1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. teresa

    teresa Nuovo Iscritto

    :triste::triste:Buonasera a tutti!! Ho un problema qualcuno mi aiuta? Sono proprietaria di un appartamento piano terra sono villette a schiera a due piani. L'anno scorso il proprietario dell'appartamento sopra al mio, ha affittato ad un famiglia per un mese, mi sono ritrovata una parte del soffitto della camera tutto bagnato. Dopo vari interventi di idraulici e periti di assicurazione il danno a me non è stato rimborsato, in quanto nella polizza di ass. c'era scritto che per risarcire il danno il propietario di sopra avrebbe dovuto rompere il pavimento e lui non ha voluto. Ora l'appartamento è stato affittato di nuovo e si sta ripetendo la stessa cosa. il mio amministratore se ne lava le mani e il proprietario ( ho saputo oggi è un avvocato) non ci sente? CHe devo fare? Mi rivolgo ad un legale? S.O.S grazie Teresa
     
  2. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mi sembra strano che il proprietario sia un avvocato!! Se l'infiltrazione avviene solamente quando il piano di sopra è abitato è evidente che l'acqua proviene da lì. Pertanto puoi far scrivere da un avvocato di risolvere il problema entro poco tempo, in caso contrario chiederai i danni relativi.
     
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    A mio parere Lei deve contattare un geometra che sommariamente e presumibilmente Le sappia indicare la causa ( perdita water, bagno, lavandino o quant'altro ?) imputabile alla proprietà esclusiva sovrastante ( il condominio e l'amministratore se l'origine non proviene da una parte comune sono indenni da responsabilità) .

    Contestualmente evidenzierà alla proprietà e per conoscenza all'amministratore ( che Le conviene informare perchè detentore di un polizza assicurativa) la Sua disponibilità a far loro verificare il danno all'interno della Sua unità ; alla proprietà sovrastante dovrà chiedere pari disponibilità per accedere ai locali incriminati per l'accertamento del caso.
    Raccolta la piccola relazione da parte del geometra , molte fotografie, qualche testimone ( le spese del tecnico le addebiterà a consuntivo al responsabile, ) dovrà scrivere al proprietario e per conoscenza all' amministratore cui compete il dovere di adeperarsi con la diligenza del "buon padre di famiglia" per contestare il danno , riassumere la questione e chiedere un contradditorio evidenziando la riserva di addebito di tutte le spese anche morali.
    Il tutto ovviamente previo raccomandate RR. .
    Se non otterrà fattiva collaborazione
    1-ammonirà la proprietà sovrastante che, in mancanza di collaborazione rapida, per ragioni di salute dovrà procedere a sostenere inevitabilmente alcune spese (albergo? custodire in un magazzino privato il mobilio previo rimessaggio ?) che si riserverà di addebitare a consuntivo. (vedrà che poi il proprietario si farà sentire)
    2-Potrà contestualmente recarsi personalmente dal Giudice di Pace per istruire la Causa. Basta spiegare il caso a voce. In genere il Giudice di Pace prima di coltivare la causa invita le parti a trovare un accordo. In caso contrario il Giudice imporrà l'accesso alla sua unità ed a quella sovrastante ad un tecnico indipendente per il sicuro accertamento delle cause.
    Una volta stabilita la responsabilità si contesteranno alla parte responsabile tutte le spese che Lei avrà sostenuto e che avrà cura di riassumere con documenti contabili ineccepibili.
    In sintesi i suoi problemi si risolveranno con favore:
    -se Lei prima di fare qualsiasi cosa metterà in mora la proprietà sovrastante contestando di analizzare i danni e consentendo la verifica degli stessi all'interno della Sua unità . Se la stessa non approfittasse dell'occasione , un domani sarà provato che l' omesso riscontro è derivato da negligenza e non potrà accampare scuse alternative.
    -se Lei avrà l'accortezza di raccogliere piu' prove anche documentali possibili anche tese a dimostrare la sua diligenza e la Sua disponibilità -
    Vedrà che cosi' facendo reagirà prontamente : proprio perchè avvocato percepirà sensibilmente che potrebbe rimettere quattrini ( e sa anche bene che per avere ragione non è sufficiente l'iscrizione all'albo)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina