1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Liederman

    Liederman Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Secondo la normativa 2016, per unità data in comodato ad un genitore (con altre condizioni molto restrittive) si ha una riduzione del 50% della base imponibile.

    Domanda: Nel caso di una unità in comproprietà di due coniugi data in comodato gratuito al genitore di uno dei due come si calcola l'IMU?
    a) Rendita 100% rivalutata x aliquota, per ciascuno dei due coniugi (ognuno per la sua parte di proprietà)
    oppure
    b)Rendita 50% rivalutata x aliquota, per la parte del coniuge figlio del comodatario + rendita 100% rivalutata x aliquota, per la parte dell'altro coniuge
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se fosse la a), dove sarebbe il beneficio? :)
     
  3. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ovviamente nel punto a) il postante invece di scrivere 50 ha scritto 100.
    Per logica il calcolo giusto è quello indicato in b): il beneficio opera pro-quota.
     
  4. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Entrambe le risposte avute non mi sembra chiariscano in modo esplicito il quesito, che credo volesse sapere se:
    - il beneficio della riduzione IMU spetta solo al figlio del comodatario o anche al coniuge comproprietario del comodante?
     
  5. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Secondo me sì.
     
  6. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Oggi ti diverti a dare risposte sibilline: secondo te si cosa?
     
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ha fatto una domanda (un'interrogazione) la cui risposta non può che essere:
    sì, no, non lo so
    ed io ho risposto sì.
     
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Purchè l'immobile si trovi nello stesso comune dell'altro.
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Spetta, se sono soddisfatti gli altri requisiti, al comodante che è parente (in linea retta di primo grado) del comodatario. Anche se il comproprietario concedesse in comodato la sua quota di proprietà, non la starebbe concedendo a un proprio parente (in linea retta, di primo grado).
     
    Ultima modifica: 31 Maggio 2016
    A basty piace questo elemento.
  10. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' comunuque una delle tante storture della legge IMU...Non mi dilungo. E' quella che è...
    Auspicherei che il comodatario venisse equiparato all'usufruttuario e come tale obbligato ad
    accollarsi almeno quella tassazione "salvo diverso accordo fra le parti". Non avrebbe più senso
    la distinzione della percentuale relazionale...Ma è una delle tante utopie di quiproquo.
     
    Ultima modifica: 31 Maggio 2016
  11. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Lamenti spesso il dirigismo statale, per cui questa tua prposta Ppare in contraddizione.

    Basterebbe secondo me lasciare alle parti la contrattazione. Ad esempio stabilendo la cessione in comodato, a condizione che il comodatario si faccia carico anche delle tasse tipo IMU. Stesso risultato, senza obblighi generali con vincoli opinabili
     
  12. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bene è una variante della mia proposta...ma non c'era nessun bisogno dell'introibo ad altare Deo...Il "salvo diverso accordo fra le parti"
    a lì mirava. Poi, ed è l'ennesima volta che lo ripeto...sono le modalità
    sotto tiro non il dirigismo, ammesso che ci sia...Sarebbe più nello spirito di Propit
    cogliere il punto di fondo degli interventi trascurando i particolari non essenziali.
    Invece qualche volta si vuole cercare la contraddizione per puro spirito dialettico.
    E non ci si accorge di precipitare nel padellone rovente della polemica rivolta
    alla persona e non al contenuto...Quante volte ecc...ecc...qpq.
     
  13. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Era appunto una variante alla tua proposta.

    Al resto dei tuoi commenti effettivamente ... applicherei quanto da te previsto:
    non ci si accorge di precipitare nel padellone rovente della polemica rivolta
    alla persona e non al contenuto...
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si configurerebbe in tal caso un comodato modale (sempre che l'entità del modo possa far ragionevolmente escludere la dissimulazione di un sottostante contratto di locazione).
    Ma la soggettività passiva delle imposte non è determinata dall'accordo (seppur valido) tra le parti.
     
  15. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    scusa la mia ignoranza: sarebbe a dire?
    Qui credo di capire che il comodante rimane soggetto passivo riguardo all'imposta: il che non esclude venga rimborsato da parte del comodatario. Corretto?

    Ovvio che un contratto di comodato reale si forma in particolari situazioni: in genere una parentela e/o una comproprietà con concessione di comodato ad uno dei comproprietari.
    In queste condizioni non trovo strano siano almeno rimborsate le spese
     
  16. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie...!qpq
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Un comodato nel quale è stato previsto un onere, altrimenti detto peso, o modo (il modus del diritto romano) è definito modale.
    Affinché il comodato non perda la sua natura essenzialmente gratuita (espressamente stabilita dall'art. 1803, comma 2 c.c.), è necessario che l'interesse del comodante non abbia di per sé contenuto patrimoniale, ovvero, pur avendolo, si tratti di una prospettiva di un vantaggio indiretto e mediato, o comunque di un interesse secondario del concedente, il cui vantaggio non si trovi in un rapporto di corrispettività con il beneficio concesso al comodatario.
    Pertanto il modo non deve configurare una controprestazione o un corrispettivo, che riqualificherebbe il contratto in questione come un contratto di locazione.
    Certamente sì.
     
    A basty piace questo elemento.
  18. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie.
     
  19. Liederman

    Liederman Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Esatto intendevo così, grazie.

    Quindi comprendo che il beneficio della riduzione IMU spetta solo al figlio del comodatario e NON al coniuge comproprietario del comodante.
    Però mi sembra di capire che @Ungiocatore non sia d'accordo...
     
  20. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    No, no, secondo me il beneficio della riduzione IMU spetta solo al figlio del comodatario.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina