1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. stefano29465

    stefano29465 Nuovo Iscritto

    Salve, io ho un'appartamento dove ho la residenza, ma sono temporaneamente domiciliato in altra regione.
    Per questo motivo ho affittato detto appartamento con regolare contratto.
    Non ho pagato la prima e seconda rata dell'IMU, perchè il valore calcolato come prima casa, risultava inferiore ai 200€.
    Mi è però venuto il sospetto che essendo affittata, debba considerarla seconda casa ai fini IMU.
    Nel caso il mio sospetto fosse fondato, devo pagare l'ultima rata con sanzioni e interessi, oppure basta calcolare il totale?
    Grazie 1000.
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, quella casa non è la tua abitazione principale. Quindi non spettano l'aliquota ridotta e le detrazioni d'imposta.
    Devi pagare l'acconto omesso a giugno, calcolando la sanzione e gli interessi dovuti per il ravvedimento operoso. E versare l'importo a saldo (imposta totale annua, meno l'ìmporto che avresti dovuto pagare a giugno) entro il 17 dicembre p.v.
     
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sanatoria in mancanza di versamento.
    Per evitare di incorrere in più pesanti sanzioni amministrative, è possibile sanare per mezzo del cosiddetto “ravvedimento operoso”. È un sistema per cui, a fronte del pagamento della quota IMU maggiorata da una sanzione e da un interesse legale che va calcolato sui giorni di ritardo successivi alla scadenza fino al giorno del versamento effettivo e che – a decorrere dal 1° gennaio 2012 – ammonta al 2,5%, il debito con il fisco viene sanato. Attenzione però: è prevista per i Comuni la possibilità di alzare il tasso d’interesse legale dal 2,5 fino al 5,5%. Informati.

    Versando l’IMU in ritardo dovrai compilare il Modello F24 e, nella fattispecie, dovrai barrare (oltre a quella di “acconto”) la casella di “ravvedimento operoso”, per il quale è previsto per il tuo caso, il
    Ravvedimento “lungo”. Si ha nel caso in cui il versamento avvenga oltre i 30 giorni dalla scadenza, con il tributo maggiorato da una sanzione fissa pari al 3,75%, più i soliti interessi di mora. Calcola beninteso le sanzioni e gli interessi dal 1° Gennaio sino alla prima scadenza.
    saluti
    jerry48
     
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Jerry48 ti ha risposto correttamente, perfetto !
    Se l'importo non è elevato ti conviene sanare tutto e basta.
    Però ricordati che se ritornerai ad abitare lì, ti converrà presentare una dichiarazione IMU in cui indichi che quella è la tua abitazione principale, per poter pagare di nuovo (o non pagare) con l'aliquota ridotta e le deduzioni di 200 Euro.
    In alternativa potresti anche "tentare" di non pagare, visto che hai mentenuto la residenza là.
    Per "beccarti" il Comune dovrebbe incrociare i dati catastali della tua casa con quelli dell'Agenzia delle Entrate relativi al contratto di locazione che hai registrato. Non so se lo fa.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Basta che il locatario abbia richiesto l'iscrizione anagrafica in quell'appartamento. O che abbia presentato (come deve) denuncia di inizio occupazione dei locali ai fini della Tarsu.
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se le utenze sono ancora a tuo carico, io non farei nulla se è tua intenzione nel prossimo futuro ritornarci nella tua residenza che hai lasciato ciao
     
  7. stefano29465

    stefano29465 Nuovo Iscritto

    Precisazioni

    Grazie delle indicazioni. Giusto per chiarire, io sono ancora titolare di tutte le utenze, TARSU compresa (sempre che si possa definire utenza) e l'inquilino ha richiesto residenza come nucleo familiare diverso da quello attualmente residente, cioè il sottoscritto.
    Immagino che comunque io debba pagare l'IMU come mi avete suggerito, giusto?
    Ancora grazie a tutti.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Come già scritto, l'appartamento in cui hai l'iscrizione anagrafica ma non vi dimori abitualmente non può essere considerata la tua abitazione principale. L'IMU pertanto dovrà essere versata di conseguenza. Ma la tua situazione non è conforme alla legge anagrafica. La quale prevede che l'effettiva dimora abituale (residenza) debba corrispondere all'iscrizione anagrafica. Le corrispondenti dichiarazioni vanno (andavano) rese entro 20 giorni dal trasferimento all'ufficiale di anagrafe del comune di immigrazione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina