1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Carlo64

    Carlo64 Nuovo Iscritto

    Buongiorno.
    Molto spesso i notai e il buon senso, ci induce a dubitare nell'acquisto di una casa che la parte venditrice ha avuto in donazione.
    Naturalmente, le agenzie immobiliari, minimizzano.
    Gli eventuali eredi a cui spetta la legittima potrebbero paventarsi all'improvviso e pretendere "quattrini" dal nuovo propietario.
    Ma è veramente così e se si, non vi sono mezzi per mettersi al riparo da simili sorprese ?
    Grazie e buon lavoro a tutti.
    Carlo
     
  2. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Mi spiace ma devo dire che è così.:disappunto:
    L'unica tutela è che il venditore sia renda garante nei contronti dell'acquirente per una eventuale rivalsa di un legittimo.
    Si presume che in questo caso il venditore abbia sempre le sostanze materiali per poter dare questa garanzia, anche a mezzo fidejusisone, ma è un meccanismo poco tutelante.
    La donazione, anche se tutti gli attori sono ancora vivi, crea dei rischi per il nuovo proprietario. Le banche fanno fatica e preferiscono non prendere questi beni come garanzia per un finanziamento, inoltre un domani se si vuole rivendere ci saranno sempre gli stessi problemi.
    Bisogna anche valutare l'eventuale valore rivendicabile, semplifico con un esempio: se il venditore ha 3 figli e l'immobile oggetto di donazione e venduto vale € 100.000, al massimo la richiesta potrebbe ammontare a € 33.300, che non sono pochi.
     
    A sylvestro e Carlo64 piace questo messaggio.
  3. Carlo64

    Carlo64 Nuovo Iscritto

    Lo sospettavo.
    E tu Andrea me lo hai confermato con questa esauriente risposta e di cio' ti ringrazio.
    Quindi la donazione è una macchia indelebile che rimane anche nelle vendite future.
    Sapendo ciò quindi sarebbe da incoscienti acquistare una casa con questi requisiti.
    Grazie ancora e buona serata.:daccordo:
    Carlo
     
  4. gattiglia

    gattiglia Nuovo Iscritto

    Bisogna valutare se il tipo di donazione, io ad esempio ho acquistato una casa donata da madre a figlio unico, se non ci sono eredi diretti che possono rivendicare la perdita non ci sono problemi neanche con le banche.
    Occorre chiedere una verifica.
     
  5. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Concordo con quanto detto da Gattiglia...
    ...non tutte le donazioni sono uguali!!
    Se poi c'è anche la dispensa dalla collazione, praticamente sono impugnabili!!

    Saluti
     
  6. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Anni fa, anch'io avevo avuto da risolvere l'identico quesito.
    Mia suocera voleva donare alle due figli un appartamento, pure in presenza di un terzo figlio.
    Il notaio al quale mi ero rivolto aveva asserito che la donazione era impugnabile entro dieci anni. Dopo di che non ci sarebbero stati più problemi.
     
    A Carlo64 piace questo elemento.
  7. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Grazie a tutti dei chiarimenti.
    A me sono capitati diversi casi di vendita di beni donati, i notai non la pensano tutti allo stesso modo, adirittura c'è chi propone di ritornare a fare una donazione riportando la proprietà all'oroginario proprietario peggiorando di più le cose.
    MIspiego meglio per Carlo 64. IN effetti rileggendo la mia risposta si capisce che io sconsiglio l'acquisto in linea generale, ma bisogna valutare bene quale potrebbe essere la quota rivendicabile e decidere se ne vale la pena o no.
     
  8. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Non sono d'accordo con Gattiglia perche possono sempre venire fuori degli eredi fino ad oggi sconusciuti.
    Nelle realtà è successo anche questo.
    Ciao
     
  9. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    ne deduco che la donazione sia solo un gran bel modo di generarsi nuovo lavoro per il futuro
    ben impostato per notai e avvocati ... e null'altro

    che bello :D :D
     
  10. gattiglia

    gattiglia Nuovo Iscritto

    :shock: D'accordo che i casi eccezionali possano sempre accadere, ma che una madre non sappia di avere un figlio sconosciuto pare al quanto improbabile...
    Sicuramente nel caso in cui una donazione leda una parte nell'asse ereditario, potrebbero esserci problemi, ma nella nostra famiglia è stata più volte utilizzata semplicemente per passaggi di proprietà tra i componenti evitando compravendite farlocche e successioni .
    Logicamente occorre fare attenzione, ma è sempre valido analizzare caso per caso.
     
  11. Carlo64

    Carlo64 Nuovo Iscritto

    Quindi se ciò rispondesse a verità, il rischio graverebbe solo per 10 anni..... interessante.
    Dovrei documentarmi.
    Per ora grazie a tutti coloro che si sono attivati per formulare risposte al mio quesito.
    Carlo
     
  12. minniemj

    minniemj Nuovo Iscritto

    Io ho comprato 10 anni fa una casa che proveniva da una donazione e non ho avuto problemi. Ovviamente il notaio ha fatto le varie verifiche. Un anno fa l'ho venduta ,a un avvocato, tra l'altro. Anche lui ha voluto fare verifiche su verifiche fino ai 20anni precedenti approfittandone un po' per avere più tempo per lui tra la caparra e il compromesso. Io non capivo tutte ste verifiche visto che cmq dieci anni prima la banca mi aveva concesso il mutuo. Comunque l'ho venduta senza problemi forse per l'ottima posizione. Credo che ogni caso vada valutato anche se capisco che si abbia sempre paura di avere fregature.
     
    A Carlo64 piace questo elemento.
  13. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    certo, la fregatura incombe sempre, ma con l'accortezza e la cautela si evita abbastanza positivamente. D'altra parte, anche il fatto di acquistare un bene donato facendosi fare lo "sconto" mi suona un pò pretestuoso.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina