1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rosaemario

    rosaemario Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buonasera, avrei un quesito da porre,
    cinque anni fa due proprietari di una bottega, composta da due locali e tre aperture,di cui due si trovano all'interno del piazzale condominiale,ed una prospetto strada(quindi principale) nel vano posteriore è stato circa 10 anni fa realizzato un soppalco,per cui un'apertura che da sul cortile viene definitivamente chiusa internamente,senza intaccare la saracinesca esterna.
    Bene dopo la descrizione opportuna,si passa alla questione.
    La locataria della bottega, infastidita dall'avvocato di una delle due comproprietarie che le invia una comunicazione per il mancato pagamento di uno dei due condomini (già ci sono due amministratori che si occupano delle varie mansioni,ordinarie e straordinarie) la stessa si rivolge ad un avvocato,che a sua risposta invia ad entrambe comproprietarie(di cui una non informata dell'accaduto)una lettera con le seguenti richieste.
    1)che l'inquilina non possiede le chiavi di accesso al cortile,per la quale non può aprire la vetrina, e che lei non utilizza lo spazio antistante,quindi per lei il condominio non va pagato.
    2)che il soppalco deve essere rimosso,per riaprire la terza vetrina,chiedendo pure i danni per la chiusura del negozio,per il mancato guadagno e tanto altro...........in casa d'altri decide cosa togliere
    3)chiede 5000 euro perchè, in tutti questi anni non ha mai usufruito della luce delle vetrine.
    Per cui pagherà il condominio se vengono accordate tali richieste ASSURDE.
    A ciò faccio presente che la signora ha raccontato al suo avvocato falsità per non pagare il condominio,la stessa nel contratto regolarmente registrato ha firmato per accettazione dello stato della bottega senza nulla eccepire,le chiavi le sono state rigorosamente consegnate,tantè che la signora a dire dall'amministratore parcheggia l'auto all'interno fronte cortile,e dopo cinque anni si ricorda di non avere le chiavi?inoltre nell'unica vetrina libera oltre quella d'ingresso,ha posizionato un enorme mobile che la nasconde per un suo interesse.Quindi dal problema condominio,la signora e il suo avvocato vogliono fare i furbetti?addirittura chiameranno in giudizio le proprietarie per ottenere le loro richieste, quali ragioni hanno? grazie a coloro che vorranno rispondere
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Bisogna che fai un po' d'ordine alla tua esposizione. Per locataria intendi la padrona degli immobili? La conduttrice è chi paga il canone. Inoltre il soppalco non si coglie cosa sia e come possa ostruire la vetrina sul retro? sul davanti ovvero sulla strada?
    Fondamentale, in fine, è capire se chi è in locazione, il conduttore, lo è da prima che si realizzasse questo "misterioso"soppalco o ha cominciato la locazione che questo manufatto era già esistente?
     
  3. rosaemario

    rosaemario Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Si è vero sono stata poco chiara, cercherò di spiegarmi meglio:

    Due proprietari hanno affittato una bottega composta da due vani e sulla quale
    insistono tre vetrine, una frontale e dule laterali, la prima è utilizzata come ingresso ed è posta fronte strada, le altre due sono laterali e per accederVi bisogna entrare all'interno di un condominio.
    le due vetrine laterali illuminano i due vani di cui è composta la bottega, la prima più vicina al fronte strada è stata occultata dall'interno con una struttura da parte dell'inquilina, la seconda più all'interno è occultata all'intero da una struttura soppalco pre-esistente al momento della stipula del contratto di affitto.

    Oggi l'inquilina lamenta il mancato utilizzo delle due vetrine laterali delle quali
    avrebbe avuto accesso alla clientela, ma secondo me questo non è possibile in quanto il pubblico avrebbe dovuto accedere entrando nel condominio delimitato da un cancello pedonale ed uno auto.

    L'inquilina non paga regolarmente il condominio e minaccia una richiesta di risarcimento danni per il mancato utilizzo delle due vetrine, e lo smantellamento della struttura pre-esistente, per poi procedere al pagamento
    del condominio.

    Gradirei avere Vs parere su chi ha ragione.

    Grazie
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Di certo la conduttrice ha affittato i locali nello stato in cui si trovano ancora oggi, ovvero soppalchi preesistenti. Anche la chiusura della zona condominiale era, a quanto è dato di capire, preesistente e quindi la conduttrice non si capisce a cosa incolpi i danni da Lei rivendicati.
    Io non so se hai facilità a riaffittare, ma una così è meglio che le ingiungi di pagare tutto e subito dopo dai lo sfratto, più mesi passano e più debito ti accumulerà.
     
  5. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non si capisce che cosa abbia indotto la conduttrice ad interrompere unilateralmente il pagamento delle spese condominiali di sua competenza.
     
  6. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Le spese di condominio spettano per il semplice fatto che l'immobile si trova in condominio, quindi è ininfluente se il conduttore sfrutta o no gli spazi comuni.
    La situazione attuale era tale e quale al momento della stipula del contratto, quindi il conduttore era pienamente edotto della situazione al momento dell'accettazione dell'immobile e nulla è mutato da quella data.
    Ciò che asserisce l'avvocato della controparte sono solo pretesti.
    Io agirei subito con uno sfratto per morosità, tenendo presente che per le locazioni commerciali i giudici non concedono "termini di grazia" per saldare i debiti e quindi, con i tempi dovuti, lo sfratto si ottiene con certezza.
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ...e prima.
     
  8. rosaemario

    rosaemario Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Vi ringrazio per aver espresso le Vostre opinioni,
    tutto ciò era quello che volevo sentire, anch'io ritengo che sono delle richieste assurde, per cui dietro a tutto questo penso che ci sia "lo zampino" dell'avvocato ( il più disonesto al mondo, dell'altra comproprietaria della bottega, perchè questa la vuol vendere, anche all'asta) e che stia pilotando ben bene l'inquilina, affinchè possa dimostrare in Giudizio visto che a breve ci sarà una causa, che questo immobile provoca dei problemi, e considerato che, la sottoscritta rifiuta la vendita, già come da Lui preventivato, farà la richiesta di un ulteriore risarcimento danni in favore della sua cliente.
    Dico e penso ciò, perchè lo scorso anno (sempre l'avv.disonesto) ha intentato una truffa nei miei confronti, invogliandomi e quasi costringendomi a vendere ad un'acquirente di parte (era un parente della sua cliente, che io ho scoperto).
    Comunque, stò scrivendo all'avvocato della conduttrice in modo deciso, dicendo che le richieste assurde fatte non hanno fondamenta, e che il condominio che piaccia o no va pagato come stabilito nel contratto di locazione.
    Adesso, devo capire invece come agire nei confronti dell'avvocato dell'altra comproprietaria, in modo da fargli calmare i suoi sporchi giochietti.
     
  9. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    rosaemario, ma che dice al riguardo il Vostro avvocato?
     
  10. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    lasciando perdere le solite considerazioni sugli avvocati... direi che l'inquilina furbetta che non paga come lei dice può essere utilmente bloccata da parte sua con l'ausilio di un avvocato che saprà come muoversi verificando la situazione reale ed eliminando i dubbi che la sua esposizione ha fatto sorgere anche agli altri iscritti....
     
  11. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo in pieno !
    Mai come in un caso come questo è indispensabile incaricare un legale di fiducia di prendere le proprie difese. Il "fai da te" lo lascerei per cose più semplici. Anche lo scrivere una semplice lettera al legale della controparte può essere un'azione che, se non condotta in modo accurato, può un domani ritorcersi contro di te.
     
  12. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Ci sono prove che il soppalco esisteva già all'inizio della locazione? Esempio: fatture per la sua costruzione, descrizione nel contratto (o nel rogito di acquisto), foto... Con qualche prova, si mette a tacere chiunque e più in fretta.
    Riesci ad avere una foto della struttura messa dall'inquilina davanti a uno degli accessi? Per provare che se l'è chiuso su lei...
     
  13. rosaemario

    rosaemario Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti voi, ho letto con molta attenzione i vostri commenti, e in risposta a Mapeit, posso dire con gli avvocati sono un pò sfigata, in due anni che va avanti questa situazione, ho trovato un avvocato che si era messo daccordo con la controparte per chiudere nel più breve tempo, e nel modo come dicevano loro (con una vendita dai contorni oscuri,da fare con un parente dell'altra comproprietaria) per cui scoperto ciò, ho deciso di mollare quello che era il mio avvocato.
    Adesso ho dato incarico ad un'altro,ma ahimè per poter parlare con lui, è una vera impresa!è sempre impegnato......E creda che in questi due anni il VERO avvocato sono stata io, che malgrado non abbia conoscenze di Giurisprudenza (ritengo che basti un pò d'intelligenza) ho tenuto testa a questo "avvocato poco onesto" nel suo modo di operare, sapesse i danni che il mio ex Legale stava per farmi...... ( qualcuno lo ha fatto).
    Per quanto riguarda l'inquilina, ho parlato con l'amministratore del condominio, e anche lui mi ha detto che sono richieste infondate e pretestuose, e del perchè l'avvocato dell'inquilina non ha scritto invece a lui,motivando del perchè non vuole pagare il condominio,( invece di minacciare le Locatarie) perchè in ogni modo di utilizzo o no delle vetrine il condominio va pagato, e che la stessa sin dall'inizio che ha affittato la bottega, in cinque anni non ha mai lamentato nulla.
    Quindi, i miei DUBBI ricadono ancora: che dietro a tutto questo ci sia il MACCHIAVELLICO, avvocato!
    Per quanto riguarda il soppalco, questeo era già preessistente e l'inquilina non ha mai espresso nulla in riguardo,mica è stato fatto con l'inquilina dentro? ( ho una testimone che anni prima, ha lavorato nella bottega) per le foto del mobile che ostruisce la vetrina, stò provvedendo invece a farle.
    Avvocato mio o no, stò valutando che forse per "fermare" le astuzzie sporche, del famoso avvocato debba rivolgermi direttamente alla Procura Della Repubblica diffidandolo, perchè quando si vogliono ottenere le "cose" in questo modo,rovinando la gente, per trarre vantaggi verso chi lo paga affinchè gli ottenga il proprio obbiettivo, giusto o no è vergognoso, ADDIO...... Codice Deontologico..........
     
  14. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Purtroppo l'amministratore non ha ragione. Ogni contestazione del conduttore, anche se espressa tramite un legale, va rivolta esclusivamente al locatore (non locatario) con il quale l'inquilino intrattiene il rapporto giuridico, mentre non ha alcun rapporto giuridico con il condominio o il suo amministratore.
    Per quanto riguarda le "astuzie" dell'avvocato della controparte direi che sono "tecniche" legali all'ordine del giorno e rivolgersi all'Ordine per una cosa del genere, mi creda, non otterrebbe alcun risultato.
    L'unica cosa da fare è contestare punto per punto, con prove e testimoni, quanto asserito dall'avvocato della controparte, sia in sede preventiva (ovvero con scritto da parte del suo avvocato all'altro), sia eventualmente in tribunale.
    Se il legale che ha scelto non la soddisfa ne cerchi un altro, magari facendosi consigliare da un'associazione di proprietari immobiliari.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina