1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. carpediem

    carpediem Nuovo Iscritto

    Salve,

    sono in una situazione complessa che provo a spiegarvi:

    sono proprietario della una nuda proprietà della casa dei miei genitori (loro sono proprietari del 50% a testa dell'usufrutto ed io sono figlio unico), dove viviamo io e mia madre poichè mio padre ha lasciato la casa 10 anni fa (ma ha ancora la residenza da noi). Loro sono legalmente coniugati (in regime di separazione dei beni) e separati di fatto (non hanno mai fatto la separazione in tribunale) ed hanno entrambi pendenze con Equitalia abbastanza congrue a causa di una attività imprenditoriale finita male (con il mio stipendio non posso pensare di sanarle), pertanto entrambi gli usufrutti sono ipotecati.

    Considerando inoltre che mio padre è proprietario anche di una quota della casa di mio nonno (anch'essa ipotecata) la situazione corretta del pagamento IMU dovrebbe essere la seguente:
    mia madre: 50% casa di proprietà con 50% detrazione prima casa
    mio padre: 50% casa di proprietà con 50% detrazione prima casa (il fisco non sa che ha dimora abituale da un'altra parte) + 100% della sua quota della casa paterna.

    Ovviamente, essendoci già delle grosse pendenze, l'idea era quella di non pagare, visto che i beni "attaccabili" sono già stati ipotecati e bloccati (anche l'auto è con fermo amministrativo).

    Sperando che le proprietà immobiliari non vadano all'asta prima (viste le lentezze burocratiche non è da escludere) pensavo che una soluzione potesse essere quella di tentare, passati i dovuti anni, una acquisizione per usucapione, (quantomeno della sua parte di usufrutto della abitazione principale) anche perchè la stessa, da quello che ho letto, cancella eventuali ipoteche pendenti sul bene.

    Considerando che il pagamento delle imposte è una parte importante del cosiddetto " animus rem sibi habendi" necessario per l'usucapione, posso io pagare le imposte (IMU in primis) a mio nome al posto di mio padre? o è meglio lasciare tutto così e non pagare?

    Scusate la prolissità ma spesso i dettagli fanno la differenza.

    Grazie a chi vorrà consigliarmi (se avete anche altri suggerimenti sono ben graditi).

    Ciao!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina