1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pennangelo

    pennangelo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    buongiorno a tutti.
    ho letto sul sito dell'ADE al riguardo del mod. F24, che i valori da inserire devono sempre avere 2 cifre decimali e, quindi, non vanno arrotondati.
    ho letto su "il corriere economia" del 23 aprile u.s. dal titolo "una guida pratica al rompicapo d'estate", che: "Tutti gli importi si indicano arrotondati all'unità di euro"
    qual'è il comportamento giusto da adottare?

    grazie
    angelo pennati
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    esempio:

    devi pagare euro 70? l'importo diventa 70,00

    devi pagare 74,955? l'importo diventa 74,96

    devi pagare 74,952? l'importo diventa 74,95

    cioè si deve procedere all'arrotondamento della seconda cifra decimale
    se la terza cifra è 5 o superiore si arrotonda in eccesso
    se la terza cifra è inferiore a 5 si arrotonda in difetto
    saluti
    JERRY48
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    C'entra nulla.
    Ex art. 1, comma 166 della Legge Finanziaria 2007 (Legge n. 296/2006), "il pagamento dei tributi locali deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo".
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    scusa nemesis,
    non voglio minimamente contraddirti per partito preso ma mi sembra che hai scritto nè più e nè meno le stesse cose che ho indicato io anche se ho fatto l'esempio con le tre cifre decimali (che può prospettarsi) e senza citare
    nessun articolo di nessuna legge. essere solo per spiegare come si arrotondava o in difetto o in eccesso
    saluti
    JERRY48:daccordo:
     
  5. tumultuoso

    tumultuoso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Devi arrotondare all'intero per difetto se la parte decimale è minore di 50, per eccesso se è maggiore o uguale a 50 (oppure per difetto se è minore o UGUALE a 49...ma con il 9 PERIODICO!, per eccesso se maggiore).
    Le cifre decimali servono per rappresentare i 50 centesimi quando dividi a metà un tributo dispari, per versarne metà allo stato e metà al comune.
    Il numero risultante dal calcolo del tributo può avere al massimo 6 cifre decimali, 2 della rendita catastale più 4 dell'aliquota (esempio 0.0076), quando moltiplichi alla peggio hai la somma delle cifre decimali. Per cui tutto ciò che risulta minore o uguale a xx.499999 diventerà xx.00, mentre se è maggiore diventerà xx.00 + 1.

    Es:

    173.499999 diventerà 173.00

    173.5 diventerà 174.00

    173.4912 diventerà 173 (Nemesis, occhio che 0.4912 è MAGGIORE di 0.49 eppure il numero va approssimato per difetto)

    173.5002 diventerà 174.00
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusate, ma i problemi non sono questi. Non salviamo l'Italia se versiamo in + o in meno 50 centesimi. Io arrotondo all'euro superiore, anche perchè tutti i pagamenti li faccio on-line con l'home banking e la mia bancaq ( la più importante d'Italia, accetta solo importi arrotondati all'euro.
    Non credo che l'ADE mi manderà un Avviso di Accertamento, sarebbe il colmo e sintomo di una società allo sfascio. Inoltre costerebbe allo Stato decine di euro.
    Aggiungo anche ( senza citare leggi varie, basta una ricerca su internet ed il riferimento salta fuori) che per importi inferiori ai 12 Euro non si procede ne a rimborsi ne a richieste di pagamento.
    Da luglio si dovrebbe passare alla soglia di 16 Euro. I detectives possono fare la ricerca.
     
  7. tumultuoso

    tumultuoso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Io credo che il mondo sia fatto di piccole cose che messe insieme danno l'attuale realtà. Ho imparato a leggere e a scrivere analizzando le singole lettere dell'alfabeto, ora sono in grado di capire e creare discorsi più o meno articolati.
    Se l'argomento possa essere poco interessante per qualcuno, magari per altri rappresenta una poco chiara curiosità, se poi non riusciamo nemmeno a capire (o a interessarci) delle cose basilari del nostro sistema fiscale, non meravigliamoci troppo se crediamo che chi ce lo impone abbia una mente alterata e lo faccia solo per complicarci la vita.
    Non esiste nulla di inutile a questo mondo, semmai è qualcosa che non è necessario.
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Caro Tumultuoso, da un punto di vista di principio o filosofico, se ti piace di più, hai sicuramente ragione. Ma come ben sai, in campo fiscale, in Italia i più importanti Art. Della Somma Carta, art.1, 3 e 53, sono i primi ad essere disattesi dal Nostro Stato Sovrano.
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non hai scritto le stesse cose. Hai spiegato come si fa l'arrotondamento alla seconda cifra decimale. Ma qui si sta discutendo del pagamento dell'IMU, che è un tributo locale. Pertanto è applicabile la norma di legge che avevo citato e dunque avresti dovuto fare esempi di arrotondamento all'euro.

    No. Diventano 74!
     
  10. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Nemesis è quì che sbagli, non può essere il risultato 74! perchè l'imposta deve essere pagata in euro, "più due decimali"
     
  11. tumultuoso

    tumultuoso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    75 vorrai dire ;)
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non avevo mai affermato il contrario.
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sì, certamente.
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non resta che rileggere la norma applicabile. Per convincersi che non è così.
     
  15. tumultuoso

    tumultuoso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Precisavo solo il fatto che qui sostieni che dovresti approssimare per eccesso per tutto ciò che è superiore ai 49 centesimi, mentre io, "pignolarmente", ti faccio osservare che 0.4912 è maggiore a 0.49, ma in questo caso l'approssimazione continua ad essere per difetto. Comunque è una sciocchezza :daccordo:
     
  16. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Beh, lì non sostenevo nulla. Ho riportato testualmente la norma di legge.
     
  18. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sembra, invece, che tu non l'abbia letta.
    Dove, precisamente, vi sarebbe l'indicazione che il pagamento dell'IMU debba essere effettuato con l'arrotondamento al cent e non all'euro?
     
  19. tumultuoso

    tumultuoso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Attenzione che il modello F24 non serve solo a pagare l'IMU (anzi lui è l'ultimo arrivato).
    Io quoto Nemesis che giustamente sottolinea che l'IMU è un tributo locale, pertanto è la legge da lui citata che va presa come riferimento.
     
  20. Legionauro

    Legionauro Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    "<< Gli importi devono sempre essere indicati con le prime due cifre decimali anche nel caso che tali cifre siano pari a zero. In presenza di più cifre decimali occorre procedere all’arrotondamento della seconda cifra decimale con il seguente criterio: se la terza cifra è uguale o superiore a 5, l’arrotondamento al centesimo va effettuato per eccesso; se la terza cifra è inferiore a 5, l’arrotondamento va effettuato per difetto (es.: euro 52,752 arrotondato diventa euro 52,75; euro 52,755 arrotondato diventa euro 52,76; euro 52,758 arrotondato diventa euro 52,76).
    Si richiama l’attenzione sulla circostanza che le prime due cifre decimali vanno indicate anche se pari a zero come nell’ipotesi in cui l’importo sia espresso in unità di euro (es.: somma da versare pari a 52 euro, va indicato 52,00).
    Si precisa, inoltre, che i commi secondo e terzo dell’art. 51 D.Lgs. 213/98 dispongono in materia di conversione delle sanzioni pecuniarie ed amministrative quanto segue:
    1. A decorrere dal 1° gennaio 2002 ogni sanzione penale o amministrativa espressa in lire nelle vigenti disposizioni normative è tradotta in Euro secondo il tasso di conversione irrevocabilmente fissato ai sensi del Trattato.
    2. Se l’operazione di conversione prevista dal comma secondo produce un risultato espresso anche con decimali, la cifra è arrotondata eliminando i decimali”.
    Se gli importi dovuti a titolo di saldo o di acconto sono pagati in unica soluzione, nelle colonne “rateazione/regione/prov/mese rif.” della sezione “Erario” e “rateazione/mese rif.” delle sezioni “Regioni” ed “IMU e altri tributi locali”, occorre scrivere 0101; in caso di pagamento
    rateale, è necessario attenersi alle indicazioni di seguito fornite nel paragrafo rateazioni. >>"

    Dovrebbe essere abbastanza chiaro :domanda: 50 E = 50,00 ecc, ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina