1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. newest

    newest Nuovo Iscritto

    Salve a tutti,

    vi chiedo con AIUTO in merito ad una situazione che si è creata e che destabilizza la mia sicurezza nell'acquisto.
    l'oggetto è l'acquisto di un immobile in costruzione, tramite agenzia.

    il 5 Novembre ho firmato una proposta irrevocabile di acquisto con caparra confirmatoria, accettata dal costruttore il 9 Novembre, secondo tale proposta il preliminare sarebbe dovuto essere firmato entro e non oltre il 16 Novembre.

    Giovedì SERA 11 Novembre l'agenzia mi chiama lasciandomi la copia firmata del costruttore della propsota, dicendomi che lunedì 15 Novembre avremmo firmato il prelimiare in agenzia.
    Alchè chiedo una copia del preliminare per leggerlo e farlo verificare dal notaio di mia fiducia. (considerando he avrei avuto solo venerdì utile per farlo verificare).

    Ad ogni modo ci riesco tramite fax.
    Il notaio mi dice che il preliminare sottopostomi NON E' SECONDO PRESCRIZIONE DI LEGGE, ed in più mi dice che mancano dei documenti affinchè tale preliminare possa essere redatto.

    A questo punto metto in contatto l'agenzia Immobiliare e lo studio notarile per questi documenti, che in parte vengono inviati la SERA DI VENERDi' 12.

    Comunico all'agenzia tramite fax che: poichè il preliminare che mi hanno sottoposto non è secondo prescrizione di legge voglio che tale preliminare fosse scritto dal mio notaio di fiducia e che venga firmato lì.

    l'agenzia si stranisce e dice che l'accordo verbale era di firmarlo da loro.
    Io insisto che fosse fatto dal notaio, e poi si convincono.
    Chiaramente il notaio con tuta la buona volontà non riesce per lunedì a redigerlo per bene per cui, rimanendo sempre quanto scritto nella proposta irrevocabile, si stipula il 16 Novembre.

    Il costruttore non può il 16 Novembre perchè deve verificare il preliminare (giustissimo), per cui chiede proroga al 18 Novembre.
    il 17 Novembre sera l'agenzia mi dice che il costruttore non riesce e compila un foglio in cui si attesta che il preliminare si proroga ad una data entro e non oltre il 30 Novembre.

    L'agenzia in questi giorni mi chiama e mi da un ulteriore appuntamento per la firma GIOVEDI' 25 NOVEMBRE.

    Ma il 24 SERA mi chiama e mi dice che il COSTRUTTORE non vuole presentarsi per un prelimiare dal notaio, ritenendosi offeso nell'orgoglio in quanto è un atto di poca fiducia. (non faccio commenti inutili su questo).

    Dico all'agenzia che rimango fermo sul punto del notaio.

    Arrivo ad oggi, sabato mattina 27 NOVEMBRE l'agenzia mi dice che ha trovato la soluzione (tenete ben presente che il 30 è il limite ultimo, e che di sabato non posso ne contattaer il notaio per la data, più volte spostata e ne posso chiedere permessi all'agenzia dove lavoro)


    LA SOLUZIONE E':
    PRELIMINARE CON FIRMA DISGIUNTA.
    Spiegandomi che il costruttore si dirigerà da loro lunedì mattina, loro segneranno le modifiche o le osservazioni di quest'ultimo sul preliminare, in contemporanea chiameranno lo studio notarile per comunicarle, ma prima di ciò bisognerà che io deleghi qualcuno dello studio come mio portavoce e che faccia le mie veci (bah!!).
    Accordatosi, il costruttore firmerà ed io MARTEDI' (sempre che a lavoro mi rilasscino il permesso) dovrò controfirmare.

    SECONDO LORO HANNO ACCONTENTATO TUTTI.

    A STO PUNTO CHIEDO:

    1) se comunicato così io in tutta serenità possa firmare il preliminare.
    2) il fatto che il costruttore non voglia presentarsi per motivi futili, mi fa pensar male ed aumenta la mia poca fede nei suoi confronti
    3) posso mai io essere costretto a firmare sapendo che avrò a che fare con un costruttore così?
    4) TUTTO CIò SI PUò FARE?
    5) e se io non voglio che qualcuno dello studio faccia le mie veci?
    6) così facendo lo studio notarile s'impegna 2 giorni per un preliminare, costerà di più?

    insomma cosa mi dite di fareee???? voglio piangereeeeeeeeee
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Diciamo che siete arrivati ad un "braccio di ferro" Darti una risposta è difficile per due motivi:
    A) Non conosco i motivi del contendere, ovvero la forma è in discussione o vi sono importanti aspetti della compravendita?
    B) Sei la persona che è addentro a queste cose e quindi puoi sostenere il contraddittorio con il costruttore su cosa concedere e su cosa non transigere?
    A questo punto i rapporti, salvo un colpo d'ali, sono tesi, giudicare senza gli elementi A e B è difficile, di certo che se non ti fidi del costruttore meriterebbe un preliminare redatto dal Notaio e registrato. Attenzione che i Notai, spesso sono inflessibili e non colgono o non possono cogliere le sfumature più o meno rilevanti dell'accordo e della possibilità di mediare.
    Ora mi sia permesso rivolgermi, idealmente al costruttore: "di 'sti tempi fare anche i difficili, quando si trova gente che compra e si affanna anche a pagare, lo trovo assai fuori luogo."
     
    A newest piace questo elemento.
  3. newest

    newest Nuovo Iscritto

    Provo a chiarire i tuoi punti A e B (sperando di averli interpretati bene)

    A) ho semplicemente chiesto, poichè mi è stato sottoposto dall' AI e dal Costruttore un preliminare non a norma di legge, si farlo redigere e di firmarlo davanti ad un notaio.
    Per cui la forma immagino sia in discussione, ma anche la mia poca fede in questi che non vogliono andare secondo legge.

    B) Si sono la persona che sta acquistando per cui colui che pagherà e che s'impegnerà 30 anni di mutuo, quindi il diretto interessato.
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Quindi per quanto riguarda il punto A) da me illustrato, pretendi di firmare un preliminare, al limite in agenzia, ma secondo un testo a norma di legge, giustamente come il tuo Notaio ti suggerisce.
    Per quanto riguarda il punto B) da me illustrato, se sei in grado di tenere testa a un costruttore, avendo dimestichezza su cosa concedere e su cosa non concedere, pur di sistemare il preliminare come è tuo interesse ma sempre rimanendo nell'ambito degli accordi sin qui presi.

    Al costruttore, ho già inviato un messaggio che contiene il mio stupore che faccia il difficile senza un senso pratico delle cose e senza apprezzare ciò che tu riassumi al tuo punto B) e che è il tuo merito.
     
    A newest piace questo elemento.
  5. newest

    newest Nuovo Iscritto

    Grazie Adriano,

    per la tua risposta, di domenica.
    Vorrei approfittare della tua gentilezza e della tua professionalità "straordinaria" chiedendoti delle ultime cose.

    1) può un costruttore rifiutarsi di firmare un preliminare da un notaio? ho il diritto di decidere come tutelarmi al meglio il mio investimento?

    2) può essere fatto, come l'agenzia suggerisce, un preliminare (e quindi non una proposta) a firme disgiunte?

    3) può un agenzia avvisarmi di sabato (ieri) per dirmi che lunedì il costruttore firmerà da loro il preliminare e poi io lo farò martedì da notaio (dando per escluso che io possa ottenere il permesso a lavoro)?

    Grazie in anticipo per tutto.
    e grazie a questo forum
     
  6. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    1) Presso l'Agenzia I. avete firmato un accordo....che non conosco! Se gli accordi parlavano di un preliminare non dal Notaio, tu dovresti farlo non dal Notaio, ma con un testo che tu, e/o il tuo Notaio ritengono essenziale per i tuoi interessi, purchè in esso siano contenuti gli estremi degli accordi già resi: (per esempio importo, termini dell'atto definitivo, finiture ecc..) Fermo restando che risulta difficile capire perchè un costruttore, sia pur non concordato, si rifiuti di firmare un preliminare dal Notaio, dove anche per lui vale il principio che non accetterà testi contenenti condizioni differenti agli accordi presi in Agenzia I.
    2) Un preliminare a firme disgiunte, può essere fatto, il principio è di concordare il testo, prima delle firme disgiunte, in modo che non si arrivi allo scadere dei termini e che per una delle parti ci sia la necessità di firmare e accettare anche ciò che non gradisce, pena far scadere i termini.
    3) Il punto 3 si commenta da solo con la incredibile insensibilità verso un cliente che dovrebbe essere agevolato e servito, come la parte più meritevole della transazione.
     
    A newest piace questo elemento.
  7. newest

    newest Nuovo Iscritto

    Sempre gentilissimo,

    ti conferisco le informzioni che ti mancano:

    IL PUNTO 1
    ---------------------------------------------------------
    1) L'unico accordo preso, scritto e firmato in Agenzia I. è quello della PROPOSTA IRREVOCABILE DI ACQUISTO
    (che dopo le tue indicazioni sono andato a crotrollare per bene)
    in esso non viene esplicitato DOVE e COME tramutare la proposta in preliminare, ma SOLO QUANDO e cioè il 16 Novembre.

    Tale proposta fu redatta il 5 Novembre e accettata il 9 Novembre.

    Giovedì sera 11 Novembre mi convocarono in Agenzia per comunicarmi l'accettazione della proposta e consegnarmi il foglio controfirmato dal costruttore, allo stesso tempo, verbalmente mi dissero che il preliminare sarebbe stato fatto lunedì 15 Novembre da loro, ma io dissi che avevo bisogno del testo per portarlo a controllare dal notaio. (non fu scritto nulla in merito a dove).

    Venerdì 12 Novembre il notaio mi comunicò che non era a prescrizione di legge. E nello stesso giorno, sempre il notaio chiese all'Agenzia i documenti necessari per scriverlo a norma. Tali documenti non arrivarono tutti, ma il preliminare fù comunque scritto e completo lunedì 15 Novembre dal notaio.

    Va da se che la data da loro prestabilità verbalmente, si prorogò poichè il costruttore doveva esaminare il nuovo testo del preliminare. Fermo restante che sia io che il notaio eravamo pronti a firmarlo il 16 Novembre (termine ultimo secondo proposta)

    Il costruttore chiese la proroga e l'agenzia inviò il telegramma (suppongo ad entrambi le parti) in cui c'è scritto:

    IN RELAZIONE ALLA PROPOSTA D'ACQUISTO SOTTOSCRITTA IL DATA 5/11/2010 REGOLARMENTE ACCETTATA IN DATA 9/11/2010 PER L'IMMOBILE IN COSTRUZIONE SITO IN xxxxxx VIA xxxxx, COME CONVENUTO TRA LE PARTI, SI CONFERMA LA SOTTOSCRIZIONE DEL CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA GIOVEDI' 18/11/2010 ORE 10,00 PRESSO NOTAIO xxx, VIA xxxx.


    Quindi tale costruttore sapeva bene tutto.

    Ma le proroghe non finirono qui.
    La sera del 17 Novembre (giorno prima del preliminare dal notaio)
    L'agenzia mi disse che il costruttore non era pronto che chiedeva un'altra proroga non fissando una data ma stabilendone una massima oltre la quale non andare tale data fu 30 Novembre.

    Per cui ci fu un'altra comunicazione dell'Agenzia, questa volta tramite email mi mandarono un testo
    che contiene ancora la dicitura:

    (...) COME CONVENUTO TRA LE PARTI, SI CONFERMA LA SOTTOSCRIZIONE DEL CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA ENTRO E NON OLTRE LA DATA 30/11/2010 PRESSO NOTAIO xxxxxx, VIA xxxxxx.

    che io stampai e mandai come fax firmato.
    Anche stavolta il costruttore sapeva del notaio.

    A seguito arrivò una comunicazione dell' Agenzia I. telefonicamente che mi diceva che il costruttore era pronto per il 25 Novembre a firmare.

    Ma la sera del 24 Novembre (ancora una volta la sera prima) mi dissero che il COSTRUTTORE RITENEVA OFFENSIVO ED INOPPORTUNO CHE SI FIRMASSE IL PRELIMINARE DAL NOTAIO.

    L'agenzia cercò dal farmi desistere (ma io oramai prevalso da 1000 dubbi leciti nei confronti del costruttore) rimasi fermo sul notaio, ed da lì la soluzione dell'agenzia di fare il PRELIMINARE DISGIUNTO

    però tutto ciò comunicatomi ieri (SABATO MATTINA) per lunedì 29/ 30 martedì (ultime limite fissato).

    IL PUNTO 2
    ---------------------------------------------------------
    2) loro vorrebbero che io nominassi un mio portavoce nello studio notarile, il quale farà il mio interesse difronte alle correzioni che il costruttore potrebbe addurre al preliminare

    MA SE IO NON VOGLIO CHE NESSUNO FACCIA LE MIE VECI?, NE AVREI DIRITTO?, POSSO FARLO SENZA CHE LORO MI IMPUTINO COME OSTACOLO ALLA TRATTATIVA?

    PUNTO 3
    --------------------------------------------
    daccordissimo con te, scorrettissimi!!!!

    immensamente grato
    Giuseppe
     
  8. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Hai ragioni da vendere. Mi pare che non vi sia nulla che si frappone alla stipula del preliminare dal Notaio. Ritengo che dovresti fissare, con lettera raccomandata R.R. un appuntamento dal Notaio per la firma del testo approvato e inviato il 16 Novembre, testo mai contestato dal costruttore. Se il costruttore non si presentasse, lo metti in mora e hai titolo per richiedere danni e penale...non so se hai dato soldi e a che titolo.
    Ora se questa è la prassi, devi meditare bene le mosse:
    A) se l'acquisto di questo immobile è quello che vuoi, che è consono alla tua famiglia ecc..ecc.., cerca, appellandoti al buon senso e alla tua pazienza, una strada percorribile che ti porti al risultato desiderato. La diplomazia, alle volte è necessaria!
    B) se sei pentito dell'acquisto, comincia a battere i pugni e pensa a farti indennizzare, o quanto meno acquista ma richiedi qualche cosa aggiuntiva, sconti, finiture, non hai nulla da perdere.
     
    A newest piace questo elemento.
  9. newest

    newest Nuovo Iscritto

    Bene,

    SONO DISGUSTATO DA COME L'AGENZIA ED IL COSTRUTTORE ABBIANO GESTITO LA COSA.
    1) tentando di farmi firmare qualcosa non a norma, e poi impuntandosi a non comaprire davanti al notaio, aumentando i miei dubbi.
    PER CUI SONO PER L'OPZIONE B.

    sarà così che farò, per cui lunedì mattina chiamerò l'agenzia e dissentirò la loro soluzione di PRELIMINARE DISGIUNTO comunicatomi ieri mattina.
    Poi mi recherò dall'avvocato chiedendo di redigermi una bella raccomandata con ricevuta di ritorno in cui inviterò il costruttore e l'agenzia a presentersi martedì 30 con il testo aprrovato dal notaio e mai contestato dal costruttore, almeno fino ad oggi, chissà se lo farà lunedì.

    Se il costruttore non si presenta (dato che non ho rilasciato assegni, ma con la proposta irrevocabile d'acquisto mi pare di capire che è come se lo avessi dato in quanto ho l'obbligo di proseguire). Chiuderò tutto... sono pacifico mi scocica di metter in mora ed aspettare e comunque pagare gli avvocati per farlo..... preferisco vivere.


    GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
     
  10. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Attenzione, devi individuare una colpa della controparte certa, perchè diversamente rischi che l'agenzia ti chieda la mediazione ugualmente. Per le tue ragioni, hai fatto una ricostruzione, cronologica, esatta, cerca di avere anche delle prove scritte. Come hai detto giustamente, chiedi, velocemente un incontro con un tuo legale di fiducia, e consigliati.
     
    A newest piace questo elemento.
  11. newest

    newest Nuovo Iscritto

    1) IL PRELIMINARE NON A NORMA
    2) LE DISDETTE (PER BEN 3 VOLTE) COMUNICATE LA SERA PRIMA, ED IN QUESTO CASO COMUNQUE IO PER TUTTE LE VOLTE MI SONO PRESENTATO COMUNQUE DAL NOTAIO SPERANDO IN UN LORO RIPENSAMENTO COSTRINGENDO IL NOTAIO A PRENDERE LA MIA PRESENZA.
    3) LE PROROGHE SCRITTE NEL PSOTO SONO LE TRASCRIZIONI DEI DOCUMENTI FAX/MAIL/TELEGRAMMI MANDATOMI DALL'AGENZIA.
    4) LO SCADERE DEI TERMINI CONCORDATI

    TUTTE QUESTE NON POSSONO ESSERE CONSIDERATE PROVE?...
    in pratica nonostante tutto questo dovrei pagare la poca professionalità di questi individui?
    hanno maturato la provviggione?.. ma la provviggione non matura comuqnue alla conclusione positiva del preliminare?
     
  12. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Bravo, mi piace, hai agito bene. Il Notaio potrà verbalizzare, qualora ci fosse bisogno, della tua presenza alla potenziale firma del preliminare.

    L'agenzia, non è il mio settore, potrebbe richiedere la provvigione solo se uno di Voi si sottrae in maniera non giustificata. Ovvero, tu ti ritiri senza motivo a loro addebitabile, o alla controparte addebitabile.
     
    A newest piace questo elemento.
  13. newest

    newest Nuovo Iscritto

    cercherò di fare le cose legalmente, come è stato sin dall'inizio mio intento.
    Per cui Avvocato urgentemente...

    Grazie mille Adriano, questo week end ero preoccupato e non avendo legali con cui parlare, mi sei stato di grande aiuto, o quanto meno una interlocutore con cui ragionare.

    Grazie di tutto, ti terrò aggiornato sullo sviluppo della faccenda di modo che possa servire a qualcuno che potrà trovarsi nella mia stessa situazione, sia ben chiaro non lo augoro a nessuno.

    Ottimo forum! complimenti


    Giuseppe
     
  14. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Ma in sostanza quali sono gli elementi che rendono il primo preliminare "non a norma di legge" ?.

    Per tutto il resto ottime considerazioni quelle di Adriano.:applauso:

    (PS per newest: ti ricordo che nel forum usare il carattere Maiuscolo equivale ad urlare. E' consentito dal regolamento solo per brevi frasi, come tu del resto hai fatto ad eccezione del post n°11. In bocca al lupo per il preliminare. ;))
     
  15. newest

    newest Nuovo Iscritto

    mi scuso per il carattere maiuscolo ,non sapevo di questa cosa, ma ho riportato pari a come scritto dall'agenzia immobiliare.

    il primo preliminare non era a norma in quanto non erano esplicitati la fidejussione o come gestire la caparra, la garanzia decennale, non vi era presenza di alcun riferimento alla consegna dell'immobile in costruzione, Non vie erano esplicitati gli obblighi del costruttore e delle spese che spettassero a lui o a me, insomma non vi era nulla, .. in sostanza non vie ara alcuna tutela per l'acquirente... anzi l'unica cosa che vie era scritto era che il costruttore si assumeva l'onere di poter apportare modifiche all'appartamento o allo stabile qualora ne necessitasse per legge senza avere l'obbligo di comunicare a nessuno (cosa chiaramente giusta, ma essendo l'unica cosa non mi sembrava completo e a tutela di chi acquistava).

    Almeno da come controllato dal mio notaio.
     
  16. newest

    newest Nuovo Iscritto

    Ragazzi ho un dubbio aiutatemi vi prego, altrimenti morirò d'ansia:

    Sabato 26 Novembre 2010 alle ore 14,54 l'agente immobiliare mi telefona dicendomi che, per ovviare al fatto che il costruttore non voglia presentarsi dal notaio, si può fare il preliminare disgiunto, che dovrebbe svolgersi, a quanto mi dice, in questo modo:

    Lunedì 29 Novembre (cioè stamattina) il costruttore si recherà in agenzia esponendo le sue probabili variazioni al preliminare; tali considerazioni o variazioni verrebbero comunicate allo studio notarile ove io dovrei delegare uno che farebbe le mie veci (l'agenzia immobiliare lo ha dato per scontato), tale "delegato" manterrebbe il contraddittorio con il costruttore al posto mio, arrivati ad un probabile accordo, io (dando sempre per scontato che non abbia impegni lavorativi, che mi possano impedire ) dovrei recarmi dal notaio domani 30 Novembre per controfirmare.

    Tutto questo perchè, nonostante la proroga larga che partiva dal 8 Novembre al 30 Novembre, hanno organizzato tutto tra stamattina e domani, non dandomi il tempo necessario neanche a capire se il preliminare disgiunto è quello che vorrei fare.

    Alchè stamattina ho chiamato il mio avvocato per chiedergli sul dafarsi, e lui mi ha risposto di non mandare alcuna comunicazione in merito (la cosa mi preoccupa)

    Vi chiedo:

    1) Può l'agenzia I. procedere comunque, avendomelo comunicato solo sabato?
    2) Se il costruttore firmasse senza modificare nulla sul preliminare, io sarei costretto poi a firmare dal notaio comunque? (considerate che sono disgustato dalla situazione, dopo aver dato una casino di proroghe dal 5 Novembre in poi)
    3) Se il costruttore firmasse senza modificare nulla sul preliminare, ed io non potessi per motivi lavorativi (poichè non posso comunicare un permesso da un giorno all'altro) recarmi da notaio, loro mi posso costringere ad una proroga dato che la mia firma prima dello scadere dei termini di proroga è il 30 Novembre (domani)?

    vi prego aiutatemiiiii :triste: :???:
     
  17. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
  18. avettor

    avettor Nuovo Iscritto

    Newest, secondo me hai tutte le ragioni del mondo e sono molto corretti tutti i pareri che ti sono stati dati dagli altri membri del forum.
    Ti do' quindi soltanto un suggerimento di buon senso: fossi in te non mi concentrerei sul "dove" viene firmato il preliminare (non è argomento di sostanza, rischia di diventare un'inutile questione di principio), bensì sul cosa e in che forma.
    Direi che sono disposto a firmare in qualunque sede gradita al venditore (così cade la sua obiezione e non può più sentirsi offeso) purché vi sia la possibilità di visionare il testo con almeno 48h di anticipo e che tale testo sia "a norma di legge".

    Mi sembrano richieste lecite e che ti consentono di tutelarti, senza che nessuno possa ritenersi offeso. Se qualcuno non è in buona fede, secondo me così si vedrà molto chiaramente.
     
    A newest e Jrogin piace questo messaggio.
  19. newest

    newest Nuovo Iscritto

    Grazie avettor,

    sono daccrodo con te, ma la mia non è una questione di principio, semmai di tutela, dato che dopo avermi sottoposto un preliminare assurdo, sia l'agenzia che il costruttore (perchè a detta dell'agenzia è il preliminare rilasciato dai notai del costruttore) io sinceramente non mi sento più tutelato ne dall' Agenzia I. e ne (figuriamoci) dal costruttore , e poichè io sono un ragazzo di 33 anni e non sono in grado di sostenere un possibile contraddittorio con un costruttore che magari invece della fidejussione (per es.) mi vuole proporre altro mi sento più sicuro difronte ad un SUPERPARTES con un notaio, suggeritomi e consigliato da un mio amico avvocato che dopo aver sentito questa storia si è sentito di aiutarmi legalmente.

    E poi più che principio direi che io sono quello che per 30 anni dovrò portarmi un mutuo e sborsare 100.000 e passa euro, per cui "sto disgraziato (che sarei io), può almeno decidere come vuole tutelare i suoi risparmi?".

    Infine volevo chiederti, se puoi, riusciresti a dare una risposta a queste domande?:

    1) Può l'agenzia I. procedere comunque, avendomelo comunicato solo sabato?
    2) Se il costruttore firmasse senza modificare nulla sul preliminare, io sarei costretto poi a firmare dal notaio comunque? (considerate che sono disgustato dalla situazione, dopo aver dato una casino di proroghe dal 5 Novembre in poi)
    3) Se il costruttore firmasse senza modificare nulla sul preliminare, ed io non potessi per motivi lavorativi (poichè non posso comunicare un permesso da un giorno all'altro) recarmi da notaio, loro mi posso costringere ad una proroga dato che la mia firma prima dello scadere dei termini di proroga è il 30 Novembre (domani)?
     
  20. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Affinchèil costruttore ti possa mettere in mora, deve comunicarti ufficialmente con un mezzo che possa essere ritenuto "prova" (tipo raccomandata con ricevuta di ritorno) e darti in tempo di almeno 7/15 gg. (non mi ricordo bene).
    Nel caso tu non ti presentassi saresti inadempiente. Ma non è questo il caso.
    Il costruttore può firmare quello che vuole, ma senza la tua firma non vale nulla.
    poi..
    hai perfettamente ragione a pretendere che questi punti siano chiariti. Sono obblighi di legge.

    L'importante è che tu non firmi nulla senza prima averlo fatto visionare al tuo notaio o al tuo avvocato. Non possono costringerti.
     
    A newest piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina