jac0

Membro Senior
Proprietario Casa
Sono tante le soluzioni per ridurre la spesa pubblica: ridurre le auto blu, abbassare il vitalizio ai deputati, dimezzare le pensioni alte, privatizzare le aziende municipalizzate, mettere all’asta i beni confiscati, ottimizzare le prestazioni sanitarie.
Ma non basta. Ogni anno lo Stato subisce danni per milioni di euro a causa dei dipendenti pubblici che svolgono un doppio lavoro: ad esempio l’avvocato, il geometra, l’architetto e il professore universitario che acquisiscono consulenze senza avvisare i propri superiori.
Il regime delle incompatibilità nel pubblico impiego è disciplinato dall'art. 53 del D.Lgs. n. 165/2001. In effetti un dipendente pubblico può continuare la sua professione ma, per evitare conflitti di interesse, deve svolgere l’incarico al di fuori dell'orario di lavoro e metterne prima a conoscenza il datore di lavoro.
Gli abusi (cd. 'doppio lavoro') sono segnalati non solo dagli organi interni di vigilanza, ma anche e soprattutto dai cittadini.
Per questa segnalazioni la Guardia di Finanza ha messo a disposizione:
- un modulo. Ad esso, compilato, è bene allegare eventuali prove: fotografie, filmati, etc, e copia della propria CI;
- il numero di telefono d'emergenza 117, gratuito e attivo h24.

NB Poi non diciamo che abbiamo le mani legate: io lo faccio tutte le volte che serve!
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
In effetti un dipendente pubblico può continuare la sua professione ma, per evitare conflitti di interesse, deve svolgere l’incarico al di fuori dell'orario di lavoro e metterne prima a conoscenza il datore di lavoro.
Semplicemente se sei un libero professionista devi seguire una certa deontologia

Questo è forse l'articolo che più ci si addice: (preso dal Titolo II) sulla condotta.

11. Il geometra pubblico dipendente, con rapporto di lavoro a tempo parziale, è tenuto al rispetto dei limiti disciplinati dal rapporto d’impiego, secondo le disposizioni di legge ed il ruolo che è
chiamato a svolgere. In particolare deve astenersi dall’avvalersi della propria posizione per trarre vantaggi per
sé o per altri professionisti.
A tale fine, il geometra deve
comunicare al Presidente
del Collegio di appartenenza le mansioni svolte presso
l’amministrazione in cui è
impiegato ed ogni eventuale variazione delle stesse.

Sotto allego il codice deontologico professionale dei Geometri.
 

Allegati

  • codice.pdf
    102,9 KB · Visite: 23

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Gli abusi (cd. 'doppio lavoro') sono segnalati non solo dagli organi interni di vigilanza, ma anche e soprattutto dai cittadini.
Mi spieghi ad esempio come fai ad insegnare in un ISTITUTO TECNICO Costruzioni, Disegno tecnico, o Fisica se il professore di fisica non è un ingegnere strutturista che opera nel campo??
Finiamola con le cavolate, e chiediamoci il perchè esistono queste figure. Tu faresti progettare la tua casa fa uno che a scuola ha fatto disegno tecnico, da una persona che a malapena sa cosa sia la china, il rapidograph e le normali attrezzature di lavoro?? (per inciso oggi si usa ormai il CAD per la progettazione).

Un Istituto tecnico deve formare tecnici che non creino casini, e chi meglio può farlo se non persone che già lavorano sul campo e che possono portare la loro esperienza e capacità alle nuove generazioni??

ben inteso io non insegno ai giovani, ma sono favorevole a figure tecnicamente preparate che possano fare da guida.
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Non ne faccio, ti dico semplicemente cosa penso e cosa si dovrebbe fare per logica se l'obbiettivo finale è preparare o almeno far entrare nella logica della complessità del lavoro che aspetterà in futuro le nuove leve.

Anche per quanto riguarda la ricerca scientifica funziona allo stesso modo, ossia gli stessi ricercatori insegnanti hanno spesso cattedre presso le Università per insegnare alle nuove leve.

Mi sembra ovvio che chi ha il compito di formare sia a sua volta stato formato ed abbia raggiunto una certa esperienza "sul campo" da trasmettere alle nuove leve; solo così si può andar incontro al progresso, in quanto riprendi le conoscenze e capacità del passato e allo stesso tempo cerchi nuove applicazioni future.

Nessuno nasce imparato, e per forza per lavorare deve attingere alle conoscenze tecniche di chi lavora nel presente. Scusa le banalità
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Ahh quante ne ho comprate per disegnare le sottostazioni elettriche.
Alla fine che tu disegni sottostazioni elettriche, proiezioni ortogonali o prospettive di solidi o particolari costruttivi di abitazioni per forza devi utilizzare i rapidograph (ognuno di spessore diverso). Io utilizzavo gli 0.2 per le linee di proiezione e per le altre linee lo 0,4 raro usavo gli 0,8 ma che fatica a tener tutto pulito il disegno e a tener immobile la mano durante le righe per non far sbrodolare la china. Oggi con i CAD e tutto più semplice(sul lavoro) anche se a scuola usano ancora le chine. Le aule computer a scuola vengono usate di rado, figuriamoci poi avere dei CAD caricati, sono proprio pochi.
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Le Ultime Discussioni

Alto