1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Isidoro65

    Isidoro65 Nuovo Iscritto

    Il mio inquilino ha comunicato verbalmente, nel mese di agosto u.s., che nel mese di ottobre avrebbe lasciato l'appartamento. Al mio invito di formulare regolare disdetta scritta del contratto di affitto (regolarmente registrato), mi ha risposto che non ha intenzione di farlo se non amichevolmente; la sua paura è quella che io possa chiedere le famose 6 mensilità di risarcimento previste, ma nonostante lo abbia rassicurato, sia io che il mio legale, non vuole sentire ragioni. Ha anche preteso il riscatto delle due mensilità di cauzione che mi aveva dato all'atto della stipula. A tutt'oggi non ho ricevuto nessuna notizia, non so neanche se vive ancora nel mio appartamento o se è andato via. Non ho intenzione di fargli lo sfratto per morosità, perchè non è mai stato moroso e perchè ha una famiglia con due figli e una situazione economica non proprio entusiasmante.
    Pertanto chiedo a voi una possibile soluzione al problema
    Grazie
     
  2. giannigiliola

    giannigiliola Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    dal momento che non vuoi fare uno sfratto per morosità puoi scrivere una raccomandata con ricevuta di ritorno chiedendo se è già andato via per farti restituire la chiave se non ti risponde credo che dovrai fare lo sfratto per morosità per poter tornare in possesso dell'appartamenti:fiore:
     
    A Isidoro65 piace questo elemento.
  3. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ricordati che il tuo inquilino dovrà pagare anche l'Imposta di Registro per Recesso Anticipato.
    Ma vista la situazione, penso che rimarrà integralmente a tuo carico.
     
  4. Isidoro65

    Isidoro65 Nuovo Iscritto

    E' andato via proprio mentre scrivevo il mio msg

    Salve, proprio ieri, mentre io scrivevo, lui ha traslocato (l'ho saputo da un suo parente) ed oggi il portiere dello stabile dove io abito, mi ha chiamato dicendomi che una signora doveva consegnarmi un pacchetto (sicuramente le chiavi dell'appartamento) per conto dell'inquilino.
    Ho invitato il portiere a rifiutare la consegna ed eventualmente a farmi contattare telefonicamente.
    Ho fatto ciò perchè desidero che le chiavi dell'immobile mi vengano consegnate sul sito ed alla presenza di qualcuno che possa constatare lo stato dello stesso.
    Accetto qualunque suggerimento-consiglio sul come comportarmi.
    Buona giornata
     
  5. giannigiliola

    giannigiliola Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    io prenderei le chiavi , perchè se qualcosa non va bene non credo che lo metta a posto:fiore:
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Viste le premesse, comportarsi in modo diverso mi sembra tempo perso ( e denari).
    Bisogna rassegnarsi e recuperare immediatamente il possesso dell'alloggio. Sono i rischi del mestiere.
     
  7. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Prima cosa... prendere senz'altro le chiavi e segnarsi bene la data della consegna.
    Secondo, visitare l'appartamento e controllare bene le condizioni dei locali.
    Probabilmente, se si è comportato così, immagino che avrà "scalato" le ultime mensilità dalla cauzione che tu detenevi, quindi non ti sarà rimasto più un quattrino su cui poterti rivalere nel caso di danni ai locali.
    Se non è così come immagino... meglio, hai la possibilità di contestargli per iscritto, mediante raccomandata a.r., eventuali danni o mancanze e trattenerti la parte di cauzione necessaria al ripristino.
    Se invece non hai soldi suoi, sempre via raccomandata chiedigli di risarcirti i danni subiti nonchè i 67 euro di imposta di registro per la risoluzione anticipata del contratto, che tu comunque dovrai versare all'erario entro 30 giorni dalla cessazione effettiva tramite modello F23 e portando poi quest'ultimo e il mod. 69 compilato all'Agenzia delle Entrate per far cessare il contratto registrato.
    In teoria l'inquilino ti dovrebbe corrispondere anche le mensilità per il periodo di preavviso contrattuale, che non ha rispettato "formalmente".
    Potresti quindi richiedergli anche queste, ma tieni presente che questa malsana abitudine di non inviare il formale preavviso sta diventando abbastanza diffusa poiché i giudici, recentemente, si sono orientati a non riconoscere ai proprietari tale diritto qualora l'inquilino abbia restituito le chiavi e abbia manifestato o comunicato chiaramente in altro modo, nel periodo precedente, l'intenzione di lasciare i locali.
    Misteri della giurisprudenza e della prassi, non si capisce perché ma è così.
    Per cui non so se ti conviene intentargli una causa per questo. Senti il consiglio di un avvocato locale per sondare gli orientamente dei giudici del posto.
     
    A Pinu Castel piace questo elemento.
  8. elenadellimmobile

    elenadellimmobile Nuovo Iscritto

    perchè pensare sempre male? verifica lo stato dell'appartamento ed il pagamento di eventuali spese arretrate, e se è tutto a posto non dovresti far altro che augurare al tuo ex (bravo) inquilino, che ha sempre pagato regolarmente, di sistemarsi nella sua nuova casa..e magari restituirgli la cauzione !Immagino abbia qualche problema x arrivare a cambiar casa in questo modo
     
    A Mario Guarnier piace questo elemento.
  9. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se è tanto bravo perché non ha datto la disdetta formale nei termini previsti dal contratto ? Perché non ha contattato il proprietario per fare un sopralluogo dei locali insieme a lui e consegnargli contestualmente le chiavi ? Perché se ne è andato alla chetichella ? Possibile che i problemi li abbiano sempre gli inquilini e mai i proprietari ? E' bravo semplicemente perché ha fatto quanto pattuito, ovvero pagato il canone ? Se non lo avesse fatto cosa sarebbe... un "birichino" ? ;)
     
  10. Pinu Castel

    Pinu Castel Nuovo Iscritto

    Mah... Da una parte, anch'io penso che tanto vale ti prenda le chiavi (SE nel pacchetto ci sono le chiavi...), dato che il deposito cauzionale non c'è più e quindi, se trovi la casa dipinta di viola non puoi farci praticamente niente. PERO' mi sembra che manchi qualcosa: cioè, l'inquilino se ne va, rende la chiavi, ma non sta scritto da nessuna parte che ha deciso di recedere anticipatamente dal contratto. Quindi quella è ancora casa sua...! Mi sentirei meglio scrivendo una raccomandata A/R all'inquilino, all'indirizzo dove "abita" (la tua casa), scrivendo che prendi atto della sua decisione di lasciare ecc. ecc. entro il 10 novembre e che provvederai a fare la recessione al registro, citando anche il fatto che le spese toccano a LUI (poi si sa che non li rivedi, quei soldi, ma tanto per essere precisi...). 99% non riceverà MAI la raccomandata, che ritornerà a te, che però potrai dimostrare di AVERLA SCRITTA. In questo senso, quando ti ritorna, NON aprire la busta ma lasciala intatta!!;) e conservala nella pratica dell'inquilino.
     
    A Isidoro65 piace questo elemento.
  11. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Buon consiglio, condivido !!!:daccordo:
     
  12. Isidoro65

    Isidoro65 Nuovo Iscritto

    L'unico problema che ha avuto a suo dire, è stato "la lontananza dal suo attuale posto di lavoro" ed aver trovato una casa ad un prezzo inferiore vicino al lavoro - per il resto tutto nella norma del buon rapporto tra locatore e locatario; la cauzione l'ha già utilizzata per le pigioni di set e ott. e non vuole mettere nero su bianco per quanto riguarda la rescissione del contratto, nonostante lo abbia ampiamente rassicurato che non gli chiederei neanche un cent di risarcimento.

    Aggiunto dopo 5 minuti ....

    Purtroppo hai pienamente ragione, è andato via senza rescindere il regolare contratto che lo legava e che è stato registrato all'ag. entr.
    Volevo chiederti se sai la procedura per la rescissione del contratto, ovviamente sarei io a rescindere, oltre alle varie tasse da pagare.
    Grazie
     
  13. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Come immaginavo, il "bravo" inquilino ha utilizzato la cauzione per pagare le ultime due mensilità, non ha inviato formale disdetta e ha evitato di fare il sopralluogo con il proprietario consegnandogli di persona le chiavi. Proprio "bravo"!
    A questo punto non hai più in mano la cauzione e quindi è probabile che debba sobbarcarti tu sia eventuali spese di ripristino, sia l'imposta per la risoluzione anticipata.
    Prendi le chiavi, fai tu un sopralluogo e poi inviagli all'indirizzo dove era domiciliato e, se lo sai, anche all'indirizzo nuovo, una raccomandata a.r. dal tono seguente:
    "Oggetto: Riconsegna chiavi dell'appartamento sito in ... via ... da Lei locato con contratto n. ... del ... registrato a ... al numero .... in data .... scadente il (data scadenza prevista contrattualmente)."
    "Avendo ricevuto in data .... tramite il Suo incaricato le chiavi dell'appartamento locato, prendo atto solo adesso della Sua intenzione di rescindere il contratto in oggetto e, facendo seguito alla effettiva riconsegna dei locali, considero il contratto di fatto risolto in data (data di consegna delle chiavi). Le ricordo che tuttavia il contratto in oggetto prevedeva da parte Sua, nel caso di recesso anticipato, l'invio di un preavviso di .... mesi tramite lettera raccomandata, adempimento che non è stato da Lei attuato. Ciò mi ha impedito di attivarmi per tempo nella ricerca di un nuovo inquilino, causandomi un notevole danno economico che mi riservo di quantificare e di richiederLe in separata sede. Le faccio inoltre presente che Lei ha indebitamente annullato la cauzione in mio possesso evitando di pagare le ultime due mensilità del canone di locazione, rendendomi così di fatto impossibile l'utilizzo di tale deposito per tutelarmi da eventuali danni all'immobile o per difalcare eventuali spese a Suo carico, quali oneri accessori a Lei spettanti e/o l'imposta di registro per la risoluzione anticipata del contratto. La invito pertanto a versarmi entro 15 giorni dalla ricezione della presente quanto segue: 1) l'imposta di registro per la risoluzione anticipata del contratto pari a Euro 67,00. 2) eventuali oneri accessori .....(quantificate) 3) eventuali spese per ripristino dei locali .... (quantificate) 4) ecc. ecc."
    Conserva le ricevute e una copia delle raccomandate e, se ritornano indietro inesitate, anche le buste sigillate. facendo questo hai di fatto rescisso il contratto.
    Non ti resta che versare in banca tramite mod. F23 l'importo di Euro 67,00 con codice 113T nel campo 11 e indicando gli estremi di regsitrazione del contratto stesso (anno, serie e numero) nel campo 10. Per gli altri campi segui le istruzioni.
    Poi, con le due copie del F23, devi recarti all'Agenzia delle Entrate e compilare il mod. 69 barrando la casella "RIS" nel quadro "Adempimento" e compilando secondo le istruzioni gli altri campi, inclusi i dati catastali dell'immobile. Una copia del F23 verrà trattenuta dall'Agenzia delle Entrate.
    Così facendo il Fisco non ti richiederà più l'imposta di registro annuale per quel contratto.
    I termini sono di 30 giorni dalla data della risoluzione.
     
    A Isidoro65 piace questo elemento.
  14. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Aggiungerei anche di verificare immediatamente con l'amministratore se vi sono delle rate insolute.
    Mi pare anche che debba essere fatta una comunicazione in questura con la uale si segnala che l'inqulino ha lasciato l'alloggio.
     
    A Isidoro65 piace questo elemento.
  15. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    il pagamento delle spese condominiali all'amministratore viene fatto, di regola, dal proprietario il quale poi si rivale sull'inquilino per le spese di sua competenza, chiedendogli il relativo rimborso.
    Nessuna comunicazione va fatta alla P.S. per l'inquilino che lascia l'immobile, veniva fatta solo per l'inquilino che prendeva in affitto l'immobile. Ora, con il Dlgs n. 23 del 14-03-2011 è stato abolito anche tale obbligo purché il contratto venga regolarmente registrato e purché non si tratti di locazione nell'ambito di attività di impresa.
    Art. 3 comma 3 del Dlgs. 23 del 14-02-2011
    "3. Fermi gli obblighi di presentazione della dichiarazione dei redditi, la registrazione del contratto di locazione assorbe gli ulteriori obblighi di comunicazione, incluso l'obbligo previsto dall'articolo 12 del decreto-legge 21 marzo 1978, n. 59, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 maggio 1978, n. 191. Nei casi di omessa richiesta di registrazione del contratto di locazione si applica l'articolo 69 del citato testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 131 del 1986."
     
  16. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mapeit,
    grazie per l'aggiornamento.
    :ok:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina