1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. fabyolo

    fabyolo Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    ingresso NEL CONDOMINIO IN CUI VIVO NON FACCIO IN ALCUN MODO USO DELLE PARTI COMUNI, IN QUANTO HO UN INGRESSO INDIPENDENTE CHE MI E’ STATO RICONOSCIUTO CON UN NUMERO CIVICO DIVERSO E NON POSSO ACCEDERE AL CORTILE IN QUANTO IL MIO PIANO RIALZATO HA LE SBARRE ALLE FINESTRE. ESSENDO 9 CONDOMINI POSSO CHIEDERE LE DIMISSIONI ? E DI CONSEGUENZA NON PAGARE LE SPESE CHE NON MI COMPETONO COME LUCE SCALE, PULIZIE ECC ? E SE SI I RIMANENTI 8 POSSONO FARE A MENO DI UN AMMINISTRATORE ?
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Esposizione piuttosto incomprensibile.
    Tanto per iniziare è sconsigliato l'uso della scrittura in maiuscolo. Poi le parti comuni fanno parte del condominio o tu sei escluso dalla comproprietà del B.C.N.C.? Per accedere al cortile non capisco perché sostieni che ti è precluso (o almeno questo ho capito) perché ci sono le grate alle finestre. Se poi hai un accesso a sestante è probabile che il tuo immobile sia escluso dal condominio. Sei in affitto o è di tua proprietà In tal caso leggi bene l'atto.
     
  3. Franci63

    Franci63 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il fatto di avere un ingresso diverso non ti fa perdere la qualifica di condomino;
    né ci si può dimettere da condomino.
    Se ci sono altri 8 proprietari l’amministratore resta obbligatorio.

    Altro discorso quello relativo alle spese comdominiali: sono dovute quelle relative alla gestione delle parti comuni che ti riguardano (ad es. tetto, cancello, impianti in comune, amministratore etc. ), mentre non sono dovute quelle per le scale (ne luce, né pulizia) , e per altre parti comuni che, pur essendo parte del condominio, non sono utilizzabili da tutti.
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non sei tenuto a corrispondere spese per scale o altri beni che non usi...ma resti un condomino se la tua proprietà è inglobata in tale edificio. Il tetto, i muri portanti, le fondazioni etc sono beni comuni per i quali sei "coinvolto".

    Da ciò discende anche l'obbligo a pagare la tua quota di determinate spese incluso l'amministratore.

    In realtà non esiste alcun "obbligo" ad aver un amministratore nemmeno oltre gli 8 proprietari...salvo che almeno 1 lo pretenda.
     
  5. fabyolo

    fabyolo Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie siete stati esaustivi. Ci vedo poco è per questo che ho scritto maiuscolo. Sono usufruttuario, Il condominio è fatiscenze e le fondamenta sono in parte nel mio semintererrato sempre maleodorante di muffa e acqua proveniente da infiltrazioni dal cortile che non ha vespaio ma solo una gettata di cemento sull'erba che qualcuno ha fatto di sua iniziativa, . Le spese sono intorno alle 600 euro a condomino e mi sembra una cifra esagerata per una casa di 2 piani con ingressi a ballatoio. Nel cortile cosa dovrei andare a fare ? entrare da un passo carraio arrugunito che prima o poi potrebbe cadere in testa a qualcuno e uscire dall'altro ingresso da dove entrano tutti ? A che scopo ?
    Gli altri ne hanno motivo perchè accedono alle scale per andare in appartamento, per entrare con il passeggino ecc.
     
  6. Franci63

    Franci63 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Questa precisazione permette di rendere le nostre risposte più precise.
    In quanto usufruttuario, sei tenuto a pagare solo le spese ordinarie , mentre le spese straordinarie spettano al nudo proprietario.
    Art. 1004 cc :
    Le spese e, in genere, gli oneri relativi alla custodia ,amministrazione e manutenzione ordinaria della cosa sono a carico dell'usufruttuario.
    Sono pure a suo carico le riparazioni straordinarie rese necessarie dall'inadempimento degli obblighi di ordinaria manutenzione.
     
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    L'umidità è normale se la parete esterna del seminterrato non è stata impermeabilizzata. Per poter risolvere il problema occorre che il condominio approvi l'intervento. Diverso è il discorso delle infiltrazioni d'acqua che manifestano una perdita di una condotta prossima alla muratura o una lesione nell'eventuale canale di raccolta delle acque meteoriche che cadono nel cortile e che probabilmente la pendenza tende a convogliarla verso l'edificio. In questo caso l'intervento deve essere risolutivo e non è procrastinabile nel tempo.
     
  8. fabyolo

    fabyolo Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ancora un grandissimo GRAZIE!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi