• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Liederman

Membro Attivo
Proprietario Casa
contratto 6+6
in caso di recesso da parte del locatore:
- al termine dei primi 6 anni: va corrisposta l'indennità
- al termine dei successivi 6 ?? mi verrrebbe da dire di no perchè il contratto si conclude semplicemente, non c'è un vero recesso; ovviamente va mandata la raccomandata 12 mesi prima
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
L'indennità di avviamento va sempre corrisposta, in caso di cessazione del rapporto di locazione relativo agli immobili di cui all'articolo 27 della legge n. 392/1978, che non sia dovuta a risoluzione per inadempimento o disdetta o recesso del conduttore o a una delle procedure previste dal regio decreto 16 marzo 1942, n. 267. E sempre che l'immobile sia utilizzato per lo svolgimento di attività che comportano contatti diretti con il pubblico degli utenti e dei consumatori.
 

Liederman

Membro Attivo
Proprietario Casa
Grazie. Quindi comprendo che la risposta è che anche dopo i 12 anni va corrisposta l'indennità.
Questo di fatto impedisce di rinegoziare con il conduttore un nuovo canone di locazione.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Il contratto si rinnova tacitamente di sei anni in sei anni alle stesse condizioni. Presumendo che Liederman intendesse un "nuovo canone" aumentato, perché il conduttore dovrebbe acconsentire?
Se il locatore inviasse disdetta al conduttore dodici mesi prima della(e) scadenza(e), dovrebbe corrispondere l'indennità per la perdita dell'avviamento. E se fosse per la prima scadenza, potrebbe dare disdetta solamente nelle condizioni previste dall'art. 29 della legge n. 392/1978.
 
Ultima modifica:

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Presumendo che Liederman intendesse un "nuovo canone" aumentato, perché il conduttore dovrebbe acconsentire?
Perché se vuole rimanere paga l'aumento oppure recede.

La mia era una domanda retorica... ma nei fatti nulla impedisce di riformulare il canone di locazione anche annualmente purché nel rispetto di idonea clausola contrattuale che rispetti la normativa e giurisprudenza consolidata ...ma anche accordo a posteriori.

Questione diversa l'analisi "pratica".
Con i tempi che corrono per le locazioni commerciali non è affatto scontato che si trovi un nuovo locatario e tantomeno disposto a pagare un canone superiore al precedente.
In certe zone le locazioni sono dimezzate negli ultimi 10 anni.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Perché se vuole rimanere paga l'aumento oppure recede.

La mia era una domanda retorica... ma nei fatti nulla impedisce di riformulare il canone di locazione anche annualmente purché nel rispetto di idonea clausola contrattuale che rispetti la normativa e giurisprudenza consolidata ...ma anche accordo a posteriori.

Questione diversa l'analisi "pratica".
Con i tempi che corrono per le locazioni commerciali non è affatto scontato che si trovi un nuovo locatario e tantomeno disposto a pagare un canone superiore al precedente.
In certe zone le locazioni sono dimezzate negli ultimi 10 anni.
A parte le considerazioni pratiche del finale , che condivido, non mi torna la prima parte.
Sono a conoscenza di un caso reale dove il locatore alla scadenza dei 12 anni, ha comunicato di voler prorogare il contratto a nuove e più onerose condizioni. Il conduttore ha preteso l'avviamento ed il locatore è stato condannato a versarlo
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
E se abbandona perché non è in grado di sostenere il costo del canone richiesto?
Se "abbandona" avrà comunque diritto all'avviamento eccetto nei casi previsti dalla norma (attività all'interno/complementari di aeroporti, porti, stazioni, autostrade, attività professionale o transitoria etc. etc).

Occorre capirsi sulla differenza fra "abbandono" e cessazione determinata da: inadempeinza/sfratto, recesso anticipato.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
Mi auguro che tutto questo un giorno finirà e che ci butteremo alle spalle questa triste vicenda.
Sognatrice '80
Alto