1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tonio54

    tonio54 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buona giornata a tutti e a tutte le donne. Dovrei ristrutturare casa e posizionare dei climatizzatori. L'amministratore mi ha obbligato a non posizionare i clima in alto perché a qualcuno non piace. Premesso che tutti i palazzi vicini li hanno in alto sui balconi; io sono rimasto contrariato per il fatto che posso giustificare quelli sul fronte strada ma quelli nel coravvicintero no.! Inoltre mi se nto privato di un mio diritto di scelta e di godermi il balcone; rappresenta un aggravio di costi nella predisposizione ed e' anche un pericolo per i bambini che si avvicinano. Se disobbedisco, mi possono imporrere di metterli giu'? Grazie per i vostri pareri.
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    L'amministratore non può scegliere ed imporre nulla. Lei sarebbe obbligato ove avesse sottoscritto un regolamento che le impone tutto ciò (o avesse votato in tal senso in assemblea)
    Lei può posizionare l'unità esterna sul suo balcone.
    L'Assemblea, se vorrà spendere del denaro inutilmente, le potrà far causa per aver deturpato l'estetica del fabbricato. Dalla descrizione fatta dei luoghi, non sembra ricorrano tali estremi.
     
  3. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Par di capire che non voglia procedere in tal senso ma porla in alto sul muro/parete condominiale e quindi in piena vista.


    Se altri nel palazzo avessero eseguito tal posizionamento non si potrebbe contestare decoro...ma se @tonio54 risultasse l'unico ...l'intero Condominio (tutti gli altri) potrebbero creare problemi.

    Dei palazzi vicini nulla rileva.

    Non entro sul merito dell'aggravio di costi (??) ...ma nessun pericolo dovrebbe essere ascrivibile alla presenza di una unità esterna rispondente alle norme di sicurezza.
     
  4. tonio54

    tonio54 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie per i vostri pareri. Comunque il buon senso dice, dove è possibile, di porre il motore in alto. Vorrei capire come mettere in sicurezza il motore di un clima su un piccolo balcone. Per evitare che si avvicini troppo un bimbo, dovrei inscatolarlo in una gabbia di ferro!! È anche un aggravio di costi in quanto una cosa è. Ul montaggio "spalla a spalla" (a stessa altezza motore fuori e spkit dentro), un'altra cosa è mettere i tubi in canalina dal motore sul balcone fino allo split in alto in casa. Senza contare la tranquillità e sicurezza di vivere serenamente tutto il balcone, senza pericoli!!
     
  5. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Una soluzione potrebbe essere quella di creare una nicchia in muratura o altro materiale (metallico o legno) all'esterno sul balcone che occulta il motore del condizionatore. In questo modo @tonio54 non dovrebbe rinunciare ad un suo dirittto ed il condominio non vedrebbe la sua facciata deturpata (come avviene quando si montano in modo "posticcio") i motori degli split.
    Purtroppo non esistono alternative più (economiche).
     
  6. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma il fabbricato è architettonico? si trova in zona storica? tanto per fare un esempio nella zona vecchia e storica di Benevento (Campania) neanche i panelli fotovoltaici posti sui tetti si possono mettere, ma li stiamo parlando di leggi locali.
    Ma che significa ( coravvicintero )?
     
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Tutti i fabbricati sono architettonici, poco c'entra l'essere o non essere in zona storica, in caso di infiltrazioni ti devi muovere velocemente.
    Ovviamente non percepisci il reale danno se non lo subisci sulla tua pelle, per contro non subendolo non ne vuoi sapere di spendere per sistemarlo.

    Però quando escono e se escono i Vigili è troppo tardi, c'è solo da piangere assai!
     
  8. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Chiedo scusa @chiacchia ma ho sbagliato thread!
     
  9. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    A mio parere la cosa migliore sarebbe porre la questione all'o.d.g. della prossima assemblea, presentarsi, spiegare le proprie ragioni (anche legali: se il regolamento nulla dice, ognuno potrebbe usare il balcone come vuole, etc...) e vedere cosa si decide in quella sede. Potrebbe anche darsi che tutto si risolva in una bolla di sapone: penso che parlare e spiegarsi sia il metodo migliore (e, comunque, l'iniziale) per affrontare qualunque faccenda, prima di ricorrere a raccomandate e carte bollate: spesso si scopre che il buon senso ancora non è morto del tutto...
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nulla ti vieta di farlo...ma sincermente non ne vedo il motivo.
    Io ho l'unità esterna a pavimento su un piccolo balcone/terrazzo e non vi sono elementi che possano costituire pericolo per un bambino.
    La ventola di raffredamento è protetta da idonea griglia già di serie, i cavi sono trattenuti da morsettiere a norme IP65.

    Un montatore "serio" non chiede supplemento per 2 metri di tubi in più (servono comunque anche se montaggio spalla/spalla) o al massimo non saranno i 100 Euro che ti cambiano la vita.
    L'unità a terra poi agevola la manutenzione, la preserva dall'esposizione diretta (o la si ripara facilmente) dagli agenti atmosferici e ne beneficia l'efficenza (a patto di non posizionare o costruire muri troppo a contatto).
    Unica nota negativa l'ingombro.
     
  11. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Daniele ma quali scuse, non è il caso a volte si usano termini tecnici che non conosco e non trovo pertanto domando.
    Ma poi la frase l'ha scritta Tonio54 (coravvicintero)
     
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
  13. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
  14. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Dimaraz, d'accordo su tutto, però la pompa di calore poggiata sul pavimento, adeguatamente distanziata dal muro,ti porta via spazio dal piccolo balcone e soprattutto ti sente la ventilazione fredda d'inverno e calda d'estate direttamente sulle gambe. Non è una bella sensazione!
     
  15. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa

    Difficile aver botte piena e moglie ubriaca...ma dubito che se serve il condizionatore acceso poi ci si vada a piazzare fuori.

    Poi bisognerebbe cominciare a limitarne l'abuso...son di far freddo d'estate e caldo d'inverno ...stiamo contribuendo alle alterazioni climatiche.
    Avanti di sto passo addio ghiacciai.
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il discorso diventa un po complicato se parliamo d'ambiente, perché dovremmo limitare l'uso dei combustibili fossili, evitare di consumare energia per condizionare le nostre abitazioni ed i luoghi di lavoro. Saremo in grado di adottare questa svolta epocale? Probabilmente dovremmo cercare di ridurre il numero degli abitanti del pianeta per ridurre i consumi energetici e conseguentemente le emissioni. Sarei anche propenso a questa soluzione, perché ricordo che quando ero ragazzo al mare non c'era la calca che si verifica ogni estate, sebbene qua in Sardegna non sia come nelle spiagge di Rimini e Riccione. Ma il calo demografico è visto come una calamità da evitare: non sono d'accordo.
     
  17. tonio54

    tonio54 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    scusate se ho innescato una discussione cosi controversa. Certo sarebbe meglio poterne fare a meno. Quando ci vuole, però, occorrerebbe regolarizzarlo meglio per tutti ed usare il buon senso per le decisioni. Non dovrebbe trasformarsi in occasione di liti e discordie tra condomini. Piuttosto dovremmo, tutti insieme, richiedere alle ditte prodotti più affidabili, meno rumorosi e con più risparmio di energia. Cercare anche prodotti alternativi. ad esempio, a volte bastano le sole ventole montate in casa a soffitto, per dare un senso di freschezza e riservare ai clima solo certe situazioni particolari.
     
    A Dimaraz piace questo elemento.
  18. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Apparecchi meno rumorosi ecc.???... la tecnologia c'è ma costa e il mercato anzi i compratori vogliono risparmiare ed avere tutto subito, se non fosse cosi non si spiegherebbe l'invasione dei prodotti cinesi a bassissimo costo che compri butti e poi non compri più niente perché si dice tanto è tutto cinese non ne vale la pena ed ecco che il mercato è crollato ecc. ma piano piano stiamo tornando su i nostri passi e le aziende solide che rimarranno ritorneranno a far crescere il mercato.
    Chiudo dicendo: non si può avere un prosciutto di San Daniele a € 10.00 perché c'è tanta manodopera che costa ma è essenziale per avere la bontà del prodotto invece un prosciutto nostrano che è comunque buono lo puoi acquistare a € 10,oo perché è fatto in serie meno mano d'opera ma comunque "alimentarmente" buono ai cinesi lasciamo le radioline gli accendini cose sfiziose ma non importanti. :)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina