1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Sean

    Sean Membro Junior

    Salve, ho 2 inquilini che non pagano da 3 mesi l affitto. Mi son rivolto a un legale per l intimo di sfratto. Se continuano a non pagare posso rivalermi sull abitazione di proprietà di uno dei due? O le cose andrebbero comunque per le lunghe? E affinchè abbiano lo sfratto esecutivo quanto tempo di solito passa?
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    calma, non e' che per tre mesi di affitto ti puoi prendere l'immobile di proprieta' di uno dei due.
    c'e' un po' di disparita' economica, non ti sembra??
    giustamente devi intimare lo sfratto e poi sara' il giudice a valutare cosa fare.
    se ti consegnano l'immobile e' gia' un bel risultato..........per gli affitti non pagati dovrai fare decreto ingiuntivo a parte.
    eh..............si' passa un sacco di tempo.


    l'art. 55 della l. 392/78 prevede che il conduttore possa chiedere (sia nel giudizio sommario di convalida di sfratto, sia nel giudizio ordinario di risoluzione del contratto, sulla base di una recente sentenza della Corte Costituzionale, la n. 3/99), .per non più di tre volte nel corso di un quadriennio di sanare la morosità nel termine concesso dal G.I. (non superiore ai 90 gg.), ove il pagamento non avvenga direttamente in udienza ed ove vi siano .comprovate condizioni di difficoltà del conduttore..

    Il conduttore è così tenuto a pagare, entro il termine fissato dal G.I., tutti i canoni di locazione scaduti e da scadere fino alla udienza a cui il G.I. rinvia il giudizio, con gli interessi legali maturati e le spese processuali liquidate dal Giudice in udienza.

    La richiesta di sanatoria della morosità, se il pagamento viene effettuato nella sua totalità e nel termine concesso dal G.I., impedisce così la convalida dell'intimato sfratto e la prosecuzione del giudizio, per far valere eventuali eccezioni o richieste di ripetizione di indebito proposte dal conduttore.

    Il termine concesso dal G.I. è perentorio; ed il pagamento deve essere integrale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina