1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. carlas

    carlas Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Sono proprietaria di un locale inagibile per questioni di sicurezza (pericolo di crollo), all'interno di un condominio.
    Ho fatto domanda per avere la dichiarazione di inagibilità dall'Ufficio Prevenzione dell'ASL e con questo dovrei essere esente dall'IMU, anche se in Comune non mi hanno confermato questo fatto. Avrò comunque almeno una riduzione.
    Mi chiedo, e chiedo a qualcuno che sia esperto più di me: sono tenuta a pagare il 100% delle spese condominiali ordinarie e straordinarie, anche se, non potendo utilizzare l'immobile, non ususfruisco della maggior parte dei servizi condominiali?
    Spero in una risposta positiva anche perchè quest'anno alle mie spese condominiali ho visto aggiungere parecchie centinaia di Euro come "contributo per condomini morosi" (cioè devo pagare, insieme agli altri onesti, anche la parte di alcuni disonesti che non pagano da tempo).

    Vorrei sapere se sia possibile chiedere la riduzione delle spese condominiali visto che l'immobile è inutilizzabile.

    Grazie
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma un bel decreto ingiuntivo ai morosi no?

    per l'inagibilità invece credo che tu in quanto proprietario non possa sottrarti alle spese comuni, del resto se l'immobile è inagibile non è colpa degli altri, piuttosto hai provveduto a rendere l'immobile sicuro per gli altri per evitarti guai peggiori?
     
  3. carlas

    carlas Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Chi deve provvedere?

    Il decreto ingiuntivo è stato fatto. Adesso pignoreranno ma per ora chi deve pagare sono gli altri condomini!!
    Quanto alla sicurezza, a chi spetta l'onere? Al proprietario della volta antica che sta cedendo o agli inquilini dei piani soprastanti (io sono al primo piano, ma c'è un locale anche al secondo) ??
    Il costo della riparazione è ingentissimo.
     
  4. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Direi che il costo va sopportato da entrambi i proprietari (primo e secondo piano) in parti uguali per quanto riguarda la struttura che funge per te da soffitto e per il proprietario del piano soprastante da calpestio. al piano inferiore spettano eventuali intonaci e coloriture del soffitto, al piano superiore le spese inerenti la pavimentazione (sottofondo e piastrelle/marmi/parquet/ecc.).
     
  5. picia

    picia Nuovo Iscritto

    Se la volta antica sostiene gli appartamenti al primo ed al secondo piano, come è possibile che sia di proprietà esclusiva del piano sottostante? Sicura che non sia una struttura portante? L'amministratore che dice? In questo caso le spese per la messa in sicurezza devono essere sopportate da tutti i condomini, ovviamente in proporzione ai millesimi. Per i rifacimenti interni ogni condomino provvede per la sua esclusiva proprietà.
     
  6. picia

    picia Nuovo Iscritto

    P.S. io, se fossi te, non mi dannerei l'anima per l'IMU, penserei piuttosto a risolvere la questione dell'inagibilità che è di gran lunga la più importante. Nel caso in cui intervenissero i vigili del fuoco e ritenessero che esiste pericolo di crollo non te, ma anche gli altri condomini dovrebbero evacuare l'immobile in mezz'ora, e rientrare solo a lavori di messa in sicurezza finiti. Vedi un pò tu...
     
  7. carlas

    carlas Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    La situazione è la seguente:
    Casa del 600. A piano terra l'antico androne di accesso al cortile, con soffitto a volta, nei secoli, con l'apertura di un altro ingresso all'edificio, è stato venduto a privati, e trasformato in un box, attualmente molto poco agibile perchè pieno di puntelli nei punti dove la volta si sta "appiattendo".
    Al piano immediatamente sopra c'è il mio monolocale (acquistato come investimento in previsione dei tempi duri della misera pensione, nelle mie speranze l'affitto mi avrebbe aiutato ad arrivare a fine-mese). Il delinquente che me l'ha venduto, OVVIAMENTE, non mi ha avvertito dell'orrendo vizio occulto. Affittato pochi mesi, poi crepe che aumentavano, ecc. Adesso da anni è chiuso, niente luce, gas, spero niente IMU. Farò il possibile per non pagare la pulizia delle scale e quei servizi di cui non posso usufruire. Questo era lo scopo iniziale della discussione. Proverò ad andare da un giudice (arbitrato? giudice di pace? qualcosa del genere) per vedere se posso trovare un modo per andare "in pari" e non avere ancora spese.
    Ciao e grazie per esservi interessati alla mia "storia".
     
  8. picia

    picia Nuovo Iscritto

    Carlas, permettimi di insistere, la spesa per la messa in sicurezza dell'immobile non deve essere sopportata nè da te nè dai proprietari del box al piano terra. Fai intervenire i tecnici del Comune che devono prendere visione dello stato in cui si trova il palazzo, loro dichiareranno se il palazzo è inagibile e vi ordineranno di mettere in sicurezza il tutto. Fate poi una assemblea straordinaria di condominio per decidere i lavori necessari, che saranno ripartini in millesimi. Ricordati che se il palazzo è inagibile ed esistono pericoli di crollo di parti di edificio (anche tegole), voi condomini siete responsabili dei danni arrecati a terzi (anche a passanti che si trovano lì casualmente). La dichiarazione di inagibilità ti serve anche ai fini del pagamento ridotto IMU, in quanto non sei tu che puoi decidere se il tuo appartamento è inagibile o no, ma l'autorità preposta.
     
  9. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Questo è vero solo se tutto il fabbricato è inagibile. Nel caso in cui l'inagibilità sia limitata alle due unità immobiliari separate dalla soletta sono solo i relativi proprietari che dovranno farsi carico delle spese.
     
  10. picia

    picia Nuovo Iscritto

    Mer56 sicura?In un condominio nella mia zona le spese per la messa in sicurezza sono state sopportate anche da un magazzino che era fuori dalla parte interessata al dissesto e che non avrebbe subito alcun danno anche dalla caduta dell'intera facciata del palazzo, ma il locale appartiene al condominio.
     
  11. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Le facciate sono parti comuni di un edificio e di conseguenza la loro manutenzione è sostenuta da tutti i Condomini in base ai millesimi di proprietà, mentre, ai sensi dell'art. 1125 del Codice Civile, le spese di manutenzione dei soffitti, delle volte e dei solai devono essere sostenute in parti uguali dai
    proprietari l’uno all’altro sovrastanti.
    Le opere di natura decorativa ed ornamentale restano escluse dalla ripartizione indicata dal predetto articolo. Tale articolo è però derogabile e quindi non esclude una diversa ripartizione se prevista da un regolamento o concordata tra le parti.
    Sull'argomento puoi consultare il seguente indirizzo:
    Soffitti e solai
     
  12. carlas

    carlas Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie ragazzi per le risposte, tutte interessanti.
    La situazione è la seguente: la proprietaria del piano terra (garage) della volta che lo ricopre non vuole pagare il lavoro (di costo ingente) perchè afferma che è il peso del piano soprastante ad avere danneggiato la sua proprietà.
    Io, che ho comprato il monolocale soprastante nello stato esatto in cui si trova e non vi ho apportato modifiche, affermo che la volta, essendo molto vecchia e mai manutenzionata, è la causa del crollo, proporrei la ripartizione della spesa al 50%.
    Penso di aspettare che si decida a farmi causa e il giudice ci imponga la ristrutturazione con spesa al 50% come di legge.
    Il mio legale dice che conviene lasciare che si muova lei, anche perchè non può dimostrare nessun danno provocato da me.
    Vediamo come va...
    Ciao a tutti.
     
  13. picia

    picia Nuovo Iscritto

    sarebbe il caso che tu ti facessi compilare una preventiva perizia tecnica d'ufficio dal giudice il quale imputa con più esattezza a chi o che cosa è la colpa di questo pericolo. In questo modo sapresti con esattezza se è il caso di cercare un accordo o richiedere i danni. Il tuo avvocato però dovrebbe dirtele queste cose.
     
  14. carlas

    carlas Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Wow Grazie!!
    Sei gentile e sei l'unica che mi da un consiglio pratico (avvocati compresi...)
    Mi sembri informata: come si fa per ottenere una perizia tecnica d'ufficio dal giudice? Posso procedere da sola? Devo utilizzare obbligatoriamente l'avvocato?
     
  15. picia

    picia Nuovo Iscritto

    il tuo avvocato deve richiederla al giudice del comune dove c'è questo condominio, il giudice nomina un perito d'ufficio il quale verifica le cause che hanno prodotto il danno nonchè i costi per il ripristino, con questa perizia puoi richiedere il risarcimento del danno a chi è responsabile. La prassi è abbastanza veloce specialmente se il tuo avvocato fa presente al giudice che lo stabile è insicuro. I costi purtroppo per la perizia li devi sopportare tu ma, nel caso in cui la colpa del danno sia da attribuire ad altri ti fai risarcire delle spese sostenute.
     
    A carlas piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina