1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. r03z352

    r03z352 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Nel 2015 ho acquistato casa, già locata (contratto 1+1 2014-2016) a quella che ad oggi è rimasta la mia attuale inquilina. Stando al (precedente) contratto doveva avere tutte le utenze intestate. Luce & Gas, secondo questo articolo del contratto
    art. 6 . ONERI ED ACCESSORI: sono interamente a carico della conduttrice le utenze di ... gas...che per legge ne risponderà .

    [​IMG]

    Alla scadenza naturale del suo contratto (2016) con il precedente locatore , essendo io proprietario ho proseguito con medesimo contratto transitorio 1+1, scaduto nel 2018, e che poi è proseguito con il contratto a canone concordato 3+2 (02-2018).

    I primi di settembre (o giu di li), vengo informato dall'attuale inquilina, che non ha più gas in casa in quanto l'ENI ha provveduto al distacco del contatore. E scopro quanto segue :

    - Il contatore (e l'utenza) erano intestati ad una terza persona probabilmente l'inquilina precedente a lei...
    - La mia inquilina dichiara che al momento della stipula del contratto con il precedente proprietario le venne detto che "qui il gas non si paga...è compreso nell'affitto". Ma leggendo il contratto precedente non viene fatta alcuna menzione ma anzi si legge art. 6 . ONERI ED ACCESSORI: le utenze di ... gas... sono interamente a carico della conduttrice che per legge ne risponderà . E questo già dal contratto 2014-2016 .. quando non ero ancora proprietario dell'immobile.

    - L'inquilina ha usufruito di gas per tutta la durata quindi 02-2014 / 09-2018 ... senza che nulla fosse pagato all'ENI, e nemmeno che nulla fosse preteso dall'ENI stessa (almeno non che io sappia, nessuna raccomandata etc..).

    La mia inquilina ha indisturbatamente e senza avvisarmi, usufruito del gas a carico della precedente inquilina, fino ad arrivare al distacco del contatore. Ad oggi la mia inquilina si trova senza gas, e chiede (diciamo PRETENDE) che il sottoscritto debba provvedere all'allaccio di una nuova utenza, a spese proprie.

    Io contrariato, mi informo e scopro che oltre al costo del nuovo contratto, del contatore, e dell'allaccio, si dovrà aggiungere anche il costo della verifica della messa a norma dell'impianto di casa (aspirazione fumi caldaia, cappa aspirante x gas cucina), e se necessario anche al costo dell'adeguamento, in quanto trattandosi di una nuova installazione, tutto va di nuovo "collaudato & verificato" con un costo "non indifferente" .

    IL PUNTO ===>> Tutto ciò si sarebbe potuto tranquillamente evitare se ,nel momento in cui venne stipulato il contratto nel 2014, la mia inquilina avesse fatto richiesta di allaccio del gas, al momento dell'ingresso in casa, sempre nel 2014.

    Il subentro non richiedeva verifica di impianto , perché già esisteva un impianto, ne richiedeva un nuovo allaccio, spese, idraulico certificazione ... etc...

    Riguardo al debito so di non avere nessuna responsabilità e non correre nessun rischio, ho già parlato con l'ENI a riguardo, ma ...

    Che "obblighi" ho ... nei confronti della mia inquilina? A mia insaputa è stata ignorata una morosità, è stata lasciata staccare un utenza. Chi paga l'allaccio che già c'era? Non avrei mai dovuto fare l'allaccio se ... fosse stata fatta la richiesta di subentro... a che titolo può pretendere che io mi accolli tutte le spese?

    Io sono del parere che l'allaccio va richiesto a spese sue, e senza nulla pretendere da me... che al contrario ho subito un danno. Consideriamo che è inquilina dal 2014 almeno.. e mia inquilina dal 2015... e che la situazione presente viene messa in evidenza nel 2018... cosa può pretendere ? e che rischi corro io?

    Grazie della sua risposta.

    Cordiali Saluti.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    È una situazione complicata e spinosa... difficile prevedere cosa deciderebbe un Giudice.

    Ritengo che dei "danni" che asserisci dover patire non esista "rivalsa" verso il conduttore.

    La signora, "fintamente" sprovveduta, non può pretendere che tu le fornisca un contratto di fornitura perché il contratto di locazione parla chiaro.
    Ma le eventuali spese per "messa a norma" sono di tua competenza e prima o poi sarebbero comunque arrivate.
    Non dimenticare che come locatore hai obbligo di fornire locali con impianti a norma... ed ed esistono responsabilità anche penali a tuo carico qualora capitasse un incidente.
     
    A kurchatovigor piace questo elemento.
  3. r03z352

    r03z352 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    diciamo che la caldaia è ok, la controllo io ogni anno (mando io il tecnico ufficiale della caldaia, a fare il controllo fumi , aspirazione etc...) perché la signorina manco quello faceva finché non sono subentrato io....
    Invece l'impianto a gas, c'è una cucina e c'è una cappa aspirante. non è la messa a norma che mi preoccupa, è la spesa della CERTIFICAZIONE della messa a norma. ovvero, una cosa già fatta in passato... dal precedente proprietario probabilmente, e cmq, non è una spesa che era necessario effettuare se avesse fatto la voltura...
    Se qualcosa non è a norma, lo rimetterò : ma certificazione impianto, dovuto per aver fatto decadere la precedente installazione, chi la paga ?

    last but not least:
    che obbligo ho io di farle l'allaccio del gas ? perché dovrei pagare io un allaccio che GIA C'ERA?

    infine... perché dovrei farlo io e a nome mio ? e se poi non fa la voltura ? mica posso obbligare l'eni ad intestare il contatore se non lo fa lei....
     
  4. r03z352

    r03z352 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Tu @Dimaraz , posso sapere se sei avvocato o giu di li, x capire anche il livello di conoscenza delle problematiche e di attendibilità della tua risposta :)
    solo x quello...
    grazie 1.000
     
  5. Aidualc

    Aidualc Membro Junior

    Professionista
    Buongiorno r03z352
    Un chiarimento: ha subìto una cessione del contatore AMMINISTRATIVA o un vero e proprio distacco del contatore (taglio dei tubi)?
    Prima che si arrivi a questa seconda ipotesi, il cliente viene obbligatoriamente avvisato per raccomandata. Ma da quanto riporta probabilmente nemmeno è a conoscenza dell'identità della precedente intestataria.
    Al momento del rogito è auspicabile un controllo di tutta la situazione dell'immobile, contatori compresi.
    Sulla responsabilità attuale, concordo con Dimaraz, il locatore è tenuto a fornire un immobile fornito di utenze (attive o meno), però effettivamente il danno è stato causato dall'inquilina...
    Purtroppo quando c'è il taglio della colonna, o serve la posa di un nuovo contatore (il suo è stato asportato? o piombato?) vengono richieste le dichiarazioni di conformità/rispondenza degli impianti.

    Riguardo l'allaccio: le spese amministrative del nuovo contratto sono a carico del conduttore, e si può fare richiesta direttamente a nome della sua inquilina, quelle per la posa di norma spettano al locatore.

    E' anche vero che senza gas la casa non è fruibile, quindi sarà interesse dell'inquilina muoversi per averlo. A livello pratico, si è risparmiata 4 anni di bollette di gas (il debito resta a nome di chi precedentemente aveva il contratto per la fornitura), ora potrà anche pagare un nuovo allaccio e quanto ne consegue!
     
  6. r03z352

    r03z352 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno Grazie della risposta.

    Allego foto del contatore privo di matricola

    upload_2018-11-7_14-44-2.png

    credo si tratti di "distacco del contatore (taglio dei tubi)" ... come può vedere.

    riguardo al punto

    il locatore è tenuto a fornire un immobile fornito di utenze (attive o meno):

    l'immobile fornito nel 2014 dal precedente proprietario, era fornito di tutte le utenze allacciate, funzionati, a norma, e servite...

    aspettare oltre 4 anni e farsi staccare il gas, e pretendere che il sottoscritto debba pagare (come ha detto lei non avendo pagato il gas x 4 anni) , non è solo un esagerazione, ma va oltre :

    il distacco che la mancata voltura dell'inquilina ha comportato, è per me un danno economico: io (o meglio il precedente locatore di cui ho il contratto) l'immobile gliel'ho fornito con tanto di allaccio, regolare, di luce acqua E GAS.

    perché un SECONDO ALLACCIO deve gravare su di ME che non solo ho locato l'appartamento allacciato, ma non ho colpa del distacco? E se nel mentre gli impianti sono stati guastati ? e se ci sono danni che bisogna sistemare per riportare a norma l'impianto a gas? perché dovrei pagare io ?

    L'inquilina ha avuto tutto il tempo (5 anni...) per fare una voltura, che non ha fatto adducendo la scusa che "a lei dissero che in questo palazzo il gas non si pagava..."

    Vorrei sapere se qualche avvocato in forum sa darmi un parere a riguardo. Debbo conferire con l'inquilina.. a riguardo, stasera.

    Grazie mille a tutti del vostro sostegno
     
  7. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ???
    Se una abitazione era a norma e dotata di certificazione non mi risulta serva un "rinnovo" della stessa.
    Ovviamente non vale la "parola" devi essere in grado di esibire tale "vecchia" certificazione.

    Nessun obbligo di fornirle allaccio (contratto)...e mi pare di averlo scritto chiaramente.

    Perchè così prevede la Legge... salvo tu abbia inserito apposita clausola in deroga nel contratto di locazione.

    Devi distinguere i tuoi obblighi:
    -fornire un contratto di erogazione/somministrazione = NO...ne sei escluso da clausola del contratto di locazione
    -fornire copia delle Certificazioni di Regolarità d'Impianto = SI (perchè così prevede la norma)

    -pagare qualsivoglia spesa per adeguamento a normativa = SI perchè così prevede la norma.

    Se non mi sono presentato con eventuali titoli avrò i miei motivi.

    Tu fai finta che io sia un perfetto ignorante, una "entità qualunque" :innocente::fico:... che ti da una risposta che tu poi dovrai verificare con un professionista in loco.

    Ps.
    Finora, e dopo anni di interventi (non solo qui) mai nessuno è tornato a lamentarsi di una risposta errata.
     
    Ultima modifica: 7 Novembre 2018
  8. r03z352

    r03z352 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Si grazie mille, per la risposta. L'appartamento è stato dotato di impianto almeno 10 anni fa, perché io abito in quel palazzo come inquilino a mia volta dal 2005... ed i precedenti proprietari si riscaldavano a gas, il contatore c'era (perché era a fianco al mio) ... ed inoltre il proprietario alla vendita non mi ha fornito alcuna copia. Non sono manco sicuro ne sia in possesso, e anche se lo fosse temo che una certificazione di 10 anni fa sia ampiamente scaduta.. ecco a cosa mi riferivo...

    Ad oggi io dovrei affrontare il costo di una NUOVA certificazione che se c'era è scaduta e se non c'era è semplicemente perché .. anzi, no.. NON C'E : quando io ho fatto l'allaccio nell'appartamento (il mio, sito sopra quello dell'inquilina mia), nel 2007, non mi è stata chiesta NESSUNA certificazione. Quindi all'epoca, non era richiesta.

    :triste:

    Grazie mille x la sua risposta.
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    A onor del vero l'attuale inquilina è citabile in Giudizio dalla titolare del contratto di fornitura per indebito arrichimento.

    Non si conoscono gli importi...ma facile presumere che o si è resa irreperibile, o il fornitore abbia rinunciato (o ceduto la pratica ad Agenzia terza).
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Hai fatto male.
    Tu "presumi" che avesse avuto tale Certificazione (un tempo non era nemmeno prevista...a memoria è stato "istituito" nel 1990 e poi sono intervenute modifiche) ma non ne sei certo come non sei nemmeno certo che sia effettivamente in regola.

    Tu comunque devi essere in grado di esibire tali documentazioni (e fornirne copia agli inquilini)...che ottenute non necessitano di rinnovi (salvo interventi agli impianti) o nuove norme imperative (non mi risultano ma dipende dall'età del tuo impianto).

    Quindi , come detto fin da subito, di rifa o di raffa, tu devi disporre di Certificazione vecchia o nuova che sia...e la spesa è a tuo carico.
     
  11. Aidualc

    Aidualc Membro Junior

    Professionista
    Certo, è citabile. Intendevo suggerire un possibile accordo senza dover andare per avvocati.
     
  12. r03z352

    r03z352 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Come ti piacere dare queste forti e pesanti sentenze ... :)
    La legge non ammette ignoranza, è vero, ma dovrebbe anche imporre a questo punto, certi obblighi, come quello dell'esibizione delle certificazioni di impianto, al momento dell'acquisto. E tale obbligo non c'è, ho letto tutto il rogito e da nessuna parte dichiaro di aver avuto tali certificazioni ne che sono obbligatorie. Tra parentesi. E mi aspetterei che un notaio come si deve, non solo per prendere i soldi, faccia il suo lavoro e la sua parte di dovere di informare il cittadino, visto che viene pagato per 20 minuti circa 3.000 euro... e facendo fare il tutto ai suoi collaboratori...

    detto ciò @Dimaraz se la certificazione era "obbligatoria" , avrei dovuto averla anche io (per l'appartamento mio), cosa che non è MAI stata richiesta. MAI.

    Comunque verificherò tra gli incartamenti del vecchio proprietario. Ma mi risulta dalle carte che lui e la sua famiglia sono proprietario dal 1980... e da allora avevano allaccio e hanno sempre affittato.

    Si me l'hanno detto 2 avvocati, che rischia...
     
  13. Franci63

    Franci63 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'obbligo sussiste per chi affitta, non per chi vende ; pur comprendendo i disagi che ti ha causato questa situazione, tu hai deciso di acquistare un appartamento locato, e avresti dovuto verificare che l'appartamento fosse nelle condizioni di essere affittato regolarmente, anche dal punto di vista delle certificazioni necessarie.
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Hai detto bene "la Legge non ammette igniranza" (non hai idea di quante volte me l'abbiano ripetuto) ...ma non fraintendere il linguaggio "nudo e crudo"... non mi piace dare "brutte notizie" ma preferisco la rudezza si da far scattare l'attenzione piuttosto che "indorare" le risposte per sembrare simpatico.

    Per quanto riguarda il Notaio stendiamo un velo su certi professionisti... ma non addebitiamo competenze che non gli spettano.
    Deve curare la regolarità della proprietà ma non degli impianti.
    Se poi l'edificio è anni '80 ti ho già spiegato che non erano previste "Certificazioni" degli impianti (acqua, elettricità, gas)... bastava l'agibilità.
    Ecco che molto probabilmente nemmeno i precedenti proprietari dispongono di tali documenti.
     
  15. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Perché, sia pur nei rari casi, interviene sempre qualcuno a correggere... @Nemesis docet...;)
     
    A r03z352 piace questo elemento.
  16. asana

    asana Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Banalmente cerco di capire. In genere il controllo annuale della caldaia spetta all'inquilino, meglio specificarlo nel contratto. La caldaia quanti anni ha? Non ti converrebbe approfittare delle agevolazioni, farla cambiare e farti fare tutta la certificazione necessaria, utile anche in futuro e per la tua tranquillità? La sicurezza della cucina la fai verificare e, se necessario, fai le aperture di sfiato previste per legge. La riapertura del gas se la paga la signora in quanto titolare del nuovo contratto che farà a suo nome per fruire dello stesso. Sono situazioni che è meglio sanare perché i costi da sostenere in caso di infortuni, se non rispettate le norme di sicurezza, sarebbero a carico del proprietario.
     
  17. moralista

    moralista Membro Senior

    Professionista
    :);) questa è la vita nel forum
     
  18. r03z352

    r03z352 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    @asana grazie della sua risposta.

    Intanto :
    RIASSUNTO DELL'INCONTRO DI IERI CON L'INQUIINA. Ho avuto accesso all'appartamento. e più sotto riporterò quanto ho verificato in cucina... x la caldaia, riporto sotto le condizioni.. per il resto, l'inquilina ha deciso che farà lei le richieste x il gas. ma ha anche detto che si rivolgerà a chi di dovere per essere informata sui suoi diritti e per tutelarsi (diritto ... su un distacco x usufrutto gas non pagato...??). Mi ha detto "a me hanno detto così, qui il gas non si paga... ". Io ho risposto "La legge preveda che tu faccia un contratto e paghi ciò che consumi. Ma perché ? Se ti dicevano che potevi vendere l'eroina sotto casa tutte le sere che facevi ? aprivi il bancone su strada?" ...

    Io ho continuato : "comunque brava, fai benissimo a tutelarti, vai informati ed è giusto che tu lo faccia. e parla con chi conosce la legge e ti dirà quali sono i tuoi ed i miei diritti... cosi vedrai che ciò che io ti sto dicendo è il giusto".

    Veniamo alle domande :
    Il controllo annuale lo "monitoro" io, ma lo fa/paga lei : io contatto la ditta, chiamo la ditta, prendo appuntamento (previo accordo dell'inquilina), perché io e lei abbiamo identica caldaia e paghiamo una sola chiamata se fatta insieme. Perché cambiare la caldaia se va bene? Ogni anno vengono controllati sfiato, fumi, etc, la caldaia è su un balconcino esposto all'esterno... quindi aerazione ok. funzionamento ok.

    Ieri, ho visitato l'appartamento, ed ho scoperto che le aperture di sfiato sono state chiuse dall'inquilina con uno straccio quella dentro e quella fuori, perché dice che gli entravano i topi da fuori... e questa cosa dovrò sistemarla. Intimandola a ripristinare lo sfiato di legge.

    La cappa aspirante in cucina... non c'è più... dice che non c'è mai stata... non mi risulta ma non ho ahimè foto a riguardo. Questo è quanto.

    Perdonatemi, ma perché se io proprietario consegno un appartamento a norma e vengono fatte modifiche, io ne rispondo ? ieri mi sono accorto che sta matta a chiuso gli sfiati in cucina (forse per la corrente... forse x i topi, ma noi facciamo la disinfestazione... invece di mettere una grata...). Ora la cappa aspirante ?? Vecchia per vecchia funzionava, e cmq, la cappa in cucina c'era... Mica posso fare il vigilante.

    @Dimaraz ... che mi dice su quest'altro punto?

    grazie
     
  19. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Mi ero ripromesso di non replicare ai babbei ... ma certe affermazioni non le tollero specie se fatte da chi nella scala di valutazione sta sotto una capra.

    Punto 1 il sottoscritto è stato corretto 1 sola volta per errata interpretazione/affermazione del tema in argomento e comunque nessuno avrebbe avuto danno.
    Nella partita che non esiste a mia volta ho corretto 1 errore del mio "collega".
    Mi è altresi capitato di autocorregermi ma credo che questo possa dimostrare solo la mia buona fede e creanza.
    Viceversa non si contano le volte in cui ho dimostrato la tua impreparazione senza contare l'inconsistenza.

    A differenza tua quando si dimostra un mio errore chiedo sempre scusa.

    Qui mi fermo e finisci in "ignora" perché per ragionar con gli idioti si deve scendere al loro livello e si perde tempo.
     
  20. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Dico: Raccomandata RR alla francese dove riporti quanto hai scoperto durante la "visita" ed intimi:
    - il rispristino delle prese d'aria e di qualsiasi altro dispositivo previsto da normativa
    - il ripristino della cappa aspirante (non depurante) onde evitare il ristagno dei vapori di cottura che danneggiano muri, arredi e suppellettili favorendo l'insorgenza di muffe
    - ribadisci che tutte le responsabilità civili e penali le saranno addebitate
    - provvederai a fare espressa denuncia presso organi di controllo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina