• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gagarin

Membro Attivo
Professionista
#1
Buonasera a tutti.
Il problema sorto è il seguente.
Un grande magazzino seminterrato è stato trasformato in tanti box auto singoli con tramezzi in muratura, che non arrivano fino al soffitto, perchè da una certa altezza in poi, fino al soffitto, sono state realizzate delle grate in ferro a maglie larghe (probabilmente per la normativa antincendio); anche le saracinesche dei singoli box non arrivano fino al soffitto, ma alla stessa altezza dei tramezzi ed il resto è chiuso da grata.
I lavori di trasformazione risalgono a circa dieci anni or sono.
Ora, in alcuni box ed anche in piccole parti delle aree di manovra il sottilissimo intonaco del soffitto si sta gonfiando e staccando, senza un motivo apparente (non ci sono infiltrazioni nè umidità; qualcuno ha ipotizzato che l'intonaco sia stato fatto dal "trasformatore" del locale in box sulla struttura di cemento armato già precedentemente verniciata e che ci sia incompatibilità tra la vecchia pittura ed il materiale dell'intonaco, infatti, nelle parti ove si stacca, resta intatta la verniciatura preesistente).
La domanda che tutti i condomini si pongono è questa: il soffitto del locale viene considerato proprietà condominiale o ogni porzione di soffitto sovrastante il singolo box è proprietà del proprietario del box stesso?
In sostanza, ogni proprietario di un box dovrà riparare il suo soffitto (se vuole) oppure, quando sarà il caso (i distacchi ed i rigonfiamenti non causano alcun problema, salvo l'estetica), il lavoro verrà fatto attraverso il condominio? La domanda sorge perchè il soffitto è, praticamente, il pavimento di un grosso terrazzo scoperto e, finora, in caso di infiltrazioni di acqua piovana è sempre intervenuto il condominio, indipendentemente dalla sede dell'infiltrazione stessa: in questo caso la causa del "danno" era dalla parte esterna (terrazzo), sarà la stessa cosa per la parte interna (soffitto)? Spero che qualcuno mi illumini la strada, perchè effettivamente non so come affrontare la questione.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#4
Non mi risulta esistano "norme di Legge" che precisino un caso come quello che hai descritto...ma logica vuole che se un volume non è chiuso di fatto non si possa parlare di "volume" .
Quindi forse i singoli posti auto saranno anche indicati con specifiche "particelle"...ma il soffitto è un "continuo" non distinguibile.
 

Gagarin

Membro Attivo
Professionista
#5
Quello che dici è vero e lo condivido, ma sicuramente ci sarà qualcuno (il cui box è, magari, rimasto "indenne" dai distacchi di intonaco) che contesterà questa impostazione: si dovrà andare per via giudiziaria?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#6
Non servono "reati" per fare cause...bastano anche i pretesti.

Se la maggioranza approva la spesa deliberata anche i contrari saranno costretti a sborsare...o dovranno impugnare.
L'amministratore con la delibera di spesa approvata può agire subito per la riscossione delle somme.
 

Gagarin

Membro Attivo
Professionista
#7
Verissimo e corretto, ma, a mio avviso, anche ammesso di riuscire ad ottenere una delibera a maggioranza, sono quasi sicuro che me la impugneranno (come sicuramente sai, nei condomìni c'è sempre quello/i che fa/nno le cose "per principio", che, poi, questo principio sia sempre la loro tasca è un'altra questione..): ecco perchè mi sarebbe piaciuto presentarmi in Assemblea con qualcosa di "concreto" in mano, ma vedo che anche tu, sicuramente più "ferrato" di me, non riesci a trovar nulla. Ti ringrazio, comunque, perchè sapere che un competente la pensa come me, mi aiuterà a portare avanti la questione: ci proverò, eppoi vedremo cosa succederà.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto