1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. uvz

    uvz Membro Attivo

    Buongiorno, nel 2005 ho ristrutturato la casa. Il vecchio tetto è stato completamente sostituito con travi a vista, dato che anche la mansarda è abitabile.Il tetto copre anche un loggiato di circa 60 metri. Da qualche mese sul loggiato troviamo chiazze d'acqua, le gocce si fanno sempre più numerose. Ho fatto vedere il tetto ad un muratore e mi ha detto che l'isolante si sta rompendo.
    E' possibile ciò su un tetto di soli 8 anni?
    Posso far valere la garanzia, e se si come visto che la ditta è chiusa per il pensionamento dei due titolari?
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    A parer mio, solo se chi ha effettuato i lavori, aveva qualche assicurazione per garantire i lavori svolti.
     
  3. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Si è possibile, ma su un tetto nuovo potrebbe benissimo essere un problema di condensa dovuta alla non traspirazione del tetto. Se è un tetto in legno sarebbe più indicato a rivolgersi ad un carpentiere specializzato piuttosto che al muratore in quanto esula dalle sue competenze. Se chiedi informazione alle associazioni di categoria della tua zona (Confartigianato o CNA) ti sapranno guidare meglio, e sopratutto potranno offrirti nominativi diversi.
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Speriamo non capiti anche al mio posizionato a Giugno.
    Io ho fatto mettere un isolante da 6 cm. più la guaina e poi le tegole.
     
  5. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Come tutti i tetti, di solito dopo la grande orditura (colmo e puntoni) si mettono le perline, sopra ancora la guaina anti goccia poi l'isolante (dalle mie parti supera ormai i 10cm) e sopra si agganciano le tegole. Buona giornata
     
  6. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Sono concorde con daniele78...probabile sia un problema di condensa più che di infiltrazione...
    Però così su due piedi si fa fatica a rispondere...
    Se non c'è la barriera al vapore, e l'isolante è sintetico, l'umidità che si è formata non riesce a traspirare e quindi forma condensa che poi gocciola verso l'interno...
    Per capire bene il problema bisognerebbe scoperchiare il tetto in un punto dove li problema è più evidente e si capirà la causa...
    Per quanto riguarda la rivalsa nei confronti dell'impresa, se questa è cessata, credo sia impossibile ottenere qualcosa.[DOUBLEPOST=1381212766,1381212711][/DOUBLEPOST]
    Se non hai fatto mettere la barriera al vapore è possibile che con il passare del tempo si manifesti anche da te il problema della condensa
     
    A JERRY48 e Daniele 78 piace questo messaggio.
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Infatti sei stato ancora più preciso di me, hai spiegato ancor meglio quale possa essere il problema. Io in casa mia ho un problema analogo, dovuto proprio alla non traspirazione del tetto in legno (l'ho verificato con un carpentiere specializzato), e l'isolante ormai è zuppo, il tetto ha 20 circa ma il problema più grosso è quello di essere il tetto di un condominio di 5 piani. Spero di riuscire a far comprendere il problema alla prossima assemblea (rifacimento del tetto; visto che perde anche parecchia acqua in casa specialmente quando piove) ma sarà un'impresa memorabile, ma ci provo lo stesso.
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    massimo,
    per cortesia spiegami la procedura che dovevo seguire e cos'è questa barriera a vapore. Grazie
     
  9. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Vedi Jerry, quando fai una copertura devi utilizzare il materiale adeguato e secondo uno schema ben preciso...

    Fornitura e posa in opera di pacchetto di copertura per tetto ventilato da posare sopra al sottofondo grezzo costituito da:
    - barriera al vapore con telo Riwega USB MICRO;
    - strato isolante in fibra di legno da cm 8;
    - strato isolante in polistirene espanso da cm 6;
    - membrana traspirante con telo Riwega USB ELEFANT 150;
    - guarnizione sottolistello Riwega;
    - listelli in legno da cm 5X6 interasse 60 cm per la ventilazione;
    - tavolato grezzo da mm 25;
    - guaina bituminosa da mm 4.

    Questo che ti ho indicato è lo schema utilizzato per un tetto ventilato sopra un solaio in latero-cemento, ma lo puoi utilizzare anche per solai in legno...
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  10. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Mi sono venuti i brividi!!! Che lista!!!
    Il mio geometra è un incompetente, al confronto.
    Meno male che ho fatto la copertura in legno solo per il magazzeno e box.
    Il tetto della sopraelevazione casa, con strato isolante da 10 cm + guaina, sopra il cemento.
    Speriamo bene.
     
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Caro Daniele78 lo devono proprio capire il problema, anzi, l'amministratore deve intervenire perchè è un problema condominiale e mi pare che sia costretto dai nuovi regolamenti. Voglio proprio vedere un'assemblea che vota contro un intervento dovuto. Un buon avvocato, pagato dal condominio che perderà senz'altro, più tutto quello che puoi metterci, danni alle pareti, ai soffitti, al mobilio e anche fisici, per l'umidità...dai che ti farai delle belle risate!! quando sentiranno che aria tira...
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Conosco sia i condomini che l'amministratore, ed ho anche una vaga idea dell'intervento e di cosa può venire a costare, voglio evitare fino all'ultimo una soluzione per vie legali , anche perché mi si ritorcerebbe contro ed i tempi si allungherebbero. Purtroppo in tempi di crisi è assai ardua far comprendere la necessità di tal intervento. Noto sempre con più disgusto il fatto che delle parti comuni vi è un generale ed assoluto disinteresse...[DOUBLEPOST=1381245366,1381245332][/DOUBLEPOST]Grazie per la comprensione arciera
     
  13. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Qui non sono più parti comuni, qui, se ho capito bene, c'è una proprietà, la tua, danneggiata. Prospetta tutti i costi a cui vanno incontro, fagli fare due conti e mettili all'angolo
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  14. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Grazie lo farò di sicuro
     
  15. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Secondo me quando ci sono questi problemi, avere un amministratore lungimirante può veramente far la differenza, ossia proprio per la sua funzione anche di "pacere" tra i condomini; dovrebbe spiegare e motivare il perché è utile o non utile far un intervento, di conseguenza i proprietari sono in grado di decidere ma sulla base di un ragionamento (anche tecnico se necessario). Se tu ad una persona non del mestiere (e con carica rappresentativa) spieghi il pro e contro di una determinata scelta puoi anche orientare la scelta. Ovviamente ci deve essere reciproca fiducia.
     
  16. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    deve essere un professionista. Deve sapere la legge. Deve far rispettare le regole insite negli articoli di legge. davanti ad una persona professionalmente a posto non ci sono pareri diversi. Chi ha ragione in questo caso, il tuo? davanti ad un tribunale chi ha ragione? questo dovrebbe bastare. Certo che poi rimaniamo sorpresi se un giudice dice una cosa ed un altro il contrario, ma sono davvero casi rari. Nel complesso il codice funziona (funziona proprio nelle cose di tutti i giorni e neanche ce ne accorgiamo talmente funziona bene)
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  17. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Perfetto la penso così, anche perchè se si vuol uscire dal "pantano" della crisi attuale, si deve imparare a collaborare costruttivamente tutti insieme, ognuno con le proprie idee, però sempre nel rispetto ANCHE della visione altrui, la critica è lecita SOLO quando è costruttiva, quando è propositiva quando può aiutare a far meglio una qualunque cosa.

    Dipende anche dalla qualità di chi "riceve" un qualcosa, deve essere intelligente nel capirlo, non è scontato (l'ho imparato nel mio piccolo sul mio lavoro).

    Su questo "dissento un pò" perchè non sono rari i casi in cui un giudice ribalta il verdetto di un'altro (anche la Cassazione stessa lo fa, con i propri verdetti), ecco perchè in Italia non esiste un diritto certo, ma si va avanti ogni volta ad "interpretazione".

    Il codice funziona molto bene, sono le persone che devono applicarlo che non sempre "funzionano" altrettanto bene.
     
  18. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    già che siamo vivi e vegeti è già tanto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina