1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giuseppeq1

    giuseppeq1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Gentili Signori,
    pongo il seguente quesito.
    Se un gruppo di condomini impugna una delibera di nomina del nuovo amministratore di condominio e non impugna quella successiva con cui il condominio ha ratificato la nomina svolta nell'assemblea precedente, l'azione giudiziara è inammissibile?
     
  2. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La domanda mi pare presenti qualche incongruenza.
    1) Per impugnare una nomina occorrono elementi reali e concreti.
    2) Se la ratifica è stata fatta a maggioranza, e permangono elementi contestabili, rimane la possibilità di agire.
    3) Se nella assemblea di ratifica non sono state evidenziate giustificazioni ed opposizioni, mi sembrerebbe una regolare ratifica presa a maggioranza.
     
  3. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mamma mia in che guaio vi state cacciando sarete gli ennesimi condomini che faranno ingrassare gli avvocati, ti dico questo per farti stare molto attento se i condomini hanno ratificato con la maggioranza dovuta in pratica non potreste fare più niente, ma se ve ne fregate e andate in tribunale e con malizia invece di investire il nuovo amministratore chiamate in causa il vecchio perché voi il nuovo non lo ritenete confermato e valido nelle sue funzioni che succede? che potete andare in tribunale, il vecchio amministratore rappresenterà l'altra parte dei condomini che ne restano all'oscuro e pertanto potrete fare pastetta con il vecchio amministratore all'insaputa del giudice che vi darà ragione su quello che voi direte... e poi i condomini saranno condannati a pagare le spese... ti piace questa telenovella... ebbene è successa nel mio condomino... se vuoi ti dico anche il resto ma preferirei di no sto cercando di disintossicarmi. :triste: ma nel caso per amor del blog soffrirò:shock:
     
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    non ti sembra di fare della fantascienza? cosa vuoi dire con "se ve ne fregate e andate in tribunale e con malizia invece di investire il nuovo amministratore chiamate in causa il vecchio"? Forse volevi dire che il nuovo amministratore ha commesso uno di quegli errori per i quali anche una minoranza di condomini può rivolgersi al giudice per chiedere la sua rimozione? Ma in questo caso il Giudice nominerà un amministratore giudiziale non certo quello che aggrada alla minoranza dei condomini.
    Cosa vuoi significare quando scrivi " il vecchio amministratore rappresenterà l'altra parte dei condomini che ne restano all' oscuro"? e poi riprendi "e pertanto potrete fare pastetta con il vecchio amministratore all'insaputa del giudice che vi darà ragione su quello che voi direte"?
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    anche tu cosa vuoi dire quando scrivi "Se un gruppo di condòmini.... non impugna quella successiva con cui il condominio ha ratificato la nomina nella assemblea precedente"? Di solito si inizia con il non rinnovare l'incarico al vecchio amministratore: con le dovute maggioranze. Poi i casi sono due: o i condòmini si erano già preparati il sostituto e lo votano con la dovuta maggioranza oppure lasciano il vecchio in "prorogatio" fino alla nomina del nuovo amministratore. Se non c'é la sostituzione immediata l'amministratore uscente rimane in "prorogatio" fino alla assemblea nella quale viene nominato il nuovo amministratore. Una volta ottenuta la maggioranza richiesta non mi risulta che nella assemblea successiva si debba ratificare la nomina del nuovo amministratore.
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ai confini della realtà o fantazcienza???!!
    Giusto "richiamo" di @Luigi Criscuolo.
    Ogni delibera approvata (seppur annullabile) resta valida e dispiega i suoi effetti sino a pronunciamento del Giudice.
    Quindi il "vecchio" amministratore mai potrebbe rappresentare il Condominio in "pastella"...se poi lo "chiamano in causa" gergalmente significa che gli vanno contro.

    Ritengo che l'unica interpretazione logica possibile di quanto descritto sia la seguente:
    -priva delibera di voto dove si nomina nuovo amministrtore ma in difetto di idoena maggioranza...ovvero si è verbalizzato una nomina "viziata" perchè il numero di voti/millesimi non era sufficente
    -successiva delibera dove, sollecitando qualche contrario o più facile qualche assente disinteressato per "noia", si sia ripetuta la votazione raggiungendo il quorum necessario.

    Tutto verte sui tempi...ma sinceramente non vedo i motivi per proseguire l'impugnazione dando corso ad una causa che costringe comuqnue ad anticipare soldi, avere incertezza del rimborso danni...e non mutare il risultato: il Condominio ha un nuovo amministratore.
     
  7. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Fantascienza? hai confini della realtà:
    Si indice una Auto convocazione, perché l'amministratore non risponde alle raccomandate, si inviano a tutti i condomini le raccomandate con gli inviti per l'assemblea con all'ordine del giorno rimozione dell'amministratore e nomina del nuovo, questo facendo attenzione ai tempi ecc.
    All'assemblea costituita con 627 millesimi si erige un verbale dove viene specificato perché si vuole cambiare l'amministratore e con l'unanimità si passa alla nomina del nuovo amministratore, in quella fase, pertanto eravamo riuniti da un'ora, si presenta una nipote di un condomino con una lettera ( stiamo nello stabile dove abitiamo ) la quale ci avverte che lui non ha potuto ritirare la raccomandata perché il nome era sbagliato pertanto se noi avessimo proseguito nella riunione si sarebbe appellato, noi alleghiamo la lettera al verbale e scriviamo che sarebbe stata più gradita la sua presenza scendendo i dieci scalini che ci separavano che inviare la lettera visto che comunque era a conoscenza della riunione.
    Siamo andati avanti e abbiamo nominato il nuovo amministratore con i 627 millesimi.
    Fin qui tutto regolare ma poi nasce l'inguacchio, il condomino si unisce con altri condomini che non erano presenti ma regolarmente invitati raggiungendo 300 millesimi e si oppongono, in che modo, mandano la citazione al vecchio amministratore il quale nel frattempo era stato contattato dal nuovo che chiedeva la documentazione ma il vecchio si è rifiutato di mollarla adducendo a una opposizione di alcuni condomini, pertanto la nostra preoccupazione era come indurlo a darci i documenti, OK fino qui tutto chiaro? quello che non sapevamo era che il vecchio amministratore pur non avendo più i poteri si è presentato in tribunale rappresentandoci con il suo avvocato e all'udienza ha dichiarato che noi avevamo sbagliato, pertanto il giudice pur rimanendo confuso di questa situazione che non conosceva i retroscena ha scritto in sentenza che pur se gli sembrava starno che i condomini non si opponevano alla opposizione non gli restava che condannare il condominio alle spese di tutto e a rendere nulla quella riunione.
    Fantascienza? realtà quando abbiamo saputo la cosa erano trascorso i termini di ricorso e non ci è restato altro che pagare, chiaramente abbiamo rifatto la riunione invitando il vecchio amministratore e il nuovo abbiamo rifatto l'auto-convocazione confermato il nuovo ecc. ecc. ecc.
    Fantascienza? realtà un giudice che si stupisce? realtà un giudice che non dice all'amministratore vecchio scusate voi che ci fate qui visto che valida o non valida l'assemblea vi hanno destituito? solo dopo la mia decisione voi potrete, nel caso, riavere l'autorità di rappresentare ancora quel condominio.
    Fantascienza? no ignoranza del codice civile Art. 1137
    OK la colpa e anche nostra che chi non ha tempo chi non vuole fare causa chi diceva si ma non so ecco che ci hanno fregati ma a mio avviso avremmo potuto denuciare il tutto e la cosa non sarebbe finita li, l'amministratore ha racimolato quanto più poteva, il suo avvocato è stato pagato da noi per una causa non chiestogli e basta mi sento ancora male.:rabbia:
     
  8. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    adesso che ti sei spiegato emerge un quadro verosimile rispetto a quello che avevi riportato. In sostanza avete indetto un assemblea autoconvocandovi. Avete sbagliato a scrivere il nome di un condòmino che non ha potuto (o voluto strategicamente) ritirare la convocazione. Il tale vi avvisa per iscritto che la assemblea non è valida perché lui non ha ricevuto la comunicazione; voi continuate l'assemblea, deliberate ed in più allegate la lettera del condòmino che vi avverte della annullabilità della deliberazione della assemblea.
    Avete dato la dimostrazione di non sapere le norme più elementari che regolano la convocazione assembleare, anzi per qualcuno il vostro gesto di continuare a deliberare (anziché sospendere l'assemblea) può essere interpretato come il non voler rispettare le norme.
    Avete inviato la delibera con il nome, cognome e recapiti del nuovo amministratore al condomino che non si è presentato? Solo così si può giustificare la chiamata in causa del vecchio amministratore che per l'appellante era rimasto il rappresentate del condominio.
    COraggio sbagliando si impara.
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Alidilà di alcune imprecisioni lessicali si denota un certo "dilettantismo" per come è stata condotta tutta la faccenda...e non esente da colpe pure il neo-amministratore, che doveva farsi rilasciare immediatamente tutta la documentazione fin con ricorso al Giudice.
    Che poi esistano Giudici indegni di ricoprire il ruolo che hanno è assodato...ma esiste sempre la strada del ricorso.
    Seppur decorsi i termini per la questione 1a delibera e tralasciando le irregolarità su cui il Giudice ha sorvolato (la revoca con la nuova nomina nei fatti non legittimava il vecchio a presenziare in nome e per conto del Condominio fintanto che non fosse emessa sentenza ...e non esiste che non si convochino entrambe le parti quindi anche il neo eletto)...resta perseguibile il comportamento tenuto dal vecchio mandatario.
    Egli si è "sostituito" al legittimo (nuovo seppur in attesa di giudizio).
    E nel vostro caso anche il più "neofita" degli avvocati poteva rendere la pariglia.
     
    Ultima modifica: 20 Ottobre 2016
  10. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    No qui ti sbagli appena trovo la risposta la posto


    Alcuni condomini non hanno voluto per delicatezza


    ho già detto che abbiamo saputo tutto a termini scaduti anche se comunque in alcuni casi non ci sono termini di prescrizione e comunque si potrebbe attaccare il vecchio amministratore ma lui si è guardato bene ad avere ben intestati

    Il nuovo amministratore non solo comunicò i suoi recapiti li affisse nella bacheca e indusse subito una riunione dove lui accettava l'incarico ma questo non ha sortito un comportamento civile da parte dei dissenzienti anzi hanno continuato a fare ricorsi su ricorsi un ca..... che non vi dico ma stupidi noi abbiamo subito a causa della maggioranza di noi che non era d'accordo ad agire con un avvocato risultato? cornuti e bastonati
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non parlerei di comportamento "incivile" da parte dei contrari...loro hanno "giocato le loro carte" nel rispetto della Legge...siete voi che non avete voluto seguire la stessa strada.
    Chi è causa del suo mal...
     
  12. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    a parlare è la Cassazione, in materia di condominio degli edifici, per l'avviso di convocazione dell'assemblea, obbligatorio per tutti i condomini ai fini della sua regolare costituzione, non è previsto alcun obbligo di forma che il relativo invito a partecipare debba rivestire, tanto che, secondo la giurisprudenza di questa Corte e la prevalente dottrina, la comunicazione può essere fatta anche oralmente, in base al principio di libertà delle forme, laddove queste non siano prescritte dalla legge o convenute dalle parti, ai sensi degli artt. 1350 e 1352 c.c. (Cass. 875/1999; Cass. 2450/1994) ovvero, in materia di condominio, quando tale principio non sia derogato dal regolamento che imponga particolari modalità di notifica, in mancanza delle quali l'assemblea non può essere ritenuta regolarmente costituita (così Cass. 1 aprile 2008 n. 8449).
    Non è questa la sentenza che cercavo ma un'altra la cui diceva che: è pur vero che si è obbligati a mandare un avviso ufficiale è anche vero che se il condomino è a conoscenza della riunione ( e lo sapeva lo prova la sua lettera ) deve presentarsi altrimenti è chiaramente un comportamento scorretto nei confronti della maggioranza, ( e continuava ) e visto la decisione presa a larghissima maggioranza e le successive assemblee regolarmente svoltasi si ritiene dispendioso annullare l'assemblea che non avrebbe effetti.
    Se la trovo la posto, questo è giusto per allargare lo scibile del forum.
    Buon lavoro a tutti
     
  13. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sei in errore.

    1-nessun obbligo a partecipare ...e vale anche per i "regolarmente" convocati.
    2-citi sentenze "fuori moda"...la Legge è cambiata e ora prevede espressamente i "metodi" di convocazione ammessi.
    3-il condomino (nel tuo caso) non ha ritirato alcuna lettera...ed essere venuto a conoscenza della riunione solo poco prima della stessa. La Legge prevedeva comunque un congruo preavviso con indicazione dei temi in OdG si che si potesse "preparare".

    A volte, quando per menefreghismo non si riesce mai a raggiungere i quorum necessari, consiglio di "forzare la mano" e far dichiarare valida anche una delibera con maggioranza irregolare...ma voi siete stati informati dell'errore e dell'intenzione.

    Foste stati "accorti" dovevate evitare il voto e ripetere subito la convocazione.
     
    Ultima modifica: 22 Ottobre 2016
  14. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Fatto anche quello, si ti do ragione ma il condomino sapeva cosa si stava facendo da due mesi prima e siamo stati noi sciocchi a farci fregare lui invece era pronto a ci ha fregati anche perché le raccomandate anche del vecchio amministratore sono state sempre spedite con il nome sbagliato ecco perché abbiamo sbagliato anche noi il nome:basito:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina