1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ANTOPE

    ANTOPE Membro Attivo

    Salve a tutto il forum.
    Il caso
    3 Zii non sposati e senza figli sono proprietari della casa in cui vivono e di una casetta in campagna con relativo terreno. 2 di loro muoiono e in conseguenza delle successioni testamentarie i fratelli e molti nipoti ereditano una parte di questi beni in percentuale alle rispettive spettanze. La zia superstite continua a vivere da sola nella stessa casa, dove naturalmente ne ha la residenza, e ad avere un quasi esclusivo accesso alla casa in campagna e al terreno. Nulla di tutto questo è stato definito per iscritto, ma si va avanti per consuetudine, anche per via del fatto che molti eredi sono residenti in altre parti d'Italia.
    Il quesito
    Date queste condizioni, a chi spetta il pagamento di IMU e Tasi di questi immobili?
    Grazie a chi vorrà occuparsi di questo caso.
    Antonio
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Ai coeredi non residenti.
     
  3. ANTOPE

    ANTOPE Membro Attivo

    Grazie della risposta Ollj, ma il diritto di abitazione da parte della zia superstite non esula i coeredi al pagamento di IMU e TASI almeno per quanto riguarda la casa de lei usata?
     
  4. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ciascuno è titolare di diritti e doveri.
    La zia, per la sua quota è esentata essendo la casa sua dimora principale.
    Gli altri coeredi comproprietari, dovranno pagare in proporzione alla loro quota.

    Per certo il diritto di abitazione spetta al coniuge del defunto, in quel caso l'onere o esenzione tta per intero a chi vanta il diritto (di abitazione, o di usufrutto)

    Non so per certo se la sorella superstite rimasta nella casa di famiglia, mantenga formalmente in analogia tale diritto.

    Solo nel 2016 è stato promulgato un DL, che introduce un beneficio al proprietario, che verserà solo il 50% dell'imposta dovuta, nel caso di cessione in comodato a parenti di primo grado (Genitore-Figlio e viceversa): non include altri gradi di parentela.
     
  5. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    No. Infatti lei scrisse
    Quindi la zia non vanta alcun diritto reale
    Per essere esentati dalle imposte dovrete conferire formalmente tutto ciò. Diversamente a nulla rileva oa concessione accordata.
     
  6. fiorio

    fiorio Membro Junior

    Proprietario di Casa

    Un chiarimento: la zia superstite quindi è una dei tre zii proprietari r perciò ora comproprietaria insieme agli eredi? ed era, ed è tuttora, proprietaria di un terzo?
    La zia perciò non è comunque tenuta in solido con gli altri comproprietari (fra loro coeredi) all'adempimento della Tasi?


    A cosa ti riferisci che non è stato definit0 per iscritto? al fatto che la zia, già precedentemente, come adesso, proprietaria di un terzo delle proprietà e residente da prima in una di esse, continua a vivere nella stessa casa e ad accedere alla casa in campagna e al terreno?
     
  7. ANTOPE

    ANTOPE Membro Attivo

    Esatto. La zia continua a vivere nella stessa casa e ad accedere alla casa di campagna e al terreno.
     
  8. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Non in solido, visto che sarebbe un contribuente ad altro titolo (1° casa)
    Nulla dovrà, essendo esente.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina