1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. elisa86

    elisa86 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve, non so nemmeno se questa è la collocazione giusta per il mio quesito.
    Tre anni fa ho avuto, per un anno, un inquilino, che poi se n'è andato sua sponte, con regolare contratto a lui solo intestato e altrettanto regolare comunicazione di cessione fabbricato, e con residenza altrove.
    Questo signore ospitava, non so se stabilmente o a periodi una signora, straniera credo est Europa.
    Io ho poi affittato l'appartamento ad altre persone. In questo periodo successivo si è verificato che, ogni tanto arriva una lettera del canone TV o dell'Ama a nome, presumibilmente di questa signora. Io le ho sempre lasciate sopra le cassette delle lettere come posta a sconosciuto. L'altro giorno si è presentato alla mia attuale inquilina un tizio che ha detto di essere dell'Istat, che cercava questa signora sostenendo che, per loro, è residente lì e che la cercano da tempo. Io le ho fatto dire che non la conosco, come in effetti è e che non ne so niente.
    Non mi è mai successo niente del genere, e sono preoccupata.
    Vorrei sapere se può una persona, non essendo nemmeno intestataria di contratto di locazione, può prendere arbitrariamente la residenza in un posto e poi tenersela.
    E che cosa posso fare io per non avere problemi?
    Spero che mi possiate chiarire il problema. Grazie
     
    A possessore piace questo elemento.
  2. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Una persona NON intestataria di un contratto di locazione, NON può arbitrariamente prendere la residenza in un appartamento altrui.
    Tra l'altro, se nel contratto di locazione è specificato a chiare lettere che per prendere la residenza bisogna avere l'ASSENSO SCRITTO del LOCATORE, anche in questo caso non si può prendere la residenza senza un foglio scritto dal LOCATORE che autorizza.
    Per questo abuso devi necessariamente tutelarti con un legale. Il fatto che arrivasse la richiesta del pagamento del Canone TV e dell'AMA, è un chiaro segnale che questa persona ha preso la residenza.
    Infatti, la RAI pesca dall'elenco dei residenti e, se uno non risulta titolare di abbonamento RAI, lo invita (presumendo ILLECITAMENTE che tutti abbiamo un televisore!) a pagare il canone.
    Per quanto riguarda AMAROMA, l'essere in due oppure in uno in un appartamento è una differenza non da poco, infatti se una persona è sola ha diritto a uno sconto in qualità di UNICO OCCUPANTE, sconto che viene a decadere se si è almeno in due.
    Ripeto, devi tutelarti con un legale che faccia le necessarie indagini in Comune, capisca quando è stata presa la residenza, e intraprenda azioni per togliere la residenza di questa persona, denunciandola se necessario (e probabilmente è necessario).
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La residenza è semplicemente il luogo della dimora abituale. Un dato di fatto, indipendente dal titolo con il quale si occupi una determinata abitazione.
    Una recente norma (art. 5 del D.L. n. 47/2014) prevede che:
    "Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge".
    Questa norma è stata scritta da qualcuno che non sa nemmeno il significato dei termini e che non conosce la legge anagrafica. Si spera che sarà modificata in sede di conversione in legge.
    In ogni caso, in vigenza di questa norma, una persona non può chiedere la "residenza" - che dovrebbe invece intendersi come "iscrizione anagrafica" e che deve obbligatoriamente coincidere con la residenza - se l'occupazione è "abusiva".
    Il semplice fatto di non essere intestatari di un contratto di locazione non qualifica certamente l'occupazione come "abusiva". Altrimenti tutti i familiari conviventi dell'intestatario (unico) del contratto di locazione sarebbero abusivi.
     
    A arciera e possessore piace questo messaggio.
  4. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nemesis, questa signora dell'Est ha preso la residenza con un atto pubblico: e' andata in Comune a fare il cambio di residenza. Ecco perché arrivano i solleciti RAI e AMAROMA. Il problema è il seguente: poteva questa signora dell'Est, non titolare di alcun contratto di locazione, andare in Comune a dichiarare di essere residente a Roma, in Via Roma N° 1?
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sì, se la sua residenza era quella. E la dichiarazione anagrafica per ottenere l'iscrizione non è un "atto pubblico".
     
    A possessore piace questo elemento.
  6. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusami se insisto, ma in attesa della conversione in legge, non vale il D.L. sopra indicato? Se vale, è illecito che la Signora dell'Est abbia preso la residenza, dato che occupava l'immobile senza titolo, appoggiandosi al reale locatario.
     
  7. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Mi sono trovata qualche anno fa, come proprietaria, con un problema analogo a quello di Elisa: ecco come l'ho risolto.
    Da un controllo all'anagrafe risultava che un inquilino da me sfrattato per morosità circa sei mesi prima aveva ancora la residenza nell'appartamento, insieme ad una signora a me completamente sconosciuta. Entrambi con cittadinanza italiana.
    L'impiegata dello sportello mi ha mandata in un ufficio apposito dell'anagrafe denominato "irreperibili" per cancellare la residenza di queste due persone dal mio appartamento e renderle, appunto, irreperibili. Ho dovuto compilare un modulo motivando la mia richiesta di cancellazione (conduttore sfrattato per morosità indicando la data dell'esecuzione dello sfratto, e persona sconosciuta ed estranea al contratto di locazione), l'ho firmato assumendomi la responsabilità della mia dichiarazione e mi hanno dato una ricevuta dicendomi che finché i due individui non provvedevano a fissare la residenza altrove rimanevano in una situazione che impediva loro di richiedere in qualsiasi anagrafe qualsiasi certificato per i vari usi consentiti dalla legge. E comunque se avessero tentato di stabilire una seconda volta la residenza nel mio appartamento la loro richiesta sarebbe stata respinta.
    Tutto ciò all'anagrafe centrale di Torino, non so come funzioni in altri comuni.
     
    A elisa86 e possessore piace questo messaggio.
  8. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie mille per la tua preziosa testimonianza con dettagliata descrizione su come muoversi, uva!
     
  9. elisa86

    elisa86 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti, mi siete stati utilissimi. Mi muoverò quanto prima per sistemare le cose
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Vale, ma ovviamente dal giorno della sua entrata in vigore (29/3/2014), e non prima.
    Ma anche se la sua dichiarazione di residenza fosse stata resa dal 29/03/2014 in poi, perché la sua occupazione sarebbe stata senza titolo? Era un'ospite chiaramente autorizzata dal locatario a coabitare con lui.
     
    A possessore piace questo elemento.
  11. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Prenda tutte le lettere indirizzate alla signora, ci scriva sopra 'inesistente' e le consegni all'ufficio postale.
     
  12. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Io penso che un ospite del conduttore non può essere autorizzato dal conduttore stesso a prendere la residenza nell'appartamento abitandoci stabilmente senza informare il proprietario.
    Infatti nei contratti scrivo la seguente clausola: "L'immobile deve essere destinato esclusivamente a civile abitazione del conduttore e delle seguenti persone attualmente con lui conviventi: (dati anagrafici dei familiari o altri che alla firma del contratto si dichiarino conviventi del conduttore). E' vietato il subaffitto e/o il comodato in tutto e/o in parte dell'immobile locato".
    Ciò per dissuadere certi inquilini, specialmente stranieri, che abbiano intenzione di coabitare e fornire la residenza a degli estranei.
    Ovviamente sono ammessi i ricongiungimenti familiari previsti dalla legge e le convivenze stabili che iniziano durante il periodo di locazione, che il conduttore onesto comunica al proprietario.
    Tutto questo anche per correttezza nei confronti degli altri condòmini: ad esempio nel mio caso l'amministratore addebita la spesa per consumo di acqua potabile in base al numero di persone che occupano stabilmente ogni appartamento, informazione che chiede a noi proprietari.
     
    A possessore piace questo elemento.
  13. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    In questo caso conviene leggere il contatore dell'acqua, implica un'equa ripartizione del costo dell'acqua stessa.
     
  14. asana

    asana Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    potresti informarti su come procedere dai vigili urbani o dai carabinieri.
     
  15. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Purtroppo in molti stabili c'è un solo contatore dell'acqua per tutto il palazzo installato dalla Società di erogazione.
    Eventuali contatori individuali installati su iniziativa dei singoli proprietari non sono ritenuti affidabili perché è già successo che non fossero precisi, o disattivati volontariamente dagli inquilini...
    Quindi periodicamente si fa il censimento degli occupanti di ogni appartamento e bisogna pagare in base al numero di persone, facendosi poi rimborsare l'importo dall'inquilino.
     
    A possessore piace questo elemento.
  16. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    C'è da dire che questo criterio è fortemente iniquo, in quanto nel caso di una persona single, residente, che lavora dalla mattina alla sera e il sabato e la domenica non c'è mai, non puoi fare il conto per una persona che ci sta 7 giorni su 7, 24 ore su 24.

    Sono a favore dei contatori individuali con una società pagata dal Condominio che controlla l'integrità dei misuratori e verifica periodicamente le letture.
     
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  17. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    A Roma (ACEA) tutti devono pagare i primi 92 mc consumati nell'anno (fascia sociale), quindi le eventuali imprecisioni operano solo sui restanti metri cubi. Chi manomette i contatori dell'acqua poi, è proprio un povero cristo, considerato che l'acqua in un anno viene a costare solo 100 - 200 euro.
     
  18. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Beato te... L'ultima bolletta che mi è arrivata (di 6 mesi) era di 280 euro....
     
  19. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    In questi 6 mesi quanti mc sono stati consumati?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina