1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. tresi

    tresi Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti, il mio problema è cominciato con il rifacimento facciata approvato da condominio, la quota a me spettante euro 7000,00 la quale 3500,00 già versati a titolo di acconto, per motivo di vizi contestati appunto al ripristino facciata con difetti e cavillature rigonfie, tinteggiatura eseguita con una mano di colore, ritocchi evidenti ad occhio nudo, tutto ciò a meno di 2 anni dalla fine dei lavori.
    la prima lettera di contestazione all'amministratore è stata inviata dopo l'acconto versato di ero 3500,00 intimando di far provvedere a chi di spettanza al ripristino di vizi da me contestati, pertando dopo pochi giorni hanno provveduto ai ritocchi, ma nel giro di 15 giorni i ritocchi si sono rigonfiati e scrostati, perciò ho rinviato un'altra lettera di contestazione dicendo che tratterrò la somma ancora da versare fino a quando non verranno a sistemare la facciata a regola d'arte,fra l'altro ho provato a vendere l'immobile e sinceramente la gente che viene a visitare la casa e vede la facciata , mi deprezza l'immobile dicendo espressamente che fra 5 6 anni con questo passo si dovrà rifare di nuovo tutta la facciata.
    In risposta mi arriva l'ingiunzione del giudice di pace per il pagamento che nel frattempo da euro 3500 sono andati a lievitare a circa 5000,00 euro tra spese legali ecc ecc
    cosa consigliate di fare?
    Grazie se ci fosse qualcuno per un consiglio?
    LoriC
     
  2. giannigiliola

    giannigiliola Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    andrei dal giudice di pace per spiegare le motivazioni del non pagamento ed inoltre citerei l'amministratore e l'impresa di costruzione per danni:fiore:
     
  3. tresi

    tresi Nuovo Iscritto

    quindi sarebbe il caso di sentire un avvocato Giusto?
     
  4. tresi

    tresi Nuovo Iscritto

    Fra l'altro , ho inviato la lettera di contestazioni anche all'impresa esecutrice dei lavori, ditta rumena ,che non accetta le raccomandate e li ritorna indietro: c'è da dire che il direttore lavori che ha seguito i lavori è un architetto che fra tutte le altre cose è anche condomino dello stabile e amico stretto dell'amministratore, percui vi lascio immaginare che complotto che si è venuto a creare.
    grazie del consiglio comunque
     
  5. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Avvocato subito!

    Spieghi il Direttore Lavori perché ha approvato un lavoro evidentemente fatto male e produca la documentazione della ditta (a cominciare dai DURC, dall'iscrizione alla CCIAA, ecc.).

    Spieghi l'amministratore perché ha proceduto al saldo alla ditta nonostante la tempestiva segnalazione del condomino.

    Spieghino entrambe per quale motivo non dovrebbero essere chiamati a rispondere in prima persona del pessimo lavoro svolto.
     
  6. tresi

    tresi Nuovo Iscritto

    tutto già fatto, nonostante i solleciti verbali ed iscritti all'amministratore al direttore lavori e anche alla ditta che ha eseguito i lavori , hanno fatto finta di niente ed hanno proceduto con l'ngiunzione direttamente...
    guardate che lavoro eseguito! CIMG1416.jpg CIMG1417.jpg :domanda:
     
  7. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Fai opposizione al decreto ingiuntivo e preparati a una guerra.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina