1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. paol@

    paol@ Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti,come state?
    Io sempre alle prese con inquilini che ormai ne fanno di tutti i colori.
    Mi ha comunicato mesi fa ,che sarebbe andato via prima della scadenza del contratto,ma all'atto pratico si è tenuto le chiavi di casa,nn mi ha pagato gli ultimi 3 mesi,mi ha intimato di non incassare l'assegno a garanzia,e adesso per rendermi le chiavi vuole una somma esagerata,che a suo dire comprende il trasloco e fastidi vari.
    Naturalmente mi rifiuto e lui si tiene le chiavi....siamo nel Far west,il mio legale si scontra con una testa dura,nn posso forzare la porta altrimenti divento anche penalmente perseguibile ....la causa mi porterebbe a spendere molti euro,e quindi che si fa?
     
  2. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La comunicazione di recesso anticipato è stata inviata con raccomandata?
     
  3. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Cambia legale, se il contratto è in regola il tuo inquilino ha già le mani legate in partenza.
     
  4. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Con questi chiari di luna devi procedere allo sfratto. Con l'avvocato.
     
  5. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    So di dire una cosa "forte", ma non so se mi interesserebbe molto diventare penalmente perseguibile per riappropriarmi della mia casa, sotto ricatto ...

    Denuncerei l'inquilino, portando delle prove del ricatto, e voglio vedere il giudice che mi condanna...
     
    A Faustino piace questo elemento.
  6. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io porterei subito l'assegno all'incasso e dopo si discuterà delle chiavi.
     
    A Faustino piace questo elemento.
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Paola parla di trasloco però al tempo stesso parla di forzare la porta. Per me è un controsenso dato che essendo lei proprietaria ed avendo traslocato l'inquilino non sarebbe perseguibile per niente, tanto più culattone disdetta è stata data dall'inquilino per cui il contratto sarebbe concluso e lei sarebbe libera di riappropriarsi della casa. Se mancano le chiavi prima si forza la serratura (di casa propria) e si cambia subito eliminando alla fonte il ricatto e poi si incassa subito l'assegno. Poi andiamo a discutere... Voglio vedere chi gli da contro.
     
    A Faustino piace questo elemento.
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi pare di aver capito il contrario. Il ricatto consiste nella richiesta dei soldi per fare il trasloco, e questo significa che l'inquilino ha lasciato le sue masserizie con la rumenta
    nell'appartamento
    e che se la proprietaria sfonda la porta commette un reato.
     
    A Faustino piace questo elemento.
  9. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Beh, se siamo arrivati all'"homo homini lupus" bisogna giocare lo stesso gioco...
     
  10. boghes

    boghes Ospite

    Non puoi cercarti un legale con le...teste ancora più dure?
     
    A Faustino piace questo elemento.
  11. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma se l'assegno non è datato di pugno di chi lo ha emesso si corrono grossi rischi. Infatti un assegno non datato è un titolo nullo.

    :stretta_di_mano:
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non è nullo, è irregolare, privo di valore cartolare e dunque non può essere considerato come titolo esecutivo. Ma nei rapporti diretti tra traente e prenditore è considerato come una promessa di pagamento e pertanto, secondo la disciplina dell'art. 1988 c.c., comporta una presunzione "iuris tantum" dell'esistenza del rapporto sottostante. Fino a che l'emittente non fornisca la prova dell'inesistenza, invalidità o estinzione di tale rapporto.
     
  13. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    @alberto bianchi io da cioò che ha scritto paola ho capito questo(ti sottolineo il pensiero saliente
    Se comprende il trasloco, presuppongo io che il trasloco sia finito, altrimenti come puoi dire su due piedi che la somma richiesta possa coprire un trasloco???
    Sarà che ho preso molto letteralmente le parole...però se uno mi parlasse così vuol dire che il trasloco lo ha finito ha "monetizzato" (nel senso ha i conti precisi non solo del trasloco) ma anche dei fastidi vari.
    Tornando a noi, siccome ci sono passato anni fa in una situazione del genere, con inquilini che non pagavano ed avendo perso tempo per recuperare le somme oltre ai danni causati, l'alternativa potrebbe essere (se la cifra fosse molto superiore alla loro capacità economica) il pignoramento del quinto dello stipendio (come aveva fatto la mia famiglia) o della pensione per "ristorarti" delle somme effettivamente dovute per l'affitto, oltre al trattenermi la cauzione per i danni causati, che spesso superano abbondantemente la cauzione richiesta.
    La precisione va bene, il puntiglio pure, però non deve essere unilaterale ma vale per ambedue le parti, inquilino e proprietario.
    Se io pattuisco un prezzo con contratto con cauzione e durata e preavvisi vari non esiste un comportamento del genere...
     
  14. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @daniele78,
    riguardo al trasloco aspettiamo chiarimenti. Riguardo all'ammontare della spesa è strano che tu, da imprenditore, possa mettere in discussione la sua valorizzazione. Oltre al consuntivo esistono anche i preventivi che puoi ottenere in abbondanza rivolgendoti ad a varie aziende di traslochi, per cui non vedo alcun problema.
    Riguardo al ricatto, la Signora dovrebbe munirsi di un registratore collegato al telefono, contattare l'ex inquilino, discutere delle sue richieste e poi rivolgersi alla Polizia,
     
  15. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    @alberto bianchi io non metto in dubbio la valorizzazione dei preventivi, perché qui non si parla solo di preventivi di traslochi (che ci stanno benissimo) io voglio che mi quantifichi con precisione i "fastidi" se è in grado di farlo. Cosa intende per "fastidi"??? Mi pare il classico gonfiare o inventare delle spese inesistenti, il tutto per farsi "scalare" degli importi sull'affitto. Facile fare così tutti son capaci. Per il registratore ok ma meglio farlo quando gli parli faccia a faccia perché se tu dovessi farlo carpendo un sua telefonata sarebbe un intercettazione illegale, ma farlo in presenza è differente.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  16. Lizzie

    Lizzie Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Il tuo ex inquilino è uno strozzino!
     
  17. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A mali estremi, rimedi estremi. Nottetempo, ignoti incappucciati muniti di guanti hanno forzato la porta (senza farle troppo male...)...hanno semidistrutte le "rumenta"...asportando qualche cosa di leggero...poi senza lasciare tracce (mi raccomando!!!) se ne sono andati con la porta aperta. Quasi certamente i vicini ti chiameranno e tu avviserai il furbastro disonesto della visita dei ladri. Qui si aprono vari scenari che lascio alla fantasia dei propisti...
    poi...omissis....dopo la recita di: " o come mi dispiace" ....gli annuncerai che metterai all'incasso l'assegno e che inizierai la pratica legale, concedendogli ancora 30 giorni. Questo farebbe quiproquo??? Forse sì, forse no....dipende dal "PIGLIO"... se non ce l'hai non lo puoi fare...e QPQ non ce l'ha più...E tu???
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  18. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se l'inquilino ha lasciato l'appartamento, incassa l'assegno, cambia le chiavi di casa e se ha lasciato delle cose manda gli una raccomandata nella quale gli ingiungi di portarsi via la roba entro 15 giorni altrimenti la manderai a discarica a sue spese.
    E cambia legale...
     
    A alberto bianchi e Daniele 78 piace questo messaggio.
  19. asana

    asana Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    mi sembra poco simpatico scherzare su una questione così grave. a parte questo l'assegno va incassato subito nel momento in cui si stipula il contratto, anche perché potrebbe essere scoperto.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  20. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    se l'inquilino non ha mandato una comunicazione scritta del recesso anticipato del contratto, secondo me, l'unica cosa da fare è mandargli un sollecito di pagamento degli affitti arretrati fino alla consegna delle chiavi ed al ricevimento della lettera di interruzione del contratto, che dovrebbe comunque avere un lasso di tempo operativo (cioé nel contratto dovrebbe essere stato previsto il recesso anticipato con comunicazione scritta inviata2 o 3 mesi prima della interruzione).
    L'incasso dell'assegno dato a cauzione va incassato indipendentemente dall'interruzione del contratto. Non è una cosa accorta compensare gli affitti non pagati con l'assegno di cauzione perché si riferiscono aa atti differenti. Prima incassi gli affitti e poi, se l'inquilino non ha danneggiato l'appartamento, gli restituisci la cauzione con gli interessi.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina