1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Kino

    Kino Nuovo Iscritto

    Buongiorno
    Avrei bisogno di un consiglio perché mi trovo in una situazione che ha del’incredibile.
    Sto effettuando una compravendita tramite un’agenzia immobiliare i cui due preliminari sono già stati fatti a luglio e la data del rogito è entro e non oltre il 30 novembre prossimo.
    Esattamente due settimane fa sono stata messa a conoscenza (da parte della mia banca) che il notaio non può procedere perché non è stata fatta la sanatoria urbanistica.
    Tutto risale al 22 luglio durante la stipula del preliminare di acquisto dove veniamo a sapere che deve essere effettuata tale variazione (40 anni fa fu tolto un tramezzo interno che divideva l’ingresso con la sala) e la clausola viene inserita del preliminare. Ovviamente avevamo già fatto il preliminare di vendita del nostro appartamento.
    In entrambi i contratti è stato inserito come termine ultimo per i rogiti il 30 novembre.
    Ad oggi 9 novembre abbiamo la certezza che lo studio incaricato dall’agenzia immobiliare ha sbagliato per la seconda volta la documentazione da consegnare all’ufficio tecnico del comune.
    Il mio problema è il seguente: l’acquirente del mio appartamento non può prorogare la data di rogito perché al 31.12.2010 gli scade l’affitto e l’appartamento risulta già essere stato assegnato ad altri. La venditrice sembrerebbe che non possa andare nella nuova abitazione perché non ha a sua volta la possibilità di rogitare. Io e la mia famiglia, che abbiamo tutto in regola rischiamo di trovarci in mezzo ad una strada.
    L’agenzia immobiliare sino ad oggi non ha fatto altro che temporeggiare e rimbalzare la palla (ci tengo a precisare che ha già incassato le provvigioni sia per la vendita del mio appartamento che per l’acquisto dell’altro).
    Cosa posso fare per evitare di trovarmi senza un tetto? Come mi devo comportare con la banca a cui ho chiesto il mutuo e chiede il perché non andiamo a rogitare?
    Vi ringrazio per tutte le informazioni che mi potrete dare ed i consigli.
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    senza sanatoria urbanistica il notaio ha ragione a non poter procedere con l'atto.
    consiglio sempre di vendere prima di comperare, incassare i soldi ed andare in affitto per qualche mese, guardarsi intorno e comprare casa con calma perche' tanto un tetto sulla testa ce l'hai e pure i soldi in banca che hai preso dalla vendita della tua casa.
    il tuo acquirente ha ragione, ha bisogno di entrare in casa perche' lascia casa sua per forza.
    se non si puo' sanare la casa dove tu dovresti andare e' inadempienza del tuo venditore e salta il contratto per colpa sua.
    ti dovrebbe restituire il doppio della caparra che gli hai versato al preliminare.
    se invece si puo' sanare ma occorre del tempo per la procedura devi rimandare il rogito con lui, andare in affitto ed aspettare con pazienza che tutto si sistemi.
    auguri
     
    A Kino piace questo elemento.
  3. gigetto

    gigetto Nuovo Iscritto

    Acquirente ha perfettamente ragione anche se affittare una casa nell'attesa di trovarne in acquisto un'altra non è molto comodo anche solo se si considera il disagio e i costi del doppio trasloco. Io solitamente consiglio di "legare" i due preliminari in modo che l'eventuale sopravvenienza di complicazioni nell'adempimento di uno possa trovare ingresso anche nell'altro e possa essere legittimamente opposta. Anche se non credo verifica comunque se nel testo dei due preliminari se ne dà in qualche modo atto.
     
  4. castro

    castro Nuovo Iscritto

    ho visto che sei di milano io anche e sto facendo fare delle sanatorie a dei miei clienti ancor prima di proporre l'immobile per evitare questo tipo di problemi con un tecnico di mia fiducia che effettua le mie pratiche da più di 10 anni, il tempo da luglio ad ora, 4 mesi circa, era sufficiente per completare una sanatoria 60/90 gg la media , dovreste provare a contattare il tecnico incaricato e capire se è in grado di compiere questo lavoro perchè non è una cosa impossibile e magari anche andare con lui all'ufficio del comune giusto per capire qual'è il problema, ricevono il mercoledì mattina, e fare presente magari il problema al tecnico del comune e sperare che vi agevoli comunque anche muovendosi adesso magari non sarà entro fine anno ma entro metà gennaio dovreste farcela. in bocca al lupo

    Aggiunto dopo 1 :

    p.s. alternativa ricostruite il tramezzo e rogitate così
     
    A Kino piace questo elemento.
  5. Kino

    Kino Nuovo Iscritto

    Castro grazie 1000
    Il venditore si è recato in comune ed ha scoperto che l'ing/geo ha sbagliata per ben la seconda volta la pratica.
    Questa sera ci incontreremo tutti in agenzia per tentare di trovare una soluzione.....
    L'idea che io debba spostare la mia famiglia per ben due volte ed accollarmi doppi costi e tanti disagi (ho una bimba piccola) mi fa infuriare non poco, tenuto conto che l'errore è stato fatto:
    a)dal venditore che non ha sanato prima di mettere in vendita l'immobile
    b)L'agenzia che aveva avuto l'incarico di sistemare tutto e non ha mai fatto nemmeno una telefonata
    c) uno studio di ing e geo che lavora coni piedi
     
    A acquirente piace questo elemento.
  6. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    hai perfettamente ragione....................l'unico errore che hai fatto e che dovevi scegliere tu un geometra di fiducia per fare tutti i controlli prima di presentare proposta di acquisto.
    il tuo tecnico, pagato da te, 500/1000 euro ti avrebbe informato di tutto, dei tempi, dei costi, della probabilita' che sarebbe passata la sanatoria urbanistica o meno e o ti avrebbe tranquillizzato subito o ti avrebbe fatto rinunciare all'affare.In ogni caso lui avrebbe presentato i documenti necessari in tempo utile e senza sbagliare.
    comunque adesso la frittata e' fatta,
    puoi richiedere al tuo venditore di pagarti un residence per la famiglia per tutto il tempo che ci vuole.................un mesetto circa, credo per avere l'ok della sanatoria ed i mobili se il tuo acquirente insiste per entrare in casa, depositali in qualche magazzino tipo Grillo trasporti.(tutto con assicurazione)
    auguri
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina