1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Pinabirillina

    Pinabirillina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,

    sono propietaria di un immobile che i ha lasciato mio padre. Due anni fa ho affittato ad una ragazza che diceva di andarci a vivere da sola poi ho scoperto che nella casa c'erano i genitori con un fratellino piccolo ed ora la ragazza che ha firmato il contratto non vive neppure nel mio appartamento ma con il fidanzato. Non hanno mai pagato regolarmente tranne i primi due mesi. Ora dopo due anni la madre dice di avere finestre e vetri rotti e caloriferi che perdono e vorrebbe farli mettere in ordine dal fratello che ha un'impresa di ristrutturazione scalandosi mesi di affitto. A parte che questa soluzione non mi iace per nulla ...non credo che tocca a me aggiustare cose che hanno rotto loro. Preciso che la casa era appena stata ristrutturata e messa in ordine...ed ho anche le foto!!! E' vero che le finestre hanno un po di anni ma erano state rinnovate tutte....
    Come mi devo comportare secondo voi ???
    Grazie anticipatamente
     
  2. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Mandi una raccomandata dove spieghi agli inquilini quello che hai detto a noi: che la casa è stata data loro in perfetto stato e che sono tenuti al ripristino di quanto rotto a spese loro.
     
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Art. 1588.
    Perdita e deterioramento della cosa locata.


    Il conduttore risponde della perdita e del deterioramento della cosa che avvengono nel corso della locazione, anche se derivanti da incendio, qualora non provi che siano accaduti per causa a lui non imputabile.

    È pure responsabile della perdita e del deterioramento cagionati da persone che egli ha ammesse, anche temporaneamente, all'uso o al godimento della cosa.
     
  4. Pinabirillina

    Pinabirillina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie mille Jerry48 mi sei stato veramente d'aiuto!!! Che dici invece del fatto che il contratto è a nome della figlia , che ora non abita più in quell'appartamento,ed invece ci sono i genitori con un fratellino piccolo??
    Grazie
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    come mai li hai tollerati fino ad ora, devi rifare o variare il contratto, a nome degli attuali locatari, eviterai problemi in seguito per il preseguimento della locazione.
     
  6. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    confermo anch'io che i tipi di lavori di cui necessita il tuo appartamento sono a carico dei conduttori, inquilini. Qualsiasi danno causato da conduzione è a carico del conduttore. A te spettano le spese straordinarie. (le cose che sfuggono al controllo degli affittuari)
    Scrivi una a.r. alla tua inquilina e falle sapere che tu sei venuto a conoscenza che lei non abita più nella tua casa e che ci sono i suoi genitori. Così metti le mani avanti dicendo che lo hai scoperto solo oggi. E' assai pericoloso oggi mettersi dentro casa gente senza contratto.
     
  7. Pinabirillina

    Pinabirillina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ciao a tutti,
    e grazie per le risposte ma sul contratto c'è scritto che l'abitazione è data in locazione alla figlia ed al suo nucleo familiare...e credo che la figlia la residenza l'abbia mantenuta in casa mia....
     
  8. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Allora stai a posto. Fai uno stato di famiglia su carta semplice. Si può richiedere. È sei cautelato. Altrimenti fa presente subito la situazione.
     
  9. Pinabirillina

    Pinabirillina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie mille Arciera....in comune me lo faranno non è violare la privacy???
     
  10. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Lo stato di famiglia può essere richiesto da chiunque è interessato purchè si conoscano i dati precisi dell'intestatario. (codice fiscale ecc.)
     
  11. Pinabirillina

    Pinabirillina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Si ho tutto è sul contratto regolarmente registrato.grazie ancora a tutti
     
  12. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Cosa che dovrebbe avere dato che la ragazza ha stipulato un contratto. Pardon! L'iPhone non mi ha dato l'ultimo intervento.
     
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    non tutti i comune rilasciano uno stato di famiglia di altre persone
     
  14. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sono documenti pubblici. Effettivamente si entra in una bella contraddizione insanabile. Come si fa? La conoscenza effettiva di uno stato di cose viene tolta al controllo sociale, alla conoscenza e viene interamente demandato ad un potere neanche politico, ma burocratico che rischia di assurgere a Grande Fratello. Sono questioni che la Privacy sta facendo nascere
     
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    CHI PUÒ RICHIEDERE CERTIFICAZIONI ANAGRAFICHE

    L'interessato può sempre richiedere certificazioni riguardanti sé stesso e la propria famiglia, presentandosi all'Ufficio Anagrafe ed esibendo un documento di identità.

    Chiunque altro ne abbia interesse (persone fisiche o giuridiche) può parimenti chiedere la certificazione anagrafica necessaria per il perseguimento dei propri interessi e relativa a terze persone, purché provveda alla compilazione dell'apposita richiesta indicante le motivazioni ed allegando copia di un valido documento di identità.
     
  16. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Okay, e' pure giusto così, altrimenti la società e' retta solo dai vertici. Si potrebbe aprire con questi accessi ancora possibili dei contenziosi da far scintille. Credo che si arriverà a ritoccare la legge sulla privacy. Troppo fondamentalismo aleggia sulle nostre terre.
     
    A bolognaprogramme e Elisabetta48 piace questo messaggio.
  17. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Jerry non credo sia così, un mio cliente mi ha incaricato di scovare l'inquilino moroso che ne nera ANDATO quato QUATO senza pagare la pigione ne le spese condominiali, sono andato presso l'ufficio anagrafe per informazioni, nisba per la privacy, ho dovuto usare altre informazioni professionali per scovarlo
     
  18. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    adinecasa, è come avevo scritto io sopra: bisogna fare la richiesta scritta e motivata.
    Ho chiesto: se il motivo della richiesta fosse la morosità di un mio inquilino, potrebbe essere valida? Come no, è un suo diritto, deve solo applicare una marca da bollo di 16 €. Se vuoi, ti posso inviare il numero di telefono del Comune, ho telefonato per curiosità e per informazione precisa due minuti fa.
    E se lo può fare un Comune, vuol dire che è permesso dalla legge, per cui gli altri comuni non capisco perchè si debbano rifiutare.
     
  19. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Jerry sai che io non mollo, se hai un art. di legge, lo devi postare, che faccio un casino in comune che trema tutta la padania, ciao p.s. il problema lo risolto in altro modo, ma solo per la mia esperienza
     
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  20. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Ti va bene????
    Il D.P.R. 30 maggio 1989 n. 223, che ha approvato il nuovo regolamento anagrafico, dispone, all'articolo 33, che i certificati di anagrafe vengono rilasciati a chiunque ne faccia richiesta nel presupposto che detti atti sono pubblici ai sensi dell'articolo uno della Legge 24 dicembre 54, n. 1228. A tale norma è stata data una interpretazione molto larga, talché, in pratica chiunque si presenti ad un ufficio dell'anagrafe può richiedere ed ottenere una certificazione di residenza concernente qualsiasi concittadino, restando nel più assoluto anonimato.

    Al riguardo si premette che l'articolo 29, 2° comma, del precedente regolamento anagrafico di cui al D.P.R. 31 gennaio 1958 n. 136, prevedeva l'esibizione da parte del richiedente di un documento di identità i cui estremi venivano trascritti negli atti di ufficio qualora la richiesta venisse effettuata da persona diversa dal capo famiglia o estranea alla famiglia anagrafica.

    Tale modalità, che avrebbe dovuto fungere da deterrente è poi caduta in disuso e non è stata recepita dal nuovo regolamento.

    Tuttavia, se è vero che l'articolo 33 del N.R.A. dispone che i certificati anagrafici vengono rilasciati a chiunque ne faccia richiesta, è altresì vero che tale espressione non può essere intesa nel senso 'a chiunque ne faccia richiesta rimanendo nell'anonimato' sia perché il regolamento medesimo non esclude espressamente la possibilità di identificare il richiedente, ma altresì perché così ragionando mentre la 'privacy' del soggetto contemplato nel certificato non verrebbe tutelata, assurdamente sarebbe coperta quella del richiedente.

    Bisogna inoltre considerare che alla base di ogni richiesta rivolta ad una pubblica amministrazione vi deve essere un interesse degno di tutela giuridica e tale concetto è stato codificato dalla recente legge 7 agosto 1990, n. 241 sul procedimento amministrativo ed in particolare, dagli articoli 22 e 25 che trattano dell'accesso ai documenti amministrativi. Tali norme sembrano incidere profondamente sull'articolo 33 del D.P.R. 30 maggio 1989, n. 223 nel senso che non si possa più escludere la possibilità per il Comune di identificare il soggetto richiedente un certificato. Le esposte considerazioni portano pertanto a concludere che un rimedio per arginare il fenomeno in questione, ed anche per garantire la 'privacy' individuale, sia quella di adottare un modulo di richiesta per le certificazioni in argomento da compilare, nei casi in cui la richiesta venga effettuata da persona diversa dall'interessato o da agenzie di affari
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina