• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

egidio

Nuovo Iscritto
Spett.le Direzione, sono un nuovo iscritto e per la prima volta vi invio il seguente messaggio chiedendo informazioni su quanto segue.
Sono proprietario di un appartamento al settimo piano in un condominio di Roma, ed il proprietario dell'appartamento sottostante al mio, lamenta una perdita d'aqua visibile sulla paerte del suo bagno ad un'altezza intermedia tra il soffitto e l'ultima fila di piastrelle sull parete medesima proprio in corrispondenza del calice di congiungimento del tubo di scarico condominiale in cui confluiscono gli scarichi delle acque chiare e scure. ( per calice intendo dire il punto in cui un tubo é inserito dentro all'altro formando un'unico corpo).
Nel mio bagno sovrastante e corrispondente al suo , non si evidenziano segni evidenti di infiltrazioni d'acqua, avendo fatto effettuare una perizia dal mio idraulico di fiducia, al quale peraltro non é consentito di entrare nell'appartamento sottostante per effettuare la stessa ricerca. Soltanto l'Amministratore, l'idraulico di sua fiducia ed il perito dell'Assicurazione dell'immobile hanno rilevato le realtà dei due appartamenti comunicandomi che devo rompere io la mia parete per effettuare la ricerca dei danni. Non mi é stata presentata nessuna documentazione fotografica e tantomeno tecnica delle realtà dell'appartamento sottostante. Mi é stato detto che devo rompere io per primo, anche se non ci sono provate perdite, lungo il tubo di scarico, perché l'acqua sende dall'alto verso il basso. Inoltre ho ricevuto una raccomandata dall'Amministratore diffidandomi che se entro brevissimo tempo non provvedo ad effettuare quanto sopra passerà alle vie legali. Come mi devo comportare?
Ringrazio per la V/a attenzione, in attesa di un V/0 cenno di riscontro. Distinti saluti. Furlanetto.
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Proprietario Casa
Ciao e benvenuto su propit :D Ti ringrazio per la "direzione" ma qui siamo un gruppo di amiconi più che una gerarchia militaresca con poltrone in giro per un palazzetto ;)
Buona permanenza sul forum :D
 

egidio

Nuovo Iscritto
Spett.le Direzione, sono un nuovo iscritto e per la prima volta vi invio il seguente messaggio chiedendo informazioni su quanto segue.
Sono proprietario di un appartamento al settimo piano di un condominio ed il proprietario dell'appartamento sottostante al mio, lamenta una perdita d'aqua visibile sulla paerte del suo bagno ad un'altezza intermedia tra il soffitto e l'ultima fila di piastrelle sulla parete medesima proprio in corrispondenza del calice di congiungimento del tubo di scarico condominiale in cui confluiscono gli scarichi delle acque chiare e scure. ( per calice intendo dire il punto in cui un tubo é inserito dentro all'altro formando un'unico corpo, cioé la colonna di scarico condominiale).
Nel mio bagno sovrastante e corrispondente al suo , non ci sono segni evidenti di infiltrazioni d'acqua, avendo fatto effettuare una perizia dal mio idraulico di fiducia, al quale peraltro non é consentito di entrare nell'appartamento sottostante per effettuare la stessa ricerca. Soltanto l'Amministratore, l'idraulico di sua fiducia ed il perito dell'Assicurazione dell'immobile hanno rilevato le realtà dei due appartamenti comunicandomi che devo rompere io la mia parete per effettuare la ricerca dei danni. Non mi é stata presentata nessuna documentazione fotografica e tantomeno tecnica delle realtà dell'appartamento sottostante. Mi é stato detto che devo rompere io per primo, anche se non ci sono provate perdite, perché l'acqua scende dall'alto verso il basso. Inoltre ho ricevuto una raccomandata dall'Amministratore diffidandomi che se entro brevissimo tempo non provvedo ad effettuare quanto sopra passerà alle vie legali. Come mi devo comportare?
Ringrazio per la V/a attenzione, in attesa di un V/0 cenno di riscontro. Distinti saluti. Furlanetto.
 

egidio

Nuovo Iscritto
Caro Tonio, ringrazio per la risposta ricevuta. Intendo precisare, ciò che non ho espresso nella suddetta lettera. Io non sono contrario che la ricerca danni venga effettuata prima nel mio bagno, ma chiedo, anche se non previsto dal regolamento condominiale, se ho il diritto o meno di prendere visione della perizia tecnica e fotografica, prima di procedere.
Cordiali saluti
furlanetto
 

tonio170555

Membro Attivo
Caro furlanetto; chiedo scusa x il ritardo alla risposta , è giusto che per trasparenza agli atti come per legge,
tu prenda visione della perizia tecnica e fotografica e spero che il tuo Amm.re sia stato ligio e celere a questo,
ma sai bene che in questi casi, ci sia celerita' all'esecuzione e all' incoveniente verificatesi!

cordialita' -tonio-
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto