espressamente vietato, ma certamente costituisce una violazione delle norme igienico-sanitarie a fronte della quale chiunque può intervenire presso gli organi competenti per tutelare la propria salute, per chiederne il sanzionamento e la cessazione forzosa.

    Anche perché, visto che citi una sentenza, te ne cito una anch'io ...
    "Il regolamento di condominio non può prevedere, per l'infrazione alle sue disposizioni, sanzioni pecuniarie di importo superiore a lire cento (Cass. Civ. 948/1995). "

    E secondo te con una sanzione di cento lire (5,5 centesimi) l'amministratore può eliminare la galline ?
     
  20. prisco79

    prisco79 Membro Junior

    Tu mi hai chiesto se l'amministratore si occupa dell'inciviltà delle persone e la risposta è si, in materia di amministrazione condominiale.
    Quando a causa di 1 condòmino viene meno il decoro e l'igiene delle parti comuni a discapito del condominio e dei condòmini appunto.

    Il fatto che anche un terzo possa chiamare l'asl di competenza è ovvio, nessuno l'ha negato. Ma in primis mi è sembrato opportuno avvisare e mettere a conoscenza dei fatti chi ci amministra il condominio.

    In più, cosa non meno importante, oltre alle leggi e alle sentenze, c'è il buon senso e il senso della realtà che ci circonda. Preferisco che agisca l'amministratore che ha voce in capitolo, piuttosto che prendermi la responsabilità di mettermi "contro" a certa gente con cui voglio avere accheffare il meno possibile.

    Se la situazione dovesse perpetuarsi allora dopo 1 avviso si è ancora più motivati a chiamare chi si occupa di norme igienico-sanitarie.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina