1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. andfan

    andfan Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Salve,
    dopo aver chiesto, ed ottenuto, delucidazioni su che cosa sia più opportuno e conveniente fare tra la donazione e la vendita per la cessione di quote di un immobile da mio padre (4/6) e mia sorella (1/3) alla mia persona (1/3), avrei la necessità di sapere, optando per la vendita, in che modo e con il chiaro beneplacito dei venditori si possa simulare il pagamento.

    Premessa, mio padre ha bonificato negli anni a mia sorella un importo tale da coprire il valore delle loro quote le quali, cedutemi, mi farebbero diventare il solo proprietario dell'immobile.

    Concordato che per il fisco chiederò al notaio l'applicazione della tassazione con il principio del "prezzo-valore", come la mettiamo con il pagamento del prezzo indicato sull'atto?

    Se indichiamo anche 250 mila euro, prezzo possibile di mercato, deve materializzarsi un reale e tracciabile pagamento?

    E' chiaro che opto per la vendita per evitare esclusivamente le difficoltà derivanti da una successiva vendita di un bene proveniente da una donazione (x l'impugnabilità si dichiara nell'atto che mia sorella ha ricevuto quanto specificato) ma come lo risolvo, se è risolvibile, il problema del pagamento?

    Grazie...
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non "simulare" ma effettua.
     
  3. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se la vendita viene simulata non è una vendita legale è una vendita fittizia......
    Fatti prestare i soldi da tuo padre con un contratto regolare, mettendo nelle clausole la restituzione entro tot di tempo e compri la casa pagando tuo padre con i soldi che ti ha prestato....
     
  4. andfan

    andfan Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Uhm... qui non se ne esce...
    Non parrebbe un po' strano farsi prestare dei soldi dal proprio padre per acquistare una casa da lui stesso?
     
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Tua sorella (presumo unica che potrebbe chiedere collazione/riduzione) ha avuto liquidità (in più rate) che equivalgono ad anticipi dell'eredità.
    Figurativamente anche tu avrai pari trattamento.
     
  6. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Anche far finta di comprare una casa e non pagarla parrebbe un po' strano...dal tuo conto corrente non escono soldi e in quello di tuo padre non ne entrano: dato che gli atti notarili con compravendite di immobili o di beni mobili rilevanti sono soggetti ad accertamento, il tuo acquisto fittizio darebbe subito nell'occhio...
    Invece di chiedere un mutuo in banca, chiedi un finanziamento a tuo padre (se ha la possibilità di farlo)..non mi sembra una cosa così strana..
     
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    una soluzione potrebbe essere (da valutare) un assegno che viene dato in pagamento, citato in atto e mai incassato, i movimenti reali non sono oggetto di accertamento dell'Agenzia delle Entrate alla quale dovete le imposte che sicuramente pagherete ma eventualmente da un soggetto di famiglia che potrebbe ipotizzare un danno
     
  8. lol123

    lol123 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    buongiorno. vorrei sapere come poter fare una vendita di un immobile di mia proprietà a uno dei miei due figli.
    mi spiego meglio. ho due figli e oltre alla casa in cui vivo con mia moglie ho un altro appartamento.
    uno dei miei figli ha espresso la volontà di acquistare l'appartamento dove non viviamo, e di effettuare il mutuo per la metà del valore dell’immobile, da versarli sul mio conto e poi a mia volta li girerei all'altro mio figlio che la userebbe per acquistare un altro appartamento naturalmente facendo a a sua volta un'altro mutuo. rimarrebbe l'altra metà del valore della casa che mio figlio non potrebbe versarmi e in quanto la legge prevede che bisogna avere traccia dei soldi che si dichiarano sulla compravendita.
    esempio pratico: valore stimata dal perito € 200.000
    mutuo per la metà € 100.000 (figlio che acquista da liquidare l'altro figlio)
    restante parte € 100.000 (non li possediamo)
    come si potrebbe risolvere questa situazione? grazie
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Una domanda preliminare...entrambi i tuoi figli "godono" di un reddito certo e sufficente per pagare le rate di un mutuo di 100mila Euro ?

    Tieni conto che ai tassi attuali significa avere una rata di quasi 600 Euro (per ogni mutuo) per i prossimi 20 anni...ma che se i tassi riprendono a salire si può arrivare ben oltre i 700.
    Da non sottovalutare che oltre al valore di acquisto (dell'immobile per il 2° figlio) dovrete aggiungere tutte le tasse e i costi di compravendita per entrambi (altri 15/20mila Euro complessivi).

    Non è imperativo che il pagamento di un immobile sia contestuale per l'intero importo alla data dell'atto , ma devono essere indicati i termini con cui ciò avverrà.
    In ogni caso per entrambi si avrebbe una "donazione" (anticipazione di eredità).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina