1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    buongiorno,
    col mio geometra stiamo provando a ottenere il declassamento di due immobili da A1 ad A2
    abbiamo presentato l'istanza in autotutela sostenendo che, dato che nel 1998 l'immobile sino ad allora indiviso è stato frazionato in due proprietà distinte, da quella data in poi i due appartamenti hanno perso le caratteristiche di lusso (tranne i pavimenti di marmo) e quindi l'"evento frazionamento" secondo noi (e anche secondo legge: abbiamo una sola caratteristica di lusso) dà diritto al declassamento

    ci rispondono che dobbiamo integrare l'istanza compilando il modello 20 T (a voce, all'atto del deposito dell'istanza, l'impiegato invece aveva detto che non era il nostro caso), in cui si deve dimostrare che c'è stata una diminuzione superiore al 50% della rendita catastale negli ultimi tre anni, comprovata dalla rendita da locazione (ma i due appartamenti non sono mai stati locati) o in mancanza dalle rendite da locazione di immobili nelle vicinanze con le stesse caratteristiche (secondo loro, art. 38 DPR 917/1986)

    il geometra risponde che non abbiamo chiesto la revisione della rendita catastale, ma il declassamento da A1 a A2 in virtù del frazionamento...
    risultato: istanza non accolta perchè non abbiamo presentato il dannato modello 20 T debitamente e correttamente compilato

    tuttavia, a leggere bene il modello 20 T,
    http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...asto+fabbricati/domanda+revis+rendita/20T.pdf
    bisogna indicare la rendita catastale riferita al biennio 1988/89, cosa che noi siamo impossibilitati a fare poichè in quegli anni l'immobile non era ancora stato frazionato!
    quindi pensavo di ripresentare l'istanza in autotutela evidenziando tale "impossibilità", e che comunque, se si prescinde dal frazionamento del 1998 in due unità immobiliari, non si considera un fatto rilevantissimo e specifico dell'immobile in questione, infatti noi non tendiamo a dimostrare che tutta la zona censuaria ha subito una diminuzione delle rendite o cose del genere, bensì che il frazionamento ha determinato la perdita delle caratteristiche di lusso
    non so se sono stata chiara...pareri e/o consigli al riguardo?
    grazie
     
  2. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Chiarissimo...Dal mio vissuto in materia...( alloggio da A2 ad A3 volontario...
    Coattivo da A3 ad A5 ...motivato dalla Belva per la quantità raggiunta da accorpamento...concesso il ritorno ad A3 dopo mio intervento direttamente col
    direttore generale del catasto di Torino preceduto da tempestosi incontri con il
    geom.capo della struttura...) e cioè: Se accorpo tu,belva, pretendi "l'insù" ....e
    se divido mi concedi "l'ingiù" ...La coerenza non può essere calpestata...anche da una Belva...e neanche da Quiproquo.
     
    A gattaccia piace questo elemento.
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    istruisci l'istanza con le tue motivazioni, relazionando per bene il tutto e potrebbe anche venire accolta, in altarnativa potresti presentare un DOCFA in variazione proponendo la classe ridotta e relazionando le ragioni
     
    A gattaccia e Daniele 78 piace questo messaggio.
  4. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    Io sarei più propenso a presentare il DOCFA come suggerito anche da Griz
     
  5. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    grazie per le risposte
    in settimana mi rivedo col geometra e decidiamo cosa fare
    confesso che mi secca un po' arrendermi al modulo 20 T, dato che obiettivamente nel nostro caso non è correttamente compilabile
    inoltre l'unica caratteristica di lusso è il pavimento di marmo, per il resto siamo sotto ai mq, sia interni che di terrazzi o di terreno, abbiamo due appartamenti confinanti in verticale e confinanti con altra proprietà, non abbiamo finiture di pregio, o ascensori interne, insomma sono appartamenti normalissimi, in zona semicentrale
    valuterò anche se è il caso di rivolgersi al garante del contribuente, per provare ad attivare l'autotutela
     
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Non solo ci fossero problematiche tali per cui non bastasse il consiglio di @griz, l'unica cosa che mi viene in mente è prendere un appuntamento in ufficio per spiegarne le motivazioni, perché non tutte le Direzioni
     
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    sarebbe il caso anche di vedere a quali categorie e classi appaertengono gli altri appartamenti vicini. L'istanza deve essere documentata il più possibile
     
  8. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    obtorto collo, abbiamo deciso di presentare il Docfa, grazie a una piccola incongruenza nella planimetria accatastata attualmente
    questo per un appartamento, il mio; per l'altro invece non ci sono incongruenze, ma è di un mio parente, chiederò cosa vuole fare
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  9. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    importante è relazionare le ragioni del cambio di categoria
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  10. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Sinceramente non ho mai fatto declassamenti da casa di lusso (A/1) in A/2, ma è sufficiente compilare il campo relazione tecnica o vogliono foto a parte, c'è una nota delle Entrate per la procedura che vogliono per ottenere questo risultato @griz ?

    Qualche cosa di buono c'è in quanto a sentenze: Declassamanto immobili | News | Associazione Piccoli Proprietari Case La Spezia non riesco però a trovare la nota delle Entrate che ci illustra un'attimino l'iter procedurale...un pò come il passaggio da una categoria A... (ad esempio A/2) in una F...(ad esempio F/2), in caso di eccessivo deterioramento in seguito all'abbandono dell'immobile.
     
    Ultima modifica: 12 Febbraio 2016
  11. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    noi avevamo fatto la relazione in cui si evidenziava il frazionamento e che l'unica caratteristica di lusso era il pavimento di marmo, con qualche foto, e compilato il modulo, tuttavia come dicevo loro pretendono la compilazione anche dell'altro modulo, il 20 T, in cui invece si deve dimostrare che c'è stata una riduzione superiore al 50% della rendita catastale, rispetto al biennio 1988/89
    nel nostro caso è assurdo perchè nel 1998 abbiamo frazionato, quindi noi non tendevamo a dimostrare che l'immobile ha subito nel corso degli anni una diminuzione della rendita catastale, ma solo che l'immobile non è più lo stesso, poichè appunto è stato frazionato in due...
     
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Beh ma frazionandolo anche la rendita drasticamente si riduce, ed è molto facile che si dimezzi la rendita da un A/1 ad un A/2 a parità di superfici (ovviamente l'A/1 con tutti i requisiti della legge del 69 per diventare casa di lusso).

    Comunque a mio avviso è buona cosa chiedere al tuo tecnico di prendere un appuntamento con il responsabile dell'Agenzia del Territorio, ovviamente andando la con foto dell'interno un disegno per spiegargli meglio la situazione.

    Io facendo così (non lo sapevo)ero venuto a conoscenza della nota delle Entrate per declassare un'immobile residenziale o altro in un'immobile diruto...c'era proprio una procedura che individuate le caratteristiche necessarie per...ti dice per filo e per segno come fare, questo perché se ci si trova in un caso come il tuo, saresti fuori dalla casistica del modulo....è per questo che avevo caldeggiato l'incontro con il tecnico.
    Si può tranquillamente anche prenotare l'appuntamento da casa o dall'ufficio...ma è il tuo tecnico che deve farlo, magari parlatevi un'attimo prima.

    In questi casi devi sempre "attaccare il bue dove vuole il padrone". Tutto qua.
     
  13. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    è già andato 2 volte a parlare, a quanto pare si attaccano insensatamente al fatto che non abbiamo compilato il modulo 20 T , istanza respinta
    così mi scriveva il mio geom., prima dell'incontro di ieri:
    "abbiamo interpellato nuovamente il tecnico istruttore della pratica che ci ha fatto intendere che la procedura più snella per bypassare questo stallo è quella di presentare un nuovo accatastamento DOCFA."
     
  14. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Quindi non vi rimane altro che il Docfa, con la casuale più adeguata! altrimenti ricassano il tutto!
     
  15. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    a me è capitato di presentare un DOCFA che comprendeva un declassaemnto, ho compilato i mod previsti nel DOCFA e in relazione ho descritto le ragioni che giustificavano l'operazione, mi pare si possono anche allegare delle foto ma non credo servano al caso
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  16. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Grazie, la causale giusta qual'è?
     
  17. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    variazione semplice. diversa distribuzione, esatta rappresentazione grafica, quella che vuoi
     
  18. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    domanda: ma visto che la categoria catastale è uno dei dati che servono per calcolare la rendita catastale, passando da A1 ad A2 si abbasserà anche la rendita catastale?
     
  19. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Eh si, e non poco, la categoria e la classe porta sempre dietro di sé delle differenze di rendita consistenti a parità di metratura.
     
    A gattaccia piace questo elemento.
  20. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    grazie
    su € 1.575,19 di rendita, quanto potrebbe essere?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina