Fersen69

Membro Junior
Proprietario Casa
Generalmente l'avvocato interviene solo dopo una relazione di un tecnico che descriva le problematiche riscontrate e/o le eventuali soluzioni tecniche.
Ok. quindi suppongo che il compratore aspetterà una relazione da un tecnico che verificherà le condizioni del tetto. E farà un preventivo .che sicuramente presenteranno a me. Ma come faranno a dimostrare che è colpa mia e quindi devo pagare io il tetto ?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Ma come faranno a dimostrare che è colpa mia e quindi devo pagare io il tetto ?
Se il tetto, apparentemente, è rimasto integro pur manifestando infiltrazioni, si suppone che fosse carente sin da prima dell'evento. Mentre se le tegole risultano filate con una lesione recente o addirittura siano state traslate dagli agenti atmosferici, il problema non può essere imputato a te. Evidentemente queste verifiche le può fare solo un tecnico da te incaricato che o farà un sopralluogo in contraddittorio con il tecnico della controparte o che, se necessario, dovrà redigere una perizia che confuti le accuse ricevute.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Scusa, e come dimostro la mia buona fede?
La devi "dimostrare" se intendi arrivare in Tribunale...e deciderà il tuo avvocato se e come.

Personalmente ti sconsiglio di arrivare davanti ad un Giudice senza sapere quali siano i danni e di che cifra si discute.

Non pensare neppure per un attimo di aspettare cosa fa l'acquirente...e vai direttamente sul posto senza mai accennare/confermare/contestare di competenza spese o responsabilità.
Visto che non appari "attrezzato" in materia ci vai in compagnia di un impresario/geometra che poi ti comunicherà a 4 occhi le sue deduzioni.
Al contempo devi far leggere ad un esperto cosa sia specificato nel rogito. Nella compravendita di un immobile così "datato" si dovrebbe privilegiare una formula "visto e piaciuto" (non ti esenta dal vizio occulto che provochi rovina dell'immobile)...ma se non intendi pagare con accordo bonario un avvocato ti serve.

Per la complessità del caso in un forum puoi solo trovare spunti...
 

Fersen69

Membro Junior
Proprietario Casa
La devi "dimostrare" se intendi arrivare in Tribunale...e deciderà il tuo avvocato se e come.

Personalmente ti sconsiglio di arrivare davanti ad un Giudice senza sapere quali siano i danni e di che cifra si discute.

Non pensare neppure per un attimo di aspettare cosa fa l'acquirente...e vai direttamente sul posto senza mai accennare/confermare/contestare di competenza spese o responsabilità.
Visto che non appari "attrezzato" in materia ci vai in compagnia di un impresario/geometra che poi ti comunicherà a 4 occhi le sue deduzioni.
Al contempo devi far leggere ad un esperto cosa sia specificato nel rogito. Nella compravendita di un immobile così "datato" si dovrebbe privilegiare una formula "visto e piaciuto" (non ti esenta dal vizio occulto che provochi rovina dell'immobile)...ma se non intendi pagare con accordo bonario un avvocato ti serve.

Per la complessità del caso in un forum puoi solo trovare spunti...
Quindi , se ho ben capito …
l acquirente con un tecnico riesce a provare che il tetto era rovinato da prima della compravendita. E imputeranno A me la colpa in quanto non potevo non sapere.
ma dovranno dimostrarlo …
io Nel frattempo dovrei chiamare un mio tecnico / perito per una seconda valutazione ? Ma per andare sul tetto bisogna per Forza passare dall appartamento con le infiltrazioni ..quindi dovrò chiedere il permesso…
inoltre, essendo una palazzina di 3 appartamenti con 3 proprietari diversi, senza amministratore, se tutti decidessero di rifare il tetto, usufruendo delle agevolazioni statali, io come potrei essere chiamato in causa ?
grazie
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
l acquirente con un tecnico riesce a provare che il tetto era rovinato da prima della compravendita. E imputeranno A me la colpa in quanto non potevo non sapere.
ma dovranno dimostrarlo …
Avrai necessità di avvalerti di un tuo tecnico di fiducia che esaminerà la consulenza del collega e se lo riterrà opportuno, chiederà un contatto con lo stesso ed eventualmente anche di effettuare un sopralluogo per accertare lo stato dei luoghi.
 

enricone

Membro Attivo
Proprietario Casa
Un punto importante è che il tetto potrebbe essere pertinenza condominiale, quindi non responsabilità del proprietario dell’appartamento all’ultimo piano. Esiste un regolamento condominiale?
 

vittorievic

Membro Assiduo
Proprietario Casa
non c'e' un amministratore. non c''e un regolamento condominiale.
non importa il condominio è un condominio di fatto e si deve attenere alle norme stabilite dal c.c. . Per le parti comuni c'é l'art. 1117 che le elenca: il tetto, se non c'é un documento che ne attribuisce la proprietà ad un particolare condomino, rientra tra i beni comuni.
Cosa c'è scritto sul rogito? Hai venduto anche il tetto?
Inoltre la prassi è : se ti hanno fatto scrivere da un avvocato è meglio far rispondere da un avvocato.
In genere l'avvocato ti consiglierà un tecnico per confutare le tesi della tua controparte.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Quindi , se ho ben capito …

Evidentemente no...non hai capito.
L'acquirente non ha alcun motivo di trovare un tecnico per dimostrare il danno o la tua competenza di spesa.
Lui ha già adempiuto ai suoi "obblighi"...ti ha consegnato "soldi buoni" e informato che ciò che gli hai venduto ha un difetto che non era visibile quando ha comprato e che tu non gli hai evidenziato.
Potrebbe anche arrivare davanti al Giudice senza nominare alcun tecnico confidando in quello che eventualmente nominerà il Giudice .
Ripeto per l'ultima volta: sei tu che devi andare immediatamente a visionare con un TUO tecnico.
Dopo, sulla base della consulenza, decidi se pagare la sistemazione/riparazione o rifiutarla.
Se rifiuti al 99% ti trascina in Tribunale dove TU e non lui dovrai dimostrare che non hai colpe perché:
A) il fenomeno si è verificato per un evento atmosferico eccezionale o fortuito
B) l'acquirente era a conoscenza del "difetto" al momento del Rogito e/o si era inserita una clausola che ti esentava.
C) il danno è stato causato da incuria/dolo dell'acquirente.

Di principio tu parti sfavorito salvo dimostri quanto sopra.

Se non è palese un imbroglio del venditore....e se il danno+riparazioni è di importo "basso" ...cerca il compromesso ed evita di arrivare in Tribunale.

Riassumendo...spendi un po' per avere una ispezione con un impresario (spesso vengono gratis con la promessa che poi gli appalti eventualmente il lavoro...ma ora con il Superbonus sono tutti straimpegnati) od un geometra attivo in ambito edile (che poi eventualmente ti serve come Tecnico di Parte se arrivi in Tribunale).
Step successivo qualora vuoi contestare un Avvocato.
Le cause spesso sono costose anche se vinci.
Un passo alla volta e sangue freddo.
 

Fersen69

Membro Junior
Proprietario Casa
Evidentemente no...non hai capito.
L'acquirente non ha alcun motivo di trovare un tecnico per dimostrare il danno o la tua competenza di spesa.

L acquirente ha un ottimo motivo per mandare subito un tecnico a controllare il tetto, altrimenti a chi affitta la casa se ci sono infiltrazioni ?
Io non sono più il proprietario …a che titolo mando un mio tecnico a controllare un testo di un appartamento che non è più di mia proprietà??
Lui ha già adempiuto ai suoi "obblighi"...ti ha consegnato "soldi buoni" e informato che ciò che gli hai venduto ha un difetto che non era visibile quando ha comprato e che tu non gli hai evidenziato.

E cosa dovevo evidenziare se non. E ero a conoscenza?
Lui nel preliminare e nel rogito ha dichiarato e firmato che ha attentamente ispezionato l appartamento ed era al corrente che la palazzina è stata costruita negli anni ‘60… se prima dell acquisto non ha avuto L idea di ispezionare il tetto, saranno colpe sue …!
Potrebbe anche arrivare davanti al Giudice senza nominare alcun tecnico confidando in quello che eventualmente nominerà il Giudice .
Ripeto per l'ultima volta: sei tu che devi andare immediatamente a visionare con un TUO tecnico.

Ma questo lo affermi su che basi ? Gli acquirenti hanno affidato ad un tecnico la verifica del danno e mi avviseranno del preliminare .

Dopo, sulla base della consulenza, decidi se pagare la sistemazione/riparazione o rifiutarla.
Se rifiuti al 99% ti trascina in Tribunale dove TU e non lui dovrai dimostrare che non hai colpe perché:
A) il fenomeno si è verificato per un evento atmosferico eccezionale o fortuito
B) l'acquirente era a conoscenza del "difetto" al momento del Rogito e/o si era inserita una clausola che ti esentava.
C) il danno è stato causato da incuria/dolo dell'acquirente.

Di principio tu parti sfavorito salvo dimostri quanto sopra.

Se non è palese un imbroglio del venditore....e se il danno+riparazioni è di importo "basso" ...cerca il compromesso ed evita di arrivare in Tribunale.

Quello che penso di fare…ma qui sopraggiunge un altro problema.
Se tutti i 3 i proprietari dei 3 diversi apparterrai decidono di optare per L intervento , spero usufruiscano del bonus 50%…in tal caso come verrebbe calcolata l eventuale mia partecipazione ?
Perché i L tetto occupa solo e unicamente il mio ex appartamento, gli altri due sono al piano terra ma devono partecipare alla spesa dell intervento …
Riassumendo...spendi un po' per avere una ispezione con un impresario (spesso vengono gratis con la promessa che poi gli appalti eventualmente il lavoro...ma ora con il Superbonus sono tutti straimpegnati) od un geometra attivo in ambito edile (che poi eventualmente ti serve come Tecnico di Parte se arrivi in Tribunale).
Step successivo qualora vuoi contestare un Avvocato.
Le cause spesso sono costose anche se vinci.
Un passo alla volta e sangue freddo.
Molto sangue freddo !
Grazie dei consigli
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Discussioni simili a questa...

Le Ultime Discussioni

Alto