1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mario ravanini

    mario ravanini Nuovo Iscritto

    Salve vorrei sapere che succede quando un consuntivo non viene approvato e l'amministratore si dimette dall'incarico.
    per la precisione, era stato approvato dall'assemblea pagamenti a favore di alcuni condomini proprietari che hanno svolto dei lavori di manutenzione condominiale,giardinaggio e pulizie.
    in sede d'assemblea due condomini hanno eccepito questi pagamenti e così il consuntivo non è stato approvato,ma l'amministratore si è dimesso schifato e non vuole più saperne di questo condominio, non intende più presentarsi nelle assemblee, ed aspetta che i condomini scelgano un altro amministratore a cui passare tutti i documenti.
    cosa succederà ora,che problemi può avere l'amministratore ?
    grazie
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    L' amministratore non si può dimettere.
    Il suo incarico finisce soltanto quando sarà nominato un' altro amministratore, il quale si prendere "in blocco" tutti i problemi così come il precedente amministratore li consegna.

    Vi consiglio di nominare un' altro amministratore al più presto, perchè attualmente la vostra amministrazione è precaria.
     
  3. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    l'amministratore si puo' dimettere.............ci mancherebbe ma nel frattempo deve continuare a gestire il condominio.
    naturalmente i condomini devono immediatamente valutare al piu' presto nuovi candidati ad amministratore.
    si fara' un'assemblea straordinaria dove l'ordine del giorno saranno le dimissioni del vecchio amminstratore che non partecipera' neanche e la nomina del nuovo amministratore che magari si presentera' in assemblea per farsi conoscere.
    i due amministratori nel giro di qualche settimana si passeranno gli incartamenti del condominio.
    ciao
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    sei sicuro? mi sembra strano che uno che non voglia o non possa più svolgere un lavoro possa esservi costretto.. anche perchè non mi vengono in mente altri casi..
     
  5. Saro

    Saro Nuovo Iscritto

    l'amministratore rimane in carica fino a quando non viele nominato altro amministratore.
    Nel caso di specie, tenuto conto che l'amministratore uscente si è dimesso irrevocabilmente nel corso di una assemblea, la stessa, prendendo atto delle dimissioni avrebbe dovuto nominare un condomino il quale avrebbe dovuto temporaneamente assumere la carica di amministratore effettuare il pasaggio delle consegne con l'amministratore uscente, acquisire le proproste economiche di altri amministratori e convocare la successiva l'assemblea nella quale conferire l'incarico all'amministratore esterno.
     
    A Antonio Azzaretto piace questo elemento.
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    con l'assemblea l'amministratore a rimesso il mandato a chi?? il presidente dell'assemblea assume ad interim l'incarico, l'amministratore dimissionario assume solo l'ordinaria amministrazione in attesa di un nuovo responsabile, pertanto al presidente dell'assemblea si deve fare riferimento:daccordo:
     
  7. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Non è previsto dalla legge che il presidente dell' assemblea assuma "ad interim" l' incarico.
    L' assemblea deve nominare un' altro amministratore.

    Soltanto quando l' assemblea nomina un' altro amministratore, solo allora l' amministratore dimissionario avrà concluso il suo incarico.
     
    A acquirente e BRUFERBOLOGNA piace questo messaggio.
  8. greco

    greco Nuovo Iscritto

    l'amministratore si puo' dimettere,ma resta in carica in prorogatio fino alla nomina di un nuovo amministratore.indice una assemblea straordinaria( nella quale puo0' anche non presentarsi ) ;ma fino alla nomina del nuovo amm ha le stesse responsabilita di prima
     
    A Antonio Azzaretto piace questo elemento.
  9. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    L'amministratore avrà l'obbligo di gestire il condominio in c.d. prorogatio, ovvero dovrà limitarsi ad eseguire l'ordinaria amministrazione fintanto non venga nominato un nuovo amministratore.
    Ove l'assemblea dei condomini non decida in termini ragionevoli di nominare un nuovo amministratore in sostituzione, l'ex amministratore potrà ricorrere al tribunale affinchè venga nominato un amministratore giudiziale, temporaneo.
     
    A meri56 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina