1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Elizabeth

    Elizabeth Nuovo Iscritto

    Mi servirebbe una risposta sicura perchè ho sentito teorie diverse anche da "esperti".
    Se si acquista un immobile commerciale, o lo si eredita o lo si riceve in donazione, e l'immobile è già locato, si subentra come locatore al contratto in essere (stesso conduttore). Al pagamento dell'imposta annuale di registro....
    Prima domanda:
    E' necessario un pagamento di imposta di cessione di 67 euro con codice 110T per indicare che l'imposta annuale da allora avrà il nuovo codice fiscale del nuovo proprietario (oltre all'imposta annuale 112T)?
    Mi dicono di sì ma io leggo anche che questo si fa nel caso in cui un locatore ceda in locazione un immobile e i titolari di questa nel corso del contratto cessino la prima società e continuino l’attività con una nuova società, allora è possibile proseguire il contratto senza reiniziare la decorrenza dello stesso pagando €uro 67 con modulo F23, mettendo al primo posto il vecchio conduttore e al secondo il nuovo, inserendo il codice tributo 110T (cessione contratto locazione).
    Seconda domanda:
    Se al pagamento dell'annualità dell'imposta di registro si scopre che dopo la prima registrazione del contratto non è mai stata pagata nessuna imposta annuale negli ultimi 7-8 anni, chi è responsabile? Conduttore e vecchio proprietario in solido o si "eredita" anche questo come nuovo proprietario? Per quanti anni si è poi responsabili?
    Terza domanda:
    La causale RP si mette solo alla prima registrazione e poi non si mette più? Se si mette tutti gli anni è un errore?

    Grazie in anticipo.
     
  2. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    le domande sono tutte coerenti, fra di loro, se non cambia il locatore non necessita il cambio basta nel modello F. 23 indicare il nuovo locatario, la seconda se è come dici ti conviene rifare ex novo il contratto con un nr. nuovo di registrazione e non verrai pescato dall'ade, la sigla R:p: (registro privato) si compila solo la prima volta, ciao
     
  3. Elizabeth

    Elizabeth Nuovo Iscritto

    Cambia il locatore, non il locatario. Fa lo stesso?

    Purtroppo questa soluzione è improponibile. Un nuovo contratto non può avere il canone deciso una decina di anni fa quando gli affitti in quella zona erano diversi. Mancano 4 anni alla scadenza e iniziare da oggi un 6+6 allo stesso canone pur rivalutato Istat, non è una buona idea. Ci si augura che tra quattro anni si possa rinegoziare, al momento il conduttore non sarebbe d'accordo ad un aumento per questa ragione (anche perchè anche lui è subentrato due anni fa al primo locatario con questo contratto e neanche lui ne ha colpa....)
    Dovrei sapere con certezza chi è responsabile oggi del mancato pagamento degli anni precedenti.
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se è subentrato 2 anni fa come ha fatto con il contratto di locazione ed ha ricuperare le spese nei confronti dell'IRPEF, senza aver fatto la voltura del contratto e senza averlo registrata, il mio suggerimento vuole essere solo un suggerimento, penso che vi conviene andare ad un accordo entrambi e rifare il contratto ex novo. ciao:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina