1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Giovanni42

    Giovanni42 Nuovo Iscritto

    Buongiorno.

    Possiedo un appartamento a Milano attualmente in affitto. Il contratto di locazione è stato rinnovato tacitamente per tre volte.
    A settembre 2010 ho notificato (con più di sei mesi di preavviso) la mia volontà di cessare il servizio di locazione, tramite lettera scritta da agenzia immbiliare e recapitata per mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno.
    Ad un mese esatto dalla scadenza del contratto, mi vedo recapitare una raccomandata proveniente dal sindacato inquilini che riporta il seguente testo:
    "La signora XXXX si è attivata per la ricerca di un'abitazione confacente alle sue possibilità economiche. Nel frattempo continuerà a pagare il canone di locazione".

    In particolare specifico che:
    - la casa mi serve in quanto mio figlio si sposa a settembre di quest'anno e verrebbe da lui occupata
    - ad inizio contratto mi sono stati versati due mesi di cauzione e un mese di affitto anticipato
    - la signora e famiglia XXX, a detta loro, sono alla ricerca di un appartamento nuovamente in locazione che permetta una spesa molto esigua (non riporto cifre menzionate). Una ricerca caratterizzata da tale requisito a mio parere, al giorno d'oggi, sarebbe certamente vana.

    A questo punto:
    - ho il diritto di chiedere l'ultimo mese di canone (marzo-aprile) o tale richiesta entrerebbe in qualche modo in conflitto con il mese di affitto anticipato?
    - come mi suggerite di comportarmi per agevolare l'uscita degli inquilini?
    - qualora l'uscita degli inquilini fosse posticipata, avrei il diritto effettivo di chiedere il canone di locazione per i mesi aggiuntivi?

    Grazie anticipatamente per le chiarificazioni.

    Giovanni
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    l tuo è un motivo + che valido x mandare disdetta, ma loro possono tranquillamente dire che nn hanno trovato casa e quindi in quel caso tu dovresti andare x via legale...effettuare uno sfratto esecutivo..
    ciao
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se ti pagano la pigione dopo la scadenza, accettala come occupazione locali, e non come affitto, cerca di aiutarla a trovare un'altra locazione adeguata alla sua economicità della locataria, in caso contrario non vi è che adire alle vie legali x fine locazione, auguri adimecasa:daccordo::idea:
     
  4. Giovanni42

    Giovanni42 Nuovo Iscritto

    Grazie a tutti per i consigli.
    Mi sono rivolto ad un avvocato per rispondere alla loro lettera.
    Nella lettera semplicemente ricorderemo la data di scadenza e le motivazioni della disdetta.
    sperando che "la carta intestata" acceleri la loro volonta' (che purtroppo non si e' mai verificata nonostante il largo preavviso) di trovare una nuova sistemazione.
    Mi sono gia' adoprato fornendo loro diversi bandi d'affitto confacenti alle loro possibilita' (purtroppo senza successo).
    Speriamo bene, sono una brava persona e mi dispiacerebbe davvero proseguire con le vie legali.

    Grazie

    Giovanni
     
  5. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Alla scadenza del rinnovo del contratto i conduttori non sono più tali, in quanto occupanti, ne consegue il tuo diritto di richiedere il 20% di maggiorazione del canone mensile, a titolo di indennità per occupazione. Questo aumento potrà essere un incentivo affinchè essi liberino più celermente l'immobile.
    Se vedi che le cose vanno avanti senza prospettive di liberarlo in un termine ragionevole dovrai azionare lo sfratto per finita locazione. Le spese legali, che dovrai anticipare, potranno essere legittimamente richieste all'occupante.
    Pertanto, se applichi il 20% di aumento al canone attuale, e gli fai presente che se entro 2 mesi non liberano l'immobile sarai costretto ad iniziare lo sfratto con spese a loro carico, aumenterai le probabilità di rilascio.
     
    A arianna26 e ada1 piace questo messaggio.
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ha ragione raflomb
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina