• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gigiotto

Nuovo Iscritto
Buongiorno, sono proprietario di un immobile al 75% mentre il restante 25% è di mio fratello. L'immobile ha un costo (IMU, tarsi, ...) finanziariamente impegnativo. Qualora mio fratello si rifiutasse di concorrere al pagamento di quanto dovuto quali soluzioni posso trovare per non dovermi accollare tutte le spese ?

grazie
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Purtroppo le notifiche vanno ad uno solo e sarà lui il responsabile in solido nei confronti dell'impositore del tributo. Poi lui si potrà rifare sull'altro, scaricandogli i maggiori oneri.
 

Gigiotto

Nuovo Iscritto
Le notifiche di pagamento dei vari tributi arrivano già adesso solo a me, quindi sono consapevole che per l'erario sono l'unico referente per la riscossione dei vari tributi. Quello che non mi è chiaro è come potrò, nel caso in cui mio fratello non vorrà contribuire per il dovuto, ad ottenere quanto lui dovrebbe corrispondere; decreto ingiuntivo, causa civile o quant'altro ?

grazie
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Solitamente, è sufficiente una telefonata. Poi si passa ad una lettera raccomandata, quindi ad una lettera del tuo legale il quale, constatata la staticità del congiunto, dovrà procedere ad ottenere un decreto ingiuntivo (e qua esco dalle mie competenze) per poi adire le vie legali nelle sue varie espressioni: mediazione, giudice di pace.
 

Gigiotto

Nuovo Iscritto
Grazie per la risposta, credo anche io che, nel caso, dovrei andare per gradi. Qualcuno mi sa dire modi e tempi di un eventuale decreto ingiuntivo per favore ? grazie.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Dipende dall'efficienza del tuo avvocato, ma generalmente viene emesso con tempi accettabili, circa uno o due mesi.
 

moralista

Membro Senior
Professionista
Devi andare all'ufficio tributi del tuo Comune, e dichiarare la tua proprietà dei 2/3 altro a te non interessa, sarà il Comune ad interessarsi se interessa incassare il tributo
 

Gigiotto

Nuovo Iscritto
Ringrazio per la segnalazione; quindi se vado presso il mio Comune e dichiarando all'ufficio tributi che per il tal immobile sono proprietario del 75% mi arriveranno le spese di tutte le tasse calcolate sui miei 2/3 mentre a mio fratello arriveranno quelle per il 25% ? E' così ?

grazie
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Innanzi tutto chiedo se sia stata fatta regolare voltura catastale a vostro nome.
Non entro nel merito di come si siano formate delle quote percentuali.

Se tutto ciò è regolare, io non andrei nemmeno in comune.

Scriverei ricordando all'ente di far riferimento alla situazione catastale attuale:
e verserei solo la quota di imposta di mia pertinenza.
IMU è personale di chi possiede diritti reali, pieno proprietario o usufruttuario
TARI è a carico dell'occupante, se locato o usato: a carico dei titolari se a disposizione di entrambi.
 

Gigiotto

Nuovo Iscritto
Si, è stata fatta regolare voltura catastale tramite notaio.

Premesso che farò sicuramente una chiacchierata all'ufficio tributi del Comune, ho però due dubbi riguardo a quanto sopra citato: non è che la cartella IMU arriverà solo a me in quanto detentore della percentuale maggiore dell'immobile ? Il ragionamento dello Stato potrebbe essere: io chiedo tutta la tassa a chi ha la maggioranza, poi se la vedranno tra loro per la divisione delle quote. Non è così ?

secondo dubbio: la TARI. tra i due proprietari sono l'unico che, sebbene in parte, utilizzo il bene come domicilio. Mio fratello che ha il 25% non lo usa per sua scelta.
Devo quindi pagare solo io la Tari oppure è giusto che venga divisa in base alle quote ?

grazie
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
In molti comuni italiani non arriva alcuna cartella IMU (salvo in caso di evasione riscontrata).
Ciascun contribuente è tenuto a versare solo la propria quota (acconto e saldo) nei tempi prestabiliti. Se non si tratta di imposte rimaste insolute, anche se viene recapitato un avviso di pagamento, ognuno è responsabile solo della propria quota. Se invece viene emessa una formale cartella credo sia necessario fare un esposto in autotutela, per giustificare il pagamento parziale.

Quanto alla domanda sulla TARI , direi che spetta a chi occupa l'immobile. Dici di averne il domicilio. Il fratello non ne fa uso per sua scelta.
Si presenterebbe in questo caso una ulteriore questione, che nei casi come il tuo emergono inevitabilmente: in caso di comproprietà è piuttosto discutibile stabilire i rapporti reciproci.

Ci sono due aspetti: entrambi avreste diritto ad usufruirne. Ma è pure vero che chi ne gode dovrebbe riconoscere un canone a chi non lo fa. Non saprei risponderti in termini giuridici, cioè fino a che punto la libertà di utilizzo si traduca in qualche o nessun obbligo verso l'altro comproprietario.
Ma le domande come la tua nascono per la poca chiarezza e trasparenza di rapporti.

Io vedrei una soluzione: si stabilisce un canone , anche settimanale: chi ne fa uso versa in una cassa comune questo canone, la cui cassa contribuirà a coprire le spese di luce, gas e Tari.
In alternativa un contratto di locazione esclusivo: le spese correnti diventerebbero a carico dell'affittuario.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
chiedo tutta la tassa a chi ha la maggioranza, poi se la vedranno tra loro per la divisione delle quote. Non è così ?
No.
Ciascun contitolare è tenuto al pagamento dell’IMU in ragione della propria quota di possesso e con riferimento alla propria situazione soggettiva. Non esiste la possibilità che un contitolare sia chiamato a rispondere dei debiti degli altri.
Ciò non accade per la TASI (se fosse dovuta), poiché in caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria.
Devo quindi pagare solo io la Tari
Sei solamente tu che occupa quei locali e vi produce rifiuti.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa

moralista

Membro Senior
Professionista
Gigiotto per quanto riguarda l'IMU versa il tuo 75%, per la tari la devi versare tu perché occupi i locali
 

Gigiotto

Nuovo Iscritto
quindi mi sembra di capire che la Tari dovrò pagarla io mentre per l'IMU il Comune mi chiederà di pagare il 75% del dovuto e chiederà a mio fratello di pagare il suo 25%. Questo previa mia indicazione all'ufficio tributi. Ho capito bene ? grazie
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Tempo fa ho creato un arco senza togliere il muro sotto non portante. Quindi non ho variato la metratura della stanza. Ora dovrei vendere l appartamento. Devo ripristinare parte mancante o non avendo modificato planimetria non serve. Grazie
angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di una villetta con il mio ex marito Nell'accordo di separazione , e' stato concordato un assegno di mantenimento di euro 500 che pero' non mi viene erogato sino a quando io continuero ad abitare nella casa in attesa della vendita, come pagamento della mia quota di affitto.
Volevo sapere se, sia come comproprietaria, sia come affittuaria, posso subaffittare una stanza della casa?
Alto