1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. roberta25

    roberta25 Nuovo Iscritto

    Buonasera!! ...domanda...
    Può opporsi l'inquilino del piano di sopra, all'installazione di un gazebo in legno removibile e senza copertura nel giardino privato dell'appartamento sottostante?

    PS: trattasi di gazebo cubico non attaccato a nessuna parete, ma la superficie soprastante quasi tocca una parte del balcone, essendo la distanza tra terreno e base del terrazzo di irca 2 metri e mezzo (altezza gazebo 2 metri e 30).
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Che significa "senza copertura"? E poi, il condòmino si è già opposto?
     
  3. Renato69

    Renato69 Nuovo Iscritto

    Premesso che occorre verificare se il regolamento urbanistico locale dice qualcosa sulla fattiscpecie in oggetto (è chiaro che la copertura e la volumetria derivante giocano sul fatto di non avere la "copertura", ma che di fatto è resa funzionalmente da altro manufatto... il balcone superiore)

    Se l'opera è
    mobile,
    possibilmente separa i tre lati evitando un continuum tra le pareti.

    nessuna richiesta è dovuta a nessuno.

    In pratica è come se "recintassi" un pezzo della tua terra.... cosa che pe il proprietario è (codice civile) sempre permessa
     
  4. roberta25

    roberta25 Nuovo Iscritto

    Cioè con 6 travi orizzontali fissate sopra (tipo pergolato).
    Il condomino potrebbe opporsi perchè penso che i gatti potrebbero fare passeggiatina sul suo balcone. E perchè potrei rendere più agevole l'accesso ai ladri. Bisogna pensarle tutte....................... Le persone, soprattutto i vicini - in generale - tendono più facilmente a rompere le scatole piuttosto che starsene tranquilli. A parte questo, mi chiedo se per legge esiste l'obbligo di rispettare una fascia di "rispetto" verso i balconi dei vicini.
    Per Renato: il comune mette bocca su strutture fisse, ad es. ancorate alla parete, tipo tettoie. Il gazebo posa su 4 fioriere.

    Ma non ho capito cosa intendi per "possibilmente separa i tre lati, evitando un continuum tra le pareti".
     
  5. Renato69

    Renato69 Nuovo Iscritto

    Scusami, sono stato poco chiaro...

    sarebbe da vedere la definizione che il regolamento da a "costruzione" per non far considerare tale la tua opera (alla stregua di un ombrellone e lettino solare per capirci).
    Se poi a Viterbo anche obrelloni e lettini sono sotto il reg. urb. allora alzo le mani :)
     
  6. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    puoi tranquillamente metterlo purche' :
    -non si appoggi al balcone
    -sia distante 3 metri dallo stesso
    -non favorisca terzi all'uso et abuso per entrare nel balcone stesso (gente malintenzionata potrebbe usare il TUO gazebo come sistema di accesso alla terrazza partendo dal giardino....se succedesse potresti essere accusato/a di collusione)
    :occhi_al_cielo::occhi_al_cielo::occhi_al_cielo:
     
    A roberta25 piace questo elemento.
  7. roberta25

    roberta25 Nuovo Iscritto

    Accidenti... Esaustivo... Qundi NON POSSO METTERLO.
    Perchè è distante 30 cm dalla base del balcone di quello di sopra (il mio giardino è rialzato per un lavoro di impermeabilizzazione fatto molti anni fa). Per cui anche se metto una panchina, facilito l'incursore? Neanche il pavimento del mio giardino è a metri 3 dalla base del balcone ma 2 e 50 per questo motivo.
     
  8. Renato69

    Renato69 Nuovo Iscritto

    Concordo,
    aggiungendo che i 3 metri sono previsti per le "costruzioni". Un ombrellone, uno stendino, un armadio, un reattore nucl... no questo no :), possono stare anche sul confine. In generale tutto ciò che NON è una costruzione non deve rispettare i limiti del cc e del reg urb
    E siccome la legge è fatta di parole, si tratta di capire quando il gazebo NON è una costruzione.
     
    A roberta25 piace questo elemento.
  9. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    NON puoi neanche mettere piante,vasi etc che facilitino l'intrusione di qualcuno......una bici, un motorino (possono usarlo per inerpicarsi)....hai messo i cancelli alle finestre ?....pensa che sei condannabile per danni anche se,invece del gazebo,tu mettessi "tagliole antiuomo"...con le leggi attuali l'intrusere potrebbe citarti per danni:-o:D:risata:
     
  10. roberta25

    roberta25 Nuovo Iscritto

    La legge italiana, il c. civile diranno qualcosa... Ho letto che anche un albero deve stare a distanza. Ma nn ho trovato nulla riguardo ad un gazebo. Se procedo col permesso di costruire al comune forse faccio meglio di tutti? Che tanto il comune chiede il benestare dei condomini.

    PS: ho il terreno intorno per cui sta crescendo una quantità di edera che invade. Anche un "traliccio" con edera arrampicata può essere oggetto di contenzioso....???
     
  11. Renato69

    Renato69 Nuovo Iscritto

    @hanton
    sul fatto che passando da delitti contro il patrimonio a delitti contro la persona, la situazione ti si rivolti contro, non trovo nulla di sbagliato.

    Quanto invece all'uso del bene posseduto ed al suo congruo utilizzo (vedi deposito di materiale e quant'altro sul balcone), quello che citi viene apprezzato in sede di valutazione dal giudice di caso in caso.
    Se è chiaramente identificabile il tuo intento "persecutorio" sul vicino, o la impropria utilizzazione del bene, non c'è che da arrendersi.
    Usando la normale diligenza, ed evitando situazioni limite, non si corrono rischi.

    Se poi vogliamo essere garantiti che nessuno ci faccia causa sostenendo che abbiamo due teste e tre mani, purtroppo non possiamo impedirgli di citarci in giudizio.
    Contento lui....
     
  12. roberta25

    roberta25 Nuovo Iscritto

    In Italia sicuro. Ma il diritto di utilizzo di una cosa privata dove sta??
     
  13. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    ...interpretate come meglio lo desiderate : negli STATI da cui vengo ti possono citare anche per...uno sguardo di troppo...da NOI siamo ancora agli inizi ma,se uno si alza storto la mattina,ti possono citare per qualsiasi cosa...anche se litighi con la moglie (e' LEI che ti denuncia)
     
  14. Renato69

    Renato69 Nuovo Iscritto

    E' l'orientamento attuale a definire "per legge" ogni aspetto della vita... pensando che sottoponendo alla norma ogni dettaglio le cose migliorino,.. ma ci avevano già messi in guardia (un po' di tempo fa)....
    summum jus, summa iniuria.
     
  15. falcoreale1951

    falcoreale1951 Membro Ordinario

    ma tali distanze non si intendono in senso orizzintale dalle costruzioni? perchè così non si possono fare neanche i balconi sovrastanti poichè non rispettano i 3 metri.
     
  16. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    falco : purtroppo queste sono piu' che altro leggi e disposizioni Comunali e lì.....nelle costruzioni ed i rispottivi paramentri decide il Sindaco del momento : per le distanze di questo o quello ,entrano in ballo anche i regolamenti "condominiali" SALVO IL DIRITTO DI TERZI...ergo...si puo' fare di tutto finquando qualcuno non si alza "storto" e comincia a "sottigliezzare"....gaurda il caos che sta succedendo nel monmdo politico e poi dimmi....come saprai le cose che "stanno scoprendo" in effetti le conoscevano gia' da "millenni"...ma solo oggi ...qualcuno si e' alzato male ed e' cominciata la faida.....
     
  17. Renato69

    Renato69 Nuovo Iscritto

    @falcoreale
    sintetizzando, possiamo dire che intendere la distanza sul piano orizzontale E per pari livelli di quota, (consentendo quindi di edificare quando i manufatti erano a quote diverse), era ed è anch'essa una interpretazione della legge.

    Oggi, l'interpretazione data alla legge, (a seguito di sentenze del tar e consiglio di stato) è più restrittiva.

    Purtroppo, essendo le leggi scritte con parole ed essendo queste interpretabili, spesso si incontra questo problema.
    Quando poi il "legislatore" è magari a digiuno della materia tecnica, la formulazione degli articoli di legge si lascia facilmente aggredire in tal modo.
     
  18. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    condiviso con Renato : diro' di piu' : poco tempo addoetro ,volendo costruire un gazebo (4 x 3 = di quelli che oggi trovi nei supermrkets ) eet altri lavori inerenti il giardino (aiuole in pietra etc) ho convocato il mio geometra/architetto il quale,con mio grande stupore, ha asserito che :" nulla osta per le costruzioni floreali ma per il gazebo era necessario compilare la denuncia DIA ed ottenere permesso Comunale....."....ed il consumatore ,ignaro come lo ero io, spende 1200 euro per un gazebo.....da mettere nel PROPRIO giardino e nella PROPRIA ....proprieta' ! oltretutto ,e fortunatamente, non ho condomini !
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina