1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Balsal

    Balsal Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Salve l'appartamento di mia proprità, seconda casa, lo sto vendendo e fra qualche giorno verra fatto il rogito. I nuovi acquirenti, per loro è una prima casa, ne hanno preso possesso dopo la stipula del preliminare. Domanda: è la data del rogito il riferimento per il pagamento IMU? oppure la data del preliminare, visto che ne hanno il pieno possesso e vi hanno preso già la residenza, utenze etc. etc.?
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il riferimento sull'IMU e tutto il resto avviene dalla data del rogito, data in cui avviene il passaggio di proprietà, fino ad allora è tuo e potevi non concedere l'entrata al futuro proprietario.
    Ti auguro che tutto proceda per il meglio e il futuro proprietario onori il Rogito, in quanto se non lo fa dovrai sudare le classiche sette camice per rientrare in possesso del tuo bene.
     
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    fa fede la data del rogito, fino ad allora è tuo con tutte le conseguenze del caso.
     
  4. Balsal

    Balsal Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Chiedevo un parere di qualche esperto se, a questa granitica certezza, vi fosse una qualche eccezione, visto che ho tutti gli elementi per dimostrare di non avere più il possesso del bene. Per gli acquirenti non ci sarebbe problema a farsi carico dell'IMU anche precedentemente al rogito (figuriamoci, sulla prima casa è sospesa e probabilmente verrà abolita).
    Per quanto riguarda il tuo augurio, ti ringrazio, ma ormai siamo in dirittura d'arrivo.
    Ho dato il possesso dell'appartamendo avendo già incassato 3/4 del prezzo, ed 1/4 sarà erogato con pagamenti dilazionati dopo la stipula della vendita. A proposito, sapresti dirmi qualcosa riguardo all'atto di quietanza al termine dei pagamenti rateali: è obbligatoria, oppure si può evitare se, alla data di scadenza dell'ultimo pagamento, in mancanza di mie opposizioni, l'atto di vendita diventa valido a tutti gli effetti? (dovrebbe essere un problema che riguarda di più gli acquirenti, ma essendo dei cari amici, sarei anch'io interessato ad evitare loro un inutile quanto costoso salasso.)
    Scusatemi per il fuoritema.
     
  5. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi dispiace e capisco il tuo problema ma in Italia ci sono poche cose chiare come il fatto che la titolarità di una casa si trasferisce con il rogito, fino a quel momento la casa è mia ed io pago l'IMU. il possesso, ai fini dell'IMU non ha alcun rilievo. che la possegga il futuro acquirente, mio figlio o la caritas non cambia, resta mia e ahimè resta mia anche l'IMU. tutto ciò che forse puoi provare a fare, se ti fidi così tanto è anticipare il rogito.
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    solo sulle spese condominiali, dovranno pagare dal giorno del possesso, previo tua richiesta come da consuntivo annuale ciao
     
  7. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'IMU non si paga sul possesso bensì sulla proprietà. Ma ti hanno detto che ti pagano l'IMU per quest'anno, no? se l'accordo è questo, dato anche che l'appartamento l'hanno sfruttato- ma non fa testo legale - è sufficiente che facciano un f24 a nome tuo per i mesi di cui l'agenzia delle entrate è a conoscenza della tua proprietà
     
  8. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E così loro che usufruiscono dell'abitazione come prima casa, con relativa aliquota ridotta e deduzioni, pagherebbero a nome tuo come seconda casa....la vedo dura....
     
  9. Balsal

    Balsal Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Infatti, sarebbe possibile solo se potessero comunicare all'ufficio tributi del comune di essere subentrati come soggetti passivi IMU già da inizio 2013. (ci vivono da ottobre 2012). Non mi sogno neanche di far pagare loro la mia parte di IMU-seconda casa. Il senso del mio quesito stà tutto quà. Ma ho capito dalle vs. risposte che questa strada non mi sembra percorribile.
    Non vorrei che si immagini come una compravendita anomala. Siamo, io venditore e loro coppia di acquirenti, degli amici che abbiamo trovato un accordo, già ottemperato, ( e blindato dal rogito, che si farà a brevissimo), e che vorremmo ridurre, per entrambe le parti, allo stretto indispensabile, le spese che gravitano attorno al passaggio di propietà di un immobile.
    Si fa un gran parlare di abolizione IMU- prima casa, che per la stragrande maggioranza dei casi si quantifica in max 100-150 Euro/anno (io per la mia casa di residenza ne pago ben .... 28,00, con le detrazioni). Il vero assurdo sta nella sproporzione con IMU seconda casa, che sta veramente scoraggiando chiunque a tenere un appartamento a disposizione in un'altra città.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina