1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. torresi

    torresi Nuovo Iscritto

    il mio problema è questo, ho affittato 1 appartamento a 4 studenti, con un unico contratto, ognuno paga una quota, secondo la stanza che occupa; uno dei quattro se ne va anticipatamente rispetto alla scadenza, x gravi motivi, va via a giugno invece che a fine settembre...come mi devo comportare con il fisco? posso fare la risoluzione anticipata x una sola persona? questo mi permetterebbe di ridurre le entrate (che di fatto diminuiscono visto che uno studente se ne va) oppure non posso fare niente e pago le tasse x una somma maggiore rispetto a quella che effettivamente percepisco??come documento a prova ho solo la raccomandata con la disdetta. grazie x i consigli
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma se fai la disdetta anticipata gli altri tre che fine fanno?
     
  3. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ai sensi del contratto gli altri tre inquilini sono responsabili solidalmente per l'intero importo della locazione.
    Se vi mettete d'accordo (cosa che ritengo facile) potete:
    - fare una scrittura privata di riduzione del canone (gli inquilini non sono più responsabili della quota di quello che ha dato disdetta e tu paghi le casse sull'effettivo percepito);
    - rescindere il contratto e stipularne uno nuovo con gli inquilini rimasti (stessi effetti del punto precedente);
    - trovare un nuovo inquilino che subentri a quello che ha dato disdetta (gli inquilini potrebbero darti una mano in quanto interessati a non dover pagare la quota di quello che se ne va).
     
  4. torresi

    torresi Nuovo Iscritto

    non è così semplice, so già che uno dei tre rimasti intende ritirarsi dall'università, non è riuscito a dare neppure un esame, ma penso, vista la serietà della famiglia ed il fatto che non ho avuto alcuna comunicazione, che pagherà regolarmente fino alla conclusione naturale del contratto (a settembre) ; degli altri due non so nulla...non me la sento proprio di far pagare gli altri che restano al posto di quello che mi ha mandato la disdetta e se ne va...solo che volevo trovare il modo x pagare le tasse su quello che effettivamente percepisco, ma non so proprio come fare, probabilmente non farò niente, adesso non è facile affittare, mentre a settembre tutti cerco casa..pazienza.. mi servirà x capire come fare i nuovi contratti!!
     
  5. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Solito pasticciaccio dei contratti fatti a più intestatari. Quando il gruppo si scioglie per il locatore sono guai. Sempre fare un contratto per studente, lo ripeto sulle pagine di questo forum da mesi !!!
    Se operi in cedolare secca e quindi non paghi imposte di registro e bolli, ti conviene fare una risoluzione anticipata del contratto attuale e poi fare un nuovo contratto per ogni studente.
    Se invece operi in regime normale, tra risoluzione anticipata (67 euro) e nuovi contratti (marche da bollo più il 2% dell'importo) avrai un piccolo salasso.
    Però penso che gli studenti, piuttosto di pagare per quello che se ne va, potrebbero anche accollarsi tutte queste spese.
     
  6. torresi

    torresi Nuovo Iscritto

    ..infatti è un pasticcio e non vedo l'ora di venirne fuori; in futuro accetterò i tuoi consigli e farò contratti individuali, ma è possibile affittare porzioni di appartamento?x questa volta penso che non farò niente e pagherò più tasse inutili!
     
  7. maria55

    maria55 Membro Attivo

    Professionista
    Un consiglio per il caso in discussione. Unico contratto per tutti gli studenti, specificando la stanza che ogni singolo andrà ad occupare, il canone per ogni singolo studente. Praticamente più negozi giuridici in un solo atto.
    Per il presente dovresti stipulare con tutti gli inquilini studenti,( compreso quello che ha dato disdetta anticipata), un atto di rettifica al contratto di locazione. Costo 67 euro più bolli. Il tuo reddito sarà ridotto a quello effettivamente percepito e gli altri inquilini non dovranno accollarsi la quota di affitto dello studente che ha lasciato.
     
  8. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' possibile affittare porzioni di appartamento.
     
  9. torresi

    torresi Nuovo Iscritto

    ciao! ti ringrazio x il consiglio, ritieni che io possa fare un atto di rettifica al contratto di locazione? sono in regime di cedolare secca; e i 67 € eventualmente, a chi spettano? credo achi vuole la recessione anticipata, oppure , metà x ciascuno? credi che all'agenzia delle entrate siano informati? ho i miei dubbi...
     
  10. torresi

    torresi Nuovo Iscritto

    infatti, non è il caso di fare la disdetta anticipata, ma devo trovare un modo x pagare tasse eque, ossia sull'effettiva somma percepita!!chi mi aiuta?
     
  11. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sinceramente mi sembrerebbe più semplice e meno costoso porre fine all'attuale contratto di locazione e rifarne uno per studente, relativo alla porzione di immobile che egli occupa.
    Essendo in regime di cedolare secca non ti costerebbe un centesimo, né la risoluzione anticipata del precedente contratto, né la registrazione dei nuovi.
    All'AdE non entrano nel merito di "a chi tocca pagare", non sono consulenti per gli affitti ma solo riscossori dello Stato.
    Per fare la risoluzione anticipata in regime di cedolare secca basta recarsi all'AdE con un mod. 69.
    Invece per fare una variazione al contratto attuale bisogna pagare i 67 Euro e poi sei daccapo.
     
  12. torresi

    torresi Nuovo Iscritto

    ti ringrazio x il consiglio, aspetto che venga giugno e poi vedrò cosa si può fare, il prossimo anno farò contratti individuali, così è tutto più semplice devo solo capire se mi conviene il concordato o no, abito in capoluogo di provincia (Ancona) dove esistono specifiche tabelle di riferimento, bisognerà capire cosa farà il comune con l'IMU, se è propenso a renderla più leggera x chi affitta a canone concordato oppure no...dovrò andare, penso, all'uppi
     
  13. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sono d'accordo. Se non hai esperienza è meglio farsi consigliare da un'associazione di proprietari.
     
    A torresi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina